LG rinnova completamente, in questo 2015, la propria gamma di smartphone di fascia medio-bassa, segmento al quale appartiene anche LG Spirit che andremo a recensire nella sua versione 3G (H420). Le principali novità riguardano interfaccia e design, che vengono uniformati ai dispositivi di gamma più alta. Scopriamo come si comporta questo nuovo smartphone della casa coreana nella nostra recensione.


 Unboxing

Fortunatamente LG non va a “tagliare” la dotazione standard della confezione dei suoi terminali di fascia bassa: troviamo infatti il caricabatterie con ingresso USB, il cavo dati USB/micro-USB, la classica manualistica e anche delle cuffie auricolari di fattura abbastanza economica. VLUU L310 W  / Samsung L310 W


Video recensione

Ecco il nostro video che mostra gli aspetti principali di utilizzo di LG Spirit.


Hardware

Sul lato hardware di LG Spirit troviamo le prime carenze: questa versione 3G infatti è equipaggiata con processore MediaTek che è sì quad-core, ma con architettura Cortex-A7 che non brilla purtroppo per prestazioni pure. Abbiamo inoltre un solo GB di RAM e mancano il sensore di luminosità, il LED di notifica e l’NFC. Presenti però i 3 tasti posteriori ormai classici di LG per la regolazione del volume e l’accensione/spegnimento/stand-by; i tasti di sistema, invece, sono virtuali e occupano quindi una piccola fetta del display. Troviamo poi una fotocamera posteriore da 5 megapixel e una anteriore da 1 megapixel. La memoria integrata da 8 GB è fortunatamente espandibile (solo 3.5 Gb sono a disposizione dell’utente) ma la microSD non è impostabile come memoria principale; il formato della SIM, infine, è quello micro. Potete trovare ulteriori informazioni su questo smartphone sul sito ufficiale cliccando su questo link. Il prezzo ufficiale di questa versione attorno ai 169€ ma online si trova già a qualcosa in meno. Segnaliamo che LG vende in Italia anche una versione 4G di LG Spirit. La scheda tecnica (che potete vedere qui sotto) è leggermente diversa, così come lo è il prezzo che si aggira sui 40-50€ in più rispetto alla versione 3G.

Parte telefonica & antenne

Ottima parte telefonica per LG Spirit: la ricezione non ha problemi e l’audio in capsula è molto potente (uno dei pochi telefoni che permette di non mantenere il volume al massimo) e di buona qualità. Anche il vivavoce ha un volume sufficiente per l’utilizzo in automobile; l’interlocutore ci percepisce sempre bene in ogni circostanza. Nella media la portata del WiFi ma purtroppo molto lento il GPS nel fix dei satelliti, soprattutto nel primo fix in una nuova zona.


Ergonomia, design & materiali

Netto punto a favore di LG Spirt è il suo design. LG, infatti, porta il form-factor curvo anche su dispositivi di questa fascia: le linee della scocca, la cover posteriore e, in modo minimo, anche il display seguono tutti una leggera curvatura. Questo design fa in modo che l’ergonomia sia davvero ottima in quanto segue le linee della mano durante l’uso in chiamata; anche il peso ridotto e i tasti posteriori contribuiscono a questo connubio tra palmo e scocca, oltre a regalare un‘estetica davvero piacevole e che si discosta, finalmente, dagli altri smartphone di questo segmento.

Per quanto riguarda i materiali troviamo delle plastiche di qualità media ma il posteriore zigrinato contribuisce ad aumentare il grip; ottima la qualità costruttiva.


Display, audio & multimedia

Lo schermo di LG Spirit è una buona unità in senso assoluto: i colori sono ottimi, i neri di buon livello (per un IPS), l’angolo di visione è sufficiente, ma non eccezionale: di taglio i colori, soprattutto i neri, variano notevolmente. Per quanto riguarda la luminosità massima essa si rivela adeguata per l’utilizzo alla luce diretta del Sole, ma la mancanza del sensore ad essa dedicato si fa sentire. La definizione HD è sufficiente per non far scorgere i pixel se non da distanze inusuali; il vetro che riscopre lo schermo però è privo di una qualsiasi protezione anti-impronte, il che porterà a inevitabili “problemi di pulizia”.

Il comparto audio di LG Spirit è di alto livello: lo speaker posteriore è potente e di buona qualità (presente anche un accenno di bassi), la forma arrotondata dello smartphone, inoltre, fa sì che il suono non venga attenuato appoggiando il dispositivo su una superficie assorbente. Per quanto riguarda l’ascolto con  le cuffie consigliamo di utilizzarne un paio di qualità superiore a quelle di serie: potete trovare qualche spunto nella nostra pagina sulle migliori cuffie per Android.

Ottima anche la riproduzione video, in quanto il lettore di questo LG esegue senza problemi MKV, MP4, e Divx fino alla risoluzione massima Full HD; solo l’audio in formato AC3 non viene riprodotto.


Fotocamera

Il comparto fotografico di LG Spirit purtroppo non riesce a raggiungere la sufficienza: solo con molta luce e nelle macro i risultati sono accettabili, appena la luminosità ambientale cala, anche di poco, la definizione “crolla” anche se il rumore digitale rimane contenuto. Il flash è potente ma non riesce a migliorare i risultati ottenuti, buona invece la velocità di messa a fuoco e scatto. La camera frontale è anch’essa insufficiente per ottenere buoni selfie. Giudicate voi stessi dagli esempi qui sotto.

Il software fotografico è quello standard, molto semplificato, che LG ha cominciato ad introdurre da G3 in poi; su questo smartphone però ancora più scarno in quanto mancano opzioni come l’HDR, ma abbiamo comunque i comandi vocali per lo scatto e i selfie con un gesto della mano. Screenshot_2015-04-08-12-40-25 I video sono, al pari delle foto, poco definiti anche se girati in Full HD. Il fuoco continuo è piuttosto lento in alcune circostanze, ma l’audio acquisito è di buon livello.


Autonomia

Sorprendente l’autonomia di LG Spirit in rapporto alla capacità della batteria: con uso intenso infatti riusciremo a concludere la giornata con ancora una discreta percentuale residua di carica, superando sempre le 3 ore di display acceso. In stand-by questo smartphone sembra quasi non consumare energia.  Presente, infine, il risparmio energetico standard di LG che riduce le prestazioni generali.


 Software

La personalizzazione di Android Lollipop che troviamo sui nuovi LG è universalmente riconosciuta come una delle migliori in abito mobile. Anche su LG Spirit quindi ritroviamo quella piacevolezza visiva presente sui top di gamma della casa coreana; ovviamente le funzionalità non saranno le stesse e mancano, ad esempio, lo “smart stand-by”, il Miracast, il DLNA e altre opzioni “minori”; anche a livello di app pre-installate non abbiamo, ad esempio, Voice Mate.

Presenti il “toc toc” per bloccare e sbloccare il terminale, anche con Knock Code e una gesture che permette di controllare l’ora e la presenza di eventuali notifiche a display bloccato effettuando uno swipe dall’alto in basso sul display. Ottima anche la possiblità di personalizzare i tasti presenti nella barra di sistema inserendo, ad esempio, quello per abbassare e alzare la tendina delle notifiche; presenti, infine, tutte le funzionalità di Lollipop come la modalità “non disturbare”, che sostituisce quella silenziosa, o le notifiche sulla lock screen.

La velocità della UI è generalmente buona ma, in caso di uso intenso, si presenteranno alcuni lag e qualche secondo di blocco; in conclusione un accenno alla tastiera che  risulta davvero ottima: presenti i numeri in prima funzione, lo swipe, è personalizzabile nelle dimensioni e nelle funzionalità, è veloce, precisa e “smart”.

Browser Web

La navigazione Internet effettuata da LG Spirit risulta sempre veloce e priva di incertezze, anche sui siti più pesanti. Obiettivamente una delle migliori esperienze Web che potremo trovare su terminali di questa fascia.

Gaming

I moderni titoli 3D giocati su questo LG Spirit presentano il massimo del dettaglio grafico ma questo si paga con una fluidità non molto elevata e con frequenti cali di frame; la giocabilità, tuttavia, rimane sufficiente.


In conclusione

LG Spirt è sicuramente uno smartphone che si differenza dagli altri per il suo design ma che presenta qualche mancanza “di troppo”; è indicato per coloro che non hanno grandi pretese a livello di funzionalità ma che desiderano una buona ergonomia e un form-factor inedito.  Consigliamo anche di valutare la scelta della variante LTE in quanto presenta una scheda tecnica di livello leggermente più alto. Come di consueto vi lasciamo ai nostri voti. Migliori offerte sul web per LG Spirit: 102.00 euro da Amazon.it

VOTI

Ergonomia 9
Hardware 6.5
Materiali 7
Display 7.5
Fotocamera 5
Audio 8
Batteria 8
Software 7.5
Qualità/Prezzo 6.5
Esperienza utente 6.5
Voto Finale

7.1