La diffusione massiccia dell’utilizzo degli smartphone e delle applicazioni di messaggistica istantanea ha portato a un aumento esponenziale della quantità di dati personali che vengono condivisi quotidianamente online. In questo contesto, la privacy dei dati personali è diventata una questione sempre più rilevante per gli utenti di tutto il mondo.

In risposta a questa crescente preoccupazione per la sicurezza dei dati personali, WhatsApp ha deciso di introdurre una nuova funzione che permette di proteggere ulteriormente le conversazioni degli utenti. La novità, chiamata “Lucchetto chat“, si basa sulla crittografia end-to-end, una tecnologia avanzata che garantisce una maggiore sicurezza nella trasmissione dei messaggi, e permette di nascondere le chat in modo tale da renderle private e quasi invisibili ad occhi indiscreti. In questo articolo andiamo a vedere come funziona questa novità e come sfruttarla a proprio vantaggio.

WhatsApp permette di nascondere le conversazioni con “Lucchetto chat”

Sebbene WhatsApp sia già noto per garantire un’elevato livello di privacy attraverso la crittografia end-to-end, quest’ultima non impedisce a chi ha accesso al telefono sbloccato di leggere i messaggi presenti all’interno dell’applicazione. Lucchetto chat, invece, aggiunge un ulteriore livello di protezione, creando una cartella protetta da password o biometria in cui vengono archiviate (o nascoste) le chat bloccate.

L’idea alla base di questa innovativa e comoda funzione è quella di offrire agli utenti un maggiore controllo sulla propria privacy. Grazie a questa funzione, infatti, sarà possibile nascondere le notifiche relative alle chat bloccate, impedendo così che il contenuto del messaggio venga visualizzato sul display del dispositivo.

Ma come funziona l’opzione Lucchetto chat? Questa nuova funzione di WhatsApp permette di nascondere le chat selezionate, impedendo a chiunque abbia accesso al telefono di visualizzare i messaggi. Una volta attivata, le chat nascoste verranno spostate in una cartella protetta, alla quale si potrà accedere solo inserendo una password o utilizzando l’autenticazione biometrica (ad esempio con il riconoscimento facciale o l’impronta digitale).

L’utilizzo del blocco delle chat è particolarmente utile per chi ha la necessità di condividere il proprio telefono con altre persone, ad esempio in ambito lavorativo o familiare. In questo modo gli utenti potranno proteggere la privacy delle loro conversazioni e impedire che i messaggi vengano letti da occhi indiscreti.

Come è possibile osservare dagli screenshot qui sopra, per trovare e attivare l’opzione “Lucchetto chat” è necessario recarsi nella pagina delle informazioni della chat desiderata. Come abbiamo avuto modo di spiegare poco sopra, una volta attivata l’opzione verrà creata una cartella in alto all’elenco delle chat (simile a quella per le chat archiviate) che contiene tutte le chat nascoste. Sempre nelle informazioni della chat è possibile osservare in tempo reale se la chat è presente o meno nel lucchetto, ed eventualmente aggiungerla o rimuoverla.

Secondo quanto dichiarato da Meta, l’azienda proprietaria di WhatsApp, nei prossimi mesi verranno introdotte ulteriori opzioni per la funzione “Lucchetto chat”, tra cui il blocco per i dispositivi companion e la creazione di una password personalizzata per le chat, in modo da utilizzare una password unica diversa da quella dello smarphone.

L’introduzione della possibilità di nascondere le chat è solo l’ultimo passo compiuto da WhatsApp per garantire la massima sicurezza e privacy ai propri utenti. Per il momento i dettagli su questa nuova funzione sono terminati. Non ci resta altro da fare che attendere nuove indicazioni sulle ulteriori funzionalità promesse dal team di sviluppo che verranno aggiunte nel corso dei prossimi mesi.

Forse ti sei perso: HONOR Magic Vs disponibile a rate con WINDTRE: ecco i prezzi delle offerte