Da tempo si parla del possibile lancio da parte di Samsung di uno smartphone pieghevole con doppia cerniera, grazie alla quale può essere piegato in due direzioni, device che potrebbe arrivare sul mercato con il nome di Samsung Galaxy Z Fold Tab.

Nelle scorse ore lo staff di Let’s Go Digital ha pubblicato una serie di immagini rendering che ci mostrano quello che potrebbe essere il design di questo interessante dispositivo.

Le immagini in questione si basano su un brevetto registrato lo scorso mese dal colosso coreano (soluzione che include anche il supporto S Pen) e sono state realizzate dal designer industriale Sarang Sheth.

Samsung Galaxy Z Fold Tab

Ecco come potrebbe essere Samsung Galaxy Z Fold Tab

La documentazione relativa a tale brevetto fa riferimento ad uno schermo flessibile che si piega verso l’interno e verso l’esterno e ci├▓ elimina anche la necessit├á di integrare un display esterno.

Per quanto riguarda il supporto S Pen, il colosso coreano ha trovato una soluzione innovativa per riporre l’accessorio senza occupare spazio prezioso: il pennino, infatti, pu├▓ essere bloccato sul retro, tra le due parti del display pieghevole mentre, quando il device ├Ę aperto, il pennino pu├▓ essere attaccato sul lato (ci├▓ probabilmente grazie ad un magnete).

Samsung Galaxy Z Fold Tab

Grande importanza per il successo di uno smartphone di questo tipo ce l’avr├á l’aspetto software e tra le soluzioni studiate dal team di Samsung per esaltare al massimo le potenzialit├á di Samsung Galaxy Z Fold Tab vi dovrebbe essere anche la possibilit├á di usare tre applicazioni contemporaneamente (non appena il dispositivo viene piegato, l’interfaccia utente viene adattata di conseguenza).

Ovviamente al momento non vi sono garanzie che Samsung lanci effettivamente sul mercato uno smartphone come Samsung Galaxy Z Fold Tab, in quanto spesso i brevetti del colosso coreano non vanno oltre la fase di prototipo. Per saperne di pi├╣, pertanto, non possiamo fare altro che attendere informazioni ufficiali dal colosso coreano.

Leggi anche: la recensione di Samsung Galaxy Z Fold2 5G