Secondo quanto riportato in queste ore, nella versione beta 2.24.8.4 di WhatsApp per Android sono stati scovati i primi indizi di una nuova funzionalità molto attesa, ovvero il supporto alle chat bloccate per i dispositivi collegati.

Cosa sono le chat bloccate? Si tratta di una funzione già disponibile dallo scorso anno sui dispositivi principali che permette di proteggere le conversazioni più sensibili con un codice segreto. In questo modo, le chat bloccate scompaiono dall’elenco delle conversazioni e sono accessibili solo inserendo il codice. Si tratta, quindi, di un livello di sicurezza in più per nascondere tutti quei messaggi riservati che non devono essere visualizzati da terze persone.

Finora però questa opzione era limitata al solo dispositivo principale. Infatti le chat bloccate non venivano sincronizzate con PC, tablet e altri telefoni collegati allo stesso account WhatsApp. Un limite che, a giudicare dalle recenti indiscrezioni apparse in rete in queste ore, presto potrebbe essere superato.

Presto si potrà accedere alle chat nascoste di WhatsApp su tutti i dispositivi collegati

Stando a quanto emerso dall’analisi della versione beta 2.24.8.4 di WhatsApp beta per Android, il team di sviluppo sta lavorando per portare le chat bloccate anche sui dispositivi collegati  allo stesso account.

L’implementazione dovrebbe ricalcare quanto già visto sul dispositivo primario. Nelle impostazioni di WhatsApp sarà possibile attivare un codice segreto per le chat bloccate; una volta impostato il codice, le conversazioni bloccate spariranno anche su tutti i dispositivi collegati e saranno accessibili solo inserendo il codice impostato precedentemente.

In questo modo si avrà uno stesso livello di protezione su tutti i dispositivi grazie alla sincronizzazione in tempo reale, senza il rischio di lasciare accessibili chat sensibili su tutti quei dispositivi secondari come PC o tablet.

WhatsApp beta permetterà di sincronizzare le chat bloccate con codice di sicurezza su tutti i propri dispositivi

Al momento la nuova funzione di WhatsApp è ancora in fase di sviluppo e non è accessibile nelle versioni dell’app di messaggistica istantanea attualmente disponibili sul Google Play Store, tuttavia gli utenti più curiosi potranno già provarla nel corso delle prossime settimane scaricando l’app di WhatsApp nella sua versione beta.

Infatti la nuova funzione sarà rilasciata in un primo momento solo per i beta tester che hanno installato la versione beta di WhatsApp sui propri dispositivi. Questo permetterà agli sviluppatori di raccogliere feedback e ottimizzare la funzionalità prima del lancio ufficiale. Dopo una fase di test più o meno approfondita, necessaria per perfezionare la funzione grazie ai preziosi input degli utenti beta tester, la nuova feature sarà finalmente disponibile per tutti gli utenti WhatsApp, anche sulla versione stabile dell’app di messaggistica istantanea. Quindi non ci resta che attendere con impazienza il suo arrivo per testarla a dovere.

Come aggiornare WhatsApp e iscriversi al programma Beta

Se non volete rischiare di perdervi le ultime novità e gli ultimi miglioramenti rilasciati ufficialmente dal team di WhatsApp, potete verificare di avere installato la versione più recente dell’app direttamente dal Google Play Store, cliccando sul badge sottostante.

Per quanto rigarda il ramo beta dell’app, il programma di test è al completo da mesi ormai, dunque, qualora voleste provare le novità proposte da WhatsApp Beta dovrete procedere con l’installazione manuale dei relativi file APK, scaricabili dal portale APK Mirror (la cui pagina dedicata è raggiungibile cliccando su questo link). In particolare, la versione 2.24.8.4 è disponibile a questo indirizzo mentre trovate la versione precedente, la 2.24.8.3, sempre in versione beta, qui.

Infine, vi ricordiamo che per restare aggiornati su tutte le novità, potete seguirci anche sul nostro canale WhatsApp ufficiale; per ricevere invece tutte le offerte tecnologiche del momento potete seguirci sul nostro canale PrezziTech sempre su WhatsApp.

Potrebbero interessarti anche: WhatsApp Beta si aggiorna e rende più utili i messaggi pinnati con questa novità e Huawei, il pieghevole “si fa in tre” nel brevetto: scopriamo a cosa serve una piega in più