Recensione Huawei Fit – Huawei ha provato ad entrare in un campo dove pare ci sia spazio di crescita, quello degli ibridi che si posizionano a metà tra un fitness tracker di base (come MiBand 2), gli smartwatch veri e propri come tutti gli Android Wear e gli sport watch dedicati prettamente alla pratica sportiva.

A primo impatto Huawei Fit sembra quasi unico, perchè le alternative esistono (Fitbit, Vivo, TomTom, Samsung) però ognuno la vede a suo modo e c’è chi privilegia le funzioni smart, chi ci mette un GPS per la corsa, chi invece maschera uno sportwatch fatto e finito da smartwatch.

Sappiamo ormai che Huawei fa le cose per bene, ma per 150€ è impossibile avere tutto. Quindi quali sono i compromessi? E dove, invece, la casa cinese ha deciso di puntare per dare un carattere al suo Fit? Tutte le risposte sono nella nostra recensione.

Huawei Fit, video recensione

Hardware ed ergonomia

Huawei Fit può contare su una certificazione IP68 per la resistenza ad acqua e polvere, inoltre è protetto dalle infiltrazioni fino a 50 mt di profondità. Questo è sicuramente uno dei tratti che lo distinguono dai competitor, non a caso integra una funzione per il monitoraggio del nuoto.

La cassa è in alluminio satinato, disponibile nella colorazione silver o grigio ed è abbinata rispettivamente ad un cinturino da 18mm arancione o da 20 mm nero. (La versione “Moonlight Silver” arriverà solo a Gennaio).

La parte inferiore, in plastica, ospita il sensore di battito cardiaco PPG e 4 pin elettrici per la ricarica. Questa avviene appoggiando l’orologio su una basetta apposita, alla quale rimarrà attaccato magneticamente.
Per una ricarica completa sono necessari circa 40 minuti.

huawei-fit-2_tta

L’attacco al cinturino è standard, per cui potrete sostituirlo con elementi da 18 mm o 20 mm a seconda della versione di Huawei Fit.

Si indossa molto comodamente, la sensazione è quella di un normale orologio leggero tipo Swatch. Il suo peso è di soli 35 grammi e questo farà sì che vi dimenticherete di averlo al polso.
Anche le dimensioni sono contenute, con un diametro di 39,4 mm e uno spessore di 11,2 sarà molto discreto anche in situazioni che richiedono un abbigliamento formale.

huaweifit-1_tta

A livello costruttivo l’unica pecca è l’esposizione totale del vetro protettivo (Gorilla Glass) con il rischio costante di sfregamento e quindi graffi.

All’interno abbiamo un accelerometro, un giroscopio, un motore di vibrazione e la batteria da 80 mAh.

L’autonomia dipende dalle funzioni attivate, con battito cardiaco costantemente monitorato e tutte le notifiche in push, non si va oltre i 3 giorni.

Se si rinuncia alle notifiche l’autonomia sale a 5 giorni.

Display

Il display da 1,04 pollici ha risoluzione 208×208 pixel ed è di tipo e-ink transreflective. A livello di leggibilità è una tecnologia ideale: non soffre l’esposizione diretta alla luce del sole, anzi, la riflette totalmente e sfrutta le retroilluminazione per mantenere costante il contrasto.

Va bene di giorno come di sera, grazie ad una retroilluminazione adeguata e automatica (c’è un piccolo sensore di luminosità nascosto sotto il vetro).

huaweifit-copertina

Il prezzo da pagare per i display e-ink è una reattività enormemente inferiore rispetto ai normali schermi LCD o AMOLED. Per questo motivo i vari swipe e tap che useremo per interagire con l’orologio dovranno essere lenti e precisi.

Funzioni smart

Huawei Fit può portare tutte le notifiche al polso. Non sarà possibile rispondere, ma solo leggere le notifiche.

L’aspetto positivo è che avremo molte informazioni sulla notifica, dal mittente al testo completo del messaggio e la qualità della visualizzazione sarà più che sufficiente.
Il lato negativo è che dovremo necessariamente escludere le notifiche dall’orologio una volta lette, altrimenti si accumuleranno e verranno raggruppate, con il risultato che, dopo qualche ora, non si riuscirà più a capire nulla.

Molto positiva la sveglia intelligente, la vibrazione si attiverà a partire da 10 minuti prima dell’orario impostato. Questo solo se l’orologio si accorgerà che siamo in una fase di sonno leggero.

Allo stesso modo, Huawei Fit entrerà automaticamente in modalità “non disturbare” quando rileverà il sonno.

Fitness tracker

Huawei Fit rileverà i vostri passi, calorie bruciate e sonno durante tutta la giornata.

Abbiamo trovato sufficientemente precise le misurazioni sui passi, con solo una leggera tendenza a sovrastimare il risultato se ci muoviamo in macchina o facciamo lavori manuali.

Il sonno è rilevato correttamente, a parte i minuti immediatamente precedenti al sonno e quelli immediatamente successivi, quando, se non ci muoviamo molto, veniamo catalogati come dormienti.

L’orologio monitorerà anche il vostro battito cardiaco ad intervalli di 20 minuti, anche in questo caso le misurazioni sono piuttosto precise.

Sport

Huawei Fit è in grado di rilevare le attività di camminata, corsa, bici, nuoto e tapis roulant.

In tutti i casi potremo scegliere di avviare l’attività dall’orologio o dallo smartphone, e in questo caso, abilitare il GPS per una migliore tracciatura.

La modalità nuoto (a parte il simpatico bug della dicitura “nuovo” sulla schermata apposita) viene tracciata ma al momento le statistiche non vengono salvate.

Per la modalità bici e tutte le altre attività, verrà avviato il monitoraggio continuo del battito cardiaco.
Confrontando i risultati con un Polar RC3, sportwatch con fascia cardio, abbiamo notato una buona precisione nella tendenza, mentre i picchi brevi che si generano con ripetute, brevi scatti o brevi tratti di salita se siamo in bici, vengono completamente persi.

In generale, però, le performance sul rilevamento del battito sono sopra la media di altri prodotti simili.

L’attendibilità sulla distanza percorsa di corsa e in camminata lascia a desiderare. Il motivo è molto semplice: non possiamo regolare l’ampiezza del nostro passo.

La logica conseguenza di questa lacuna è una stima della distanza largamente imprecisa, a meno che non camminiate con una ampiezza “standard” o corriate ad un ritmo fisso intorno ai 6 min/km.

Per quanto riguarda la precisione del conteggio dei passi l’errore medio che abbiamo riscontrato è di circa +- 10 passi su 400 effettivi. Un errore di circa il 2,5%.

In conclusione

Huawei Fit è arrivato da pochi giorni sul mercato ad un prezzo consigliato di 149€, in linea con altri prodotti con le medesime caratteristiche.

Essendo un device a metà strada tra le funzioni smart, sport e tracking può piacere a tutti. E’ abbastanza accurato in tutte le sue funzioni, certamente più affidabile delle smartband più comuni.

Non pensate, però, di poterlo utilizzare per monitorare con precisione il running e allo stesso modo non aspettatevi le funzioni avanzate nella gestione delle notifiche, tipiche di uno smartwatch con Android Wear.

E’ un prodotto per chi cerca qualcosa in più rispetto ad una smartband ma non ha la pretesa di monitorare attentamente le proprie performance atletiche.

Migliori offerte sul web per Huawei Fit: Nessuna offerta al momento

Pagella

9.0
Ergonomia
8.5
Hardware
8.0
Software
8.5
Display
7.5
Batteria
7.8
Qualità/Prezzo
7.8
Materiali
8.0
Esperienza Utente
7.8