Canonical annuncia il porting di Ubuntu per OnePlus One e Sony Xperia Z1

Canonical annuncia il porting di Ubuntu per OnePlus One e Sony Xperia Z1
{ "img": {"small":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/02\/Xperia-z1-oneplus-one-ubuntu.png","medium":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/02\/Xperia-z1-oneplus-one-ubuntu-460x256.png","large":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/02\/Xperia-z1-oneplus-one-ubuntu-635x353.png","full":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/02\/Xperia-z1-oneplus-one-ubuntu.png","retina":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/02\/Xperia-z1-oneplus-one-ubuntu.png"}, "title": "Canonical annuncia il porting di Ubuntu per OnePlus One e Sony Xperia Z1" }

Dopo l’annuncio dello smartphone Meizu Pro 5 Ubuntu Edition e del tablet BQ Aquaris M10 (qui potete trovare la nostra video-anteprima direttamente dal MWC 2016), sembra che il sistema operativo di Canonical stia per approdare, grazie alla community, anche su due altri dispositivi, questa volta già in commercio: stiamo parlando di OnePlus One e Sony Xperia Z1.

Si tratta di due smartphone ormai non più recentissimi, dal momento che il primo è stato commercializzato nel 2014 e il secondo addirittura nel 2013, ma ancora decisamente validi dal punto di vista prestazionale visto che montano rispettivamente SoC Snapdragon 801 e 800. Trattandosi di prime build non mancano certamente i bug, anche piuttosto gravi (al momento pare che sul One non funzionino fotocamera, GPS e Bluetooth), ma probabilmente la maggior parte di essi verranno risolti relativamente a breve.

I file per il download non sono ancora disponibili, ma potete iniziare a dare un’occhiata alle istruzioni per l’installazione su OnePlus One nella pagina del mainteiner a questo indirizzo, dove potrete effettuare eventualmente una donazione in caso in futuro apprezzerete il lavoro svolto. Per quanto riguarda invece Xperia Z1 non abbiamo ancora una pagina dedicata, ma ci aspettiamo novità a breve. Per una lista dei device supportati attualmente potete recarvi sul sito ufficiale di Ubuntu a questo indirizzo.