Nello scorso fine settimana, in concomitanza con il G20, il presidente USA Trump e il presidente cinese Xi Jinping hanno raggiunto una tregua nella vicenda dei dazi commerciali, che ha coinvolto indirettamente anche Huawei.

Trump ha infatti dichiarato che le compagnie americane potranno riprendere le spedizioni verso la Cina, in particolare per quei prodotti che possono essere acquistati anche da rivenditori di terze parti. Non si è però parlato di Android, vero nodo cruciale della situazione.

Non si tratta di un prodotto che può essere acquistato in tutto il mondo, visto che la licenza commerciale va contrattata direttamente con Google. Tim Danks, vice presidente della gestione rischi e delle relazioni con i partner, ha affermato:

Abbiamo recepito il commento del Presidente Trump relativo a Huawei nello scorso weekend e siamo in attesa delle direttive dal Dipartimento del Commercio USA. Al momento non abbiamo alcuna dichiarazione da fornire.”

Se dunque i problemi legati alla parte hardware sembrano essere superati, resta quello cruciale del software: Huawei dovrà lanciare Hongmeng OS, con un proprio app store e tutti i problemi di compatibilità che potrebbero derivarne, o potrà continuare a utilizzare Android, cosa che anche lo stesso colosso cinese si augura?

Potete seguire l’evoluzione della situazione nella nostra pagina speciale, con aggiornamenti regolari sugli sviluppi.