Il Nexus S viene utilizzato nel PhoneSat 2.4

Il Nexus S viene utilizzato nel PhoneSat 2.4
{ "img": {"small":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2013\/12\/NASAphonesat.jpg","medium":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2013\/12\/NASAphonesat-460x319.jpg","large":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2013\/12\/NASAphonesat-576x400.jpg","full":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2013\/12\/NASAphonesat.jpg","retina":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2013\/12\/NASAphonesat.jpg"}, "title": "Il Nexus S viene utilizzato nel PhoneSat 2.4" }

Benché dal design non sia riconoscibile, quello che vedete fotografato nell’immagine qui sopra è il primo googlefonino realizzato in collaborazione con Samsung, ovvero il Nexus S. I componenti interni del piccolo satellite denominato PhoneSat 2.4 sono, infatti, gli stessi del Nexus S.

La NASA ha lanciato in orbita il piccolo satellite da 7.500 $ circa due settimane fa, ma è solo il secondo di una serie di satelliti che fanno parte del progetto Edison Demonstration of Smallsat Networks. Il primo è stato, infatti, lanciato lo scorso Aprile ed era denominato PhoneSat 1.0, mentre durante il prossimo Febbraio sarà già lanciato il PhoneSat 2.5.

Il fine del PhoneSat è quello di consentire ai satelliti a cui è collegato di comunicare e operare utilizzando soluzione dal costo contenuto. La NASA fa sapere che è stato scelto uno smartphone proprio perché integra tutto ciò di cui si ha bisogno per operare con un satellite, dalle capacità di calcolo alle varie funzioni di comunicazione.

Via