Ecco come Google punta a ridurre il consumo della batteria in Android

Background Check and Other Insights into the Android Operating System Framework. Dietro a questo nome lunghissimo e all’apparenza complesso di nasconde una sessione di lavoro tenutasi nel corso della seconda giornata del Google I/O 2017 in cui Big G ha spiegato nel dettaglio quali interventi metterà in atto per migliorare la vita della batteria.

Secondo Google una delle principali cause del battery drain è rappresentata dalle applicazioni in background che che effettuano continue richieste al sistema, ad esempio sulla posizione o sullo stato della connessione. Con Android O queste richieste saranno limitate e le applicazioni in background non potranno risvegliare il sistema se non espressamente autorizzate.

Gli sviluppatori dovranno decidere se bypassare il sistema di Google, rischiando di confondere l’utente, o utilizzare gli strumenti messi a disposizione per attivare in ritardo alcune operazioni. Nel caso di un evento che va a risvegliare numerose applicazioni sarà possibile effettuare le necessarie chiamate in maniera ritardata, per evitare collo di bottiglia, cali nelle performance e consumi elevati di batteria senza un motivo apparente per l’utente.

Quello che Google vuole fare è definire e sradicare i comportamenti sbagliati da parte degli sviluppatori, che mantengono ad esempio servizi inutili in background, fornendo allo stesso tempo gli strumenti migliori per raggiungere il loro scopo. Il nuovo menu dedicato alla batteria in Android O è un esempio della nuova filosofia introdotta con Android O che punta a fornire indicazioni chiare e semplici all’utente, permettendo anche ai meno esperti di capire quali applicazioni stanno consumando maggiormente la batteria e il tempo reale di utilizzo di ognuna di esse.

Riusciremo a vedere smartphone che resistono 2-3 giorni con una carica senza scendere a troppi compromessi? Il box dei commenti è a vostra disposizione.

Fonte

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Emilio Cirelli

    Ogni anno idee super fancy e alla fine la soluzione non arriva mai… Le app che consumano di più risultano essere proprio il sistema stesso con i vari Google play services ecc ecc e il display. Secondo me si cerca di risolvere il problema sbagliato…il consumo non dipende dalle app in background a mio parere. Bisognerebbe chiedere ad Apple che ha risolto il problema (almeno così mi dicono)

    • Mark Morrison

      Non è sempre così anche su ios ci sono problemi di autonomia

  • Pursuer

    Ogni distribuzione la stessa storia xD comunque sui pixel l’autonomia è migliorata, per lo meno sull’XL

  • Valerio Stipani

    Bah sarà…ad ogni versione di Android Google si inventa il nuovo metodo per ridurre i consumi. Fondamentalmente si gioca sempre sulla limitazione dei processi in background costringendo il più delle volte gli sviluppatori terzi ad ottimizzazioni spintissime. Bene, ma sul mio telefono le app che consumano di più sono quelle di Google stessa che spesso non sai neanche cosa facciano di preciso.

    • ZeTo

      ti riferisci ai google play services?

      • Valerio Stipani

        Anche a quella. Ce ne sono diverse, poi tutte con nomi che dicono tutto e nulla: SistemaAndroid, GoogleAccountManager, Android OS (solo le prime 3)

        • ZeTo

          SistemaAndroid è letteralmente il sistema operativo. Cioè è proprio Android. I google play services vengono utilizzati per il i servizi di google, tipo quelli che hanno a che vedere con localizzazione o blah blah blah e sono spesso causa di battery drain. Per esempio se hai l’attivazione con “ok google” i google play services sono quelli che tengono acceso il microfono. Goggleaccountmanager non ho idea del perchè dovrebbe scaricare tanta batteria…
          Comunque per risolvere i problemi di batteria in generale o perlomeno migliorare la durata si possono usare applicazioni come greenify(root consigliato), amplify(root+xposed) e power nap(modulo xposed). Con una combinazione di questi 3 a me il telefono si scaricava di ben meno di 1% all’ora a schermo spento.

          • Valerio Stipani

            Sì, so cosa fanno i processi e perché stanno i background. Dico che prima di spingere gli sviluppatori a ottimizzare il consumo energetico delle proprie app (cosa comunque buona e giusta), Google potrebbe migliorare il consumo dei propri processi. E credo anche che Google ragioni per ottenere un sistema efficiente a prescindere da app o soluzioni che vadano a modificare il sistema in sé. Con root e cose simili siamo tutti bravi a bloccare processi che lavorano in background. Se una casa automobilistica si rende conto che un suo motore diesel consuma più del dovuto la soluzione non è montare il motore GPL.

          • ZeTo

            Capisco cosa intendi dicendo che non sia la soluzione, ma dal mio punto di vista lo è. I modder e gli sviluppatori indipendenti hanno molta più libertà di azione di google stessa in questo senso.

  • Daniele Russo

    Dovrebbero creare un app notifiche loro e le app comuni da telefono sveglio impostare essa per recuperare i dati a telefono sleep.

    Questa app è ottimizzata dal brand che sviluppa l’aosp e consuma il minimo.

  • Cavolo conoscono il problema e non lo hanno ancora risolto ahahahahha

Top