ASUS potrebbe non raggiungere il suo obiettivo di vendita del 2016

ASUS, nota azienda operante nel settore della tecnologia, potrebbe non raggiungere l’obiettivo di vendita relativo agli smartphone fissato ad inizio anno.

L’azienda taiwanese ha fissato il suo obiettivo di vendita ad inizio anno, puntando alle 30 milioni di unità da vendere entro dicembre dello stesso. A fine febbraio l’azienda ha dovuto ridefinire questo obiettivo fissandolo a 25 milioni di smartphone in quanto si è accorta della difficoltà di raggiungimento di quello iniziale.

I dati relativi al primo semestre, conclusosi il 30 giugno, non sono stati positivi in quanto ASUS è riuscita a vendere appena 8 milioni di smartphone, il che significa che è stato raggiunto appena un terzo dell’obiettivo fissato a febbraio.

ASUS ha recentemente presentato gli smartphone della serie ZenFone 3, i quali hanno tutte le carte in regola per competere con la concorrenza visto l’ottimo rapporto qualità-prezzo. Il lancio sul mercato non tempestivo di questi ultimi potrebbe non permettere all’azienda taiwanese di raggiungere il proprio obiettivo. Secondo gli analisti, ASUS riuscirà a vendere poco più di 20 milioni di smartphone entro la fine dell’anno, eguagliando il numero di vendite del 2015.

Voi cosa ne pensate? Contribuirete al raggiungimento dell’obiettivo di vendita di ASUS?

Fonte

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Stoccafisso

    Mi sono trovato non bene ma benissimo con lo ZE551ML il top di gamma, al momento sarei molto interessato al modello Zenfone 3 Ultra che dovrebbe potrebbe avere un prezzo che oscillerà dalle 450 alle 600 (credo), per le caratteristiche hardware sono però combattuto con lo Xiaomi Mi Max che si differenzia dal display leggermente più piccolo, dalla mancanza del USB Type C, ma soprattutto dal prezzo intorno 250/300 euro per il resto processore ram e rom sono ci sono i modelli identici.
    aspetterò a settembre che si confermeranno i prezzi degli Asus, se dovessero essere il doppio rispetto a Xiaomi sceglierò quest’ultimo.

  • giorgio

    asus e un’azienda seria,affidabile e i suoi device sono all’altezza,ma…..porca miseria fare un device come lo zenfone 3 max, con 3gb di ram,.32 di rom, ma perchè non farlo con un display da 6″ con 5000mha di batteria, con una cpu a clock da 2.7ghz e magari 6gb di ram, per spaccare la concorrenza?

  • Monika Mou

    Affermare che Asus non è un’azienda seria perchè non rilascia aggiornamenti è totalmente poco serio, se penso che in 1 anno ho aggiornato il firmware del mio Asus Zenfone 2 ZE551ML ben 23 volte. Affermare che non è affidabile perchè Android 6 non è stato rilasciato è ancora meno serio visto che Android M è stato rilasciato “appena per il 14% dei terminali presenti nel mondo”! Per arrivare al 100% ce ne vuole….. Se poi pensiamo che in quel 14% chi ha ricevuto Android M si è ritrovato con telefoni inutilizzabili, ecco che appare logico il maggior lavoro di Asus per rendere più stabile e affidabile la versione M per i propri dispositivi. La cavolata su Intel e i driver è una megacaxxarola di fine estate (come tutte quelle che sono state sparate sulla non compatibilità tra Intel e le applicazioni presenti nello store di google…..).

    • Caranor

      Dal mio personale punto di vista e da possessore di uno ZE551ML credo che di questi tempi una azienda per essere definita “seria” debba soddisfare alcuni requisiti, tra cui una ottima assistenza, possibilmente veloce, e il rilascio di aggiornamenti costanti anche per i modelli un pò più vecchi, diciamo almeno per 2/3 anni dalla data di uscita del prodotto.
      Quest’ultimo punto attualmente asus su ze551ml non è stato rispettato, è da febbraio che si parla di un aggiornamento ad android 6, con continui posticipi e rinvii.
      Mio padre possiede uno zenfone max, e quello è stato aggiornato.
      scelsi lo ze551ml anche per il fatto che asus aggiornava costantemente il software, ma da quando si è iniziato a parlare di zenfone 3 lo zenfone 2 non ha ricevuto più aggiornamenti, neanche quelli di sicurezza, ultimo aggiornamento 1 luglio 2016.
      Questa non è serietà, prossimo smartphone non sarà di certo ASUS!!!

      • Monika Mou

        Solo per precisare ed evitare disinformazione ma bisogna ricordare che tra la fine di Luglio e gli inizi di Agosto 2016, Asus ha fornito ben due aggiornamenti firmware per zenfone 2, di cui uno corposo. Per la cronaca, gli Zenfone 2, come da contratto con Google/Android, dovrebbero ricevere assistenza come minimo fino ad Aprile 2017 (2 anni).

        Android M è stato rilasciato per i tester nel mese di Giugno 2016. Entrando nel forum di Asus ZenTalk è abbastanza evidente che i tester hanno trovato varie lacune in Android M, tutte segnalate ad Asus, da cui ne deriva il ritardo. Come al solito, così come successo già per Android Lollipop, gli informatici di Asus devono lavorare per sopperire alle gravi lacune, anche in termini di sicurezza, di Google Android. La cosa certa è che, a differenza di altre aziende che hanno fatto la gara per il rilascio di Android M (piazzando sul mercato solo delusione), Asus vuole che tutto proceda per il meglio, piuttosto che ritrovarsi con clienti inferociti con un prodotto non funzionante. A proposito dell’assistenza tecnica non credo che ci siano aziende capaci di riparare un prodotto in garanzia nel giro di una settimana, oppure di regalare Zenfone 2 in caso di ritardo sulle consegne o di proporre garanzie tipo ZenCare con sostituzione del prodotto in caso di caduta con rottura del display o altro! Questa è molto più che una semplice serietà, quindi il prossimo prodotto è uno Zenfone 3!!!

        • Caranor

          Ok, Se tutto questo è vero allora un comunicato ufficiale potevano farlo.
          Non ci andava tanto a dire che l’aggiornamento sta avendo dei problemi per i seguenti motivi…

  • Alessio Susi

    Il problema di ASUS non sta tanto nella qualità e nei prezzi dei prodotti (che sono entrambi molto buoni), ma nell’assistenza e nel rilascio costante di aggiornamenti di sistema. Marshmallow per qualche motivo qualcuno lo ha scaricato, qualcuno no. È disponibile per ZenFone Selfie, Laser e Zoom ma io di quest’ultimo l’ho dovuto scaricare e installare manualmente dal sito ma ora dal sito il file è sparito. Insomma ho preso questo prodotto perché sapevo che ASUS è un’ottima azienda e perché rilascia molti aggiornamenti per il sistema (ha reso Android 5.0 molto più stabile di qualunque altro produttore), ma ora sta abbassando gradualmente la sua credibilità.

    • CRC

      Il motivo dei mancati aggiornamenti sta nel soc Intel, dato che la stessa non supporta più i processori mobile e non ne rilascerà i driver. Per quanto riguarda le vendite, lo Zenfone 3 lo hanno presentato in tutta fretta ma ancora non è disponibile in gran parte del mondo, cosa pretendono…

Top