ASUS ZenFone 6, con la sua fotocamera rotante, è stato sicuramente uno degli smartphone più apprezzati nel 2019, grazie a un’ottima scheda tecnica e a un prezzo molto aggressivo. Il flagship taiwanese ha ricevuto in queste ore il supporto ufficiale a TWRP, oltre a un custom kernel molto particolare.

Grazie al supporto alla TWRP, la più famosa tra le custom recovery è possibile quindi installare ROM personalizzate, kernel alternativi e altre modifiche del sistema. È proprio grazie alla recovery che è possibile installare Proton Kernel, che va utilizzato con la versione stock della ROM basata su Android 9 Pie.

Tra le tante funzionalità aggiunte dal kernel (la lista è visibile a questo indirizzo) troviamo anche la possibilità di modificare la frequenza di refresh dello schermo, portandola a 75 Hz. Ovviamente l’operazione non è immune da rischi ma è possibile installare il kernel personalizzato aggiungendo 60hz o 60fps al nome del file per installare la versione che non modifica le impostazioni dello schermo.

Per ulteriori dettagli potete consultare il thread ufficiale su XDA, che vi permetterà di conoscere le opinioni degli altri utilizzatori, segnalare eventuali problemi e ricevere assistenza in caso di problemi o malfunzionamenti.

Oltre che per ASUS ZenFone 6, la custom recovery TWRP è disponibile anche per altri quattro smartphone, che trovate elencati qui sotto, con il rispettivo link per il download. Ricordiamo che l’operazione richiede lo sblocco del bootloader, che solitamente cancella la memoria interna, per cui se non siete pratici di queste operazioni vi consigliamo di prestare la massima attenzione.