LG Q6, Q6α e Q6 Plus ufficiali: i display Fullvision arrivano anche nella fascia media del mercato smartphone

I display Fullvision in 18:9 arrivano anche nella fascia medio-bassa del mercato smartphone: LG ha annunciato oggi la serie LG Q6, confermando i rumor dei giorni scorsi. LG Q6 è essenzialmente un LG G6 meno potente e in dimensioni ridotte, ed è il primo smartphone della nuova serie Q dell’azienda.

Lo smartphone recentemente ufficializzato è dotato di un display full HD da 5.5 pollici con rapporto di forma 18:9 e mantiene le stesse linee del top di gamma della casa coreana; tuttavia, rispetto a LG G6 perde il retro in vetro, la doppia fotocamera e il sensore di impronte. Il nuovo dispositivo svelato da LG è caratterizzato comunque da un frame in metallo e supporta il riconoscimento del volto come metodo di sblocco.

Sono state annunciate tre varianti del dispositivo, che differiscono unicamente per quantità di RAM e storage: LG Q6 può contare su 3 GB di RAM e 32 GB di memoria interna, LG Q6 Plus è dotato invece di 4/64 GB e infine LG Q6α è il modello base con 2/16 GB. Il resto della scheda tecnica comprende un processore octa-core Snapdragon 435 con GPU Adreno 505, fotocamera posteriore da 13 megapixel, fotocamera anteriore grandangolare da 5 megapixel e batteria da 3.000 mAh.

LG Q6 è dotato dell’ultima versione di Android, Nougat 7.1.1, con personalizzazione LG UI. La serie è disponibile in diverse colorazioni: Astro Black, Ice Platinum, Mystic White e Terra Gold per LG Q6 e LG Q6α (tranne il Mystic White), mentre LG Q6 Plus arriva in Astro Black, Ice Platinum e nell’esclusivo Marine Blue. La serie verrà venduta a partire dal mese prossimo nel mercato asiatico e sarà successivamente disponibile anche in Europa e in America.


LG Q6 è disponibile in offerta su Amazon a 250.00 euro. Si trova online anche su molti altri negozi, contiamo circa 35 offerte. Se invece sei interessato alle caratteristiche puoi leggere la scheda tecnica di LG Q6.

Fonte

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Pietro Angelone

    Pensavo che finalmente fosse uscito uno smartphone interessante soprattutto perché compatto, poi ho letto l’articolo e niente, snapdragon entry level+schermo fhd= lag e rallentamenti. E il sensore di impronte?
    Benvenuti nel 2015.

  • Ramona

    Nuova line up e ovviamente rigorosamente senza sensore di impronte digitali. Pensavo implemetassero anche una versione ã con 1,5 GB🤤🤤🤤

    • Leon94

      Ovviamente loro cercano di variare i loro smartphone in base alle tasche della gente. Ad esempio un/a “aristocratico/a” come te sicuramente non prenderà il base di gamma. Figuriamoci!

  • Tito73

    senza sensore impronte deve costare davvero poco, processore è l’ultimo entry qualcomm, il 435,..peccato, bastava poco, un 626 o 630!!!

  • kalabro

    mi chiedo quanto potesse influire sul prezzo implementare un sensore impronte e un processore serie 6xx visto il display in FHD. si vede che hanno altro in mente

  • Andrea900

    Ancora senza il sensore di impronte? Questi bevono roba forte…

  • Matteo

    Per quanto mi riguarda LG è morta nel momento in cui ha tolto i tasti dalla cover posteriore

    • Leon94

      Che c’entra?
      Prima o poi tutti toglieranno i tasti da ogni parte!

      • Matteo

        Perché nel momento in cui l’ha fatto è entrata a far parte della massa

        • Leon94

          Anche a me piaceva di più in quel modo (visto anche che ho scelto un LG G3 come mio smartphone) ma penso che si arriverà al punto in cui i tasti non scompariranno solo negli smartphone, ma in generale ovunque.

          • Matteo

            Non dubito sul fatto che i tasti un giorno spariranno ma finché ci sono bisogna sfruttarli per esaltare il design del telefono, col g2 avevano fatto la retroilluminazione del tasto accensione e i tasti volume cromati, col g3 hanno fatto un passo indietro togliendo la retroilluminazione e l’eleganza della cromatura, col g4 hanno migliorato il design dei tasti ma ahimè niente retroilluminazione (ma restava comunque molto bello) col g5 guarda caso hanno fatto un flop… insomma, finché ci sono i tasti facciamoli belli rendendoli una chicca e non come fanno tutti i costruttori che cercano di nasconderli, lg aveva trovato la strada giusta ma poi si è tirata indietro per paura di essere troppo innovativa

Top