Questo sito contribuisce alla audience di

Google vuole sapere quanto spendereste per i moduli di Project Ara

Sono alcuni mesi che non sentiamo parlare di Project Ara, ma sappiate che questo non vuol dire che sia stato abbandonato da Google.

Alcune conferme in questo senso ci giungono proprio da Google, o meglio dal suo servizio Opinion Rewards: diversi utenti statunitensi, infatti, stanno ricevendo dei sondaggi con domande su Project Ara.

Nello specifico, Google ci tiene a sapere quanto gli utenti siano disposti a spendere per l’acquisto di un modulo che possa espandere le funzioni dello smartphone.

Questo non significa che Project Ara sta per essere commercializzato o che vedrà senz’altro la luce, ma vuole dire solo che è vivo ed è ancora nei pensieri di Google. Ok, ma voi quanto vorreste pagare i moduli?

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • XTR

    Vista la natura del dispositivo, considerando l’innovazione, la versatilità e la sua durata nel tempo, senza escludere la semplicità e la velocità delle sostituzioni o delle riparazioni, spenderei un totale di 900 euro per la configurazione di punta. So che poi, dopo un anno, uscirà un processore migliore, una RAM più veloce, magari una fotocamera di migliore qualità (con un possibile kit di moduli ottimizzati per ogni condizione luminosa), in quel caso spenderò 300 euro per aggiornare l’hardware invece di 700/800 per un cellulare nuovo. Non tutti i componenti vengono migliorati o devono essere migliorati, il display non viene rivoluzionato da un anno all’altro (confrontato Note 4 con S7 Edge e la differenza è minima e quasi impercepibile) ed è uno dei componenti più costosi, ad esempio. Gli speaker sono sempre gli stessi e la connettività specie in Italia non ha bisogno di essere aggiornata. Alla fine si può comprare solo ciò che serve o si desidera, spendendo relativamente poco si potrebbe avere sempre il dispositivo con le specifiche migliori.

    • Grullo

      Un po’ come avviene oggi con i PC Desktop.

  • Mod88

    Se mai queste domande uscissero anche in Italia io consiglierei a tutti di informarsi quanto costa in media un componente assemblato in uno smartphone. Considerate che oggi la produzione dei Top di Gamma nel loro insieme costa a marchi come Sasmsung e Apple intorno ai 200 dollari.
    ovvio che offrirei massimo 25 dollari per un sensore di impronte digitali.
    Una batteria che abbia una maggiore durata 10/15 dollari, dipende.
    Uno schermo di migliore qualità 50/100.
    Un processore migliore 35/45
    Più Ram 10/15 dollari.

    • Christopher

      Lo so che il prezzo di uno smartphone è molto superiore a quanto costa produrlo per un’azienda. Ma quei soldi servono anche per altro, come ad esempio pagare le royalty ad altri per l’impiego di una specifica tecnologia, pagare gli ingegneri che ogni anno devono migliorare i componenti dello smartphone e la loro strumentazione tecnica, eccetera. Con questo però non voglio giustificare le grandi aziende tecnologiche, perché a mio parere comunque il prezzo è ancora elevato dopo tutto ciò.

  • Corra

    Se esce prima che presentino i nexus del prossimo anno lo compro

Top