LineageOS 16.0 abbraccia Android 9 Pie ed è già disponibile per vari dispositivi

LineageOS 16.0 abbraccia Android 9 Pie ed è già disponibile per vari dispositivi
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/01\/LineageOS_tta2.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/01\/LineageOS_tta2-460x259.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/01\/LineageOS_tta2-635x357.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/01\/LineageOS_tta2.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/01\/LineageOS_tta2.jpg"}, "title": "LineageOS 16.0 abbraccia Android 9 Pie ed \u00e8 gi\u00e0 disponibile per vari dispositivi" }

La celebre custom ROM nata dalle ceneri di CyanogenMod, compie un altro atteso passo in avanti dando il via al roll out di LineageOS 16.0 ufficiale basata su Android 9 Pie.

Con questa nuova numerazione il team di sviluppo, oltre alle funzionalità già presenti nelle precedenti versioni, introduce vari miglioramenti, correzioni e implementazioni come la modalità scura che Google sta preparando per Android Q, la possibilità di nascondere le app e richiedere l’autenticazione per accedervi e via dicendo.

Dopo i primi sentori di qualche settimana fa c’è finalmente l’annuncio sul sito web ufficiale, lo trovate qui. Oltre il definitivo addio alla versione 14.1, il focus è tutto sulla nuova LineageOS 16.0, finalmente disponibile per un mucchio di smartphone fra cui Huawei P20 Pro, vari OnePlus, POCOPHONE F1, HONOR View 10 e tanti altri ancora che trovate nell’elenco del link sopra e qui.

E siamo solo all’inizio perché il listone è ovviamente destinato ad ampliarsi nelle prossime settimane. Nuovi nomi poi anche per l’elenco dei dispositivi che passano dalla 14.1 alla 15.1; eccoli tutti.

Comunque, elenchi a parte, il team di sviluppo della celebre custom ROM con l’occasione parla anche delle novità introdotte con questa nuova versione ufficiale che punta parecchio sull’affidabilità e sul controllo della privacy come sottolineato.

Alcune modifiche alla Styles API sono alla base dell’implementazione della modalità scura di Android che vi dicevamo, nuove funzionalità di protezione per le connessioni ai dispositivi USB a telefono bloccato, un Trebuchet capace di nascondere le app e richiedere l’autenticazione per l’accesso sono solo alcune delle principali novità introdotte.

Comunque, ecco il changelog ufficiale:

  • È ora possibile impostare una modalità automatica per controllare la presenza di nuovi aggiornamenti (impostabile su mai, una volta al giorno/alla settimana/al mese);
  • Supporto alla modalità scura grazie alla Styles API;
  • Disponibile il “Segna come letto” per le notifiche dei messaggi;
  • Aggiunto il supporto a Microsoft Exchange;
  • WebView è stata aggiornata a Chromium 71.0.3578.99;
  • Incorporate le patch di sicurezza di dicembre 2018, gennaio e febbraio 2019.

Chi volesse aggiornare il proprio dispositivo alla LienageOS 16.0 può trovare la guida ufficiale qui che spiega passo passo come procedere.

Aggiornamento del 13 marzo

Il supporto a LineageOS 16.0, la versione basata su Android 9 Pie, raggiunge anche i Lenovo Yoga Tab 3 Plus, sia la versione LTE, sia la “solo Wi-Fi”. I file per il download li trovate come di consueto nella pagina ufficiale della custom ROM, cioè qui.

Condividimi!