Android Studio 2.3: migliorato Instant Run, Constraint Layout e molto altro

Android Studio 2.3: migliorato Instant Run, Constraint Layout e molto altro
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/03\/android-studio-23-840x474.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/03\/android-studio-23-840x474-460x260.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/03\/android-studio-23-840x474-635x358.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/03\/android-studio-23-840x474.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/03\/android-studio-23-840x474.jpg"}, "title": "Android Studio 2.3: migliorato Instant Run, Constraint Layout e molto altro" }

Come vi abbiamo già segnalato a metà dicembre, Google è al lavoro su Android Studio 2.3, la nuova versione dell’IDE ufficiale del robottino verde: dopo la beta, quest’oggi è stata ufficializzata la versione stabile con migliorie ad Instant Run, alle icone, al Layout Editor e al nuovo Constraint Layout.

La nuova versione ha migliorato sensibilmente Instant Run e dà la possibilità agli sviluppatori di scegliere se riavviare l’intera applicazione o “applicare i cambiamenti” attraverso un hotswap grazie alla divisione dei due bottoni.

Build Cache è attiva di default e dovrebbe permettere di velocizzare il clean build delle app grazie ad alcuni accorgimenti che riguardano l’inclusione in cache di librerie esterne e Android Archive Libraries.

Il Constraint Layout, di cui vi abbiamo parlato per molto tempo, si migliora e permette di incatenare due o più View per formare un gruppo su una dimensione e inserisce la possibilità di poter mantenere i rapporti dimensionali di un widget, come ImageView e molto altro.

Il Layout Editor si arricchisce grazie all’aggiunta della ricerca e la presenza di un’anteprima del widget o della View che stiamo inserendo. Inoltre, il wizard per le icone ora contiene finalmente anche una descrizione di ogni singolo vettore ed include la ricerca per una veloce consultazione di quello che lo sviluppatore necessita.

Ultimo, ma non per importanza, è stato aggiunto anche un nuovo modello predefinito di Activity con un menu di navigazione nella parte inferiore dello schermo, proprio come succede su Google+ e Google Foto.

Insomma, c’è moltissima carne al fuoco e sicuramente sarete curiosi di provare tutte queste novità nel vostro IDE. Potete scaricare Android Studio 2.3 dal download manager interno o nella pagina di Android Developers: troverete anche maggiori dettagli sulle migliorie di meno rilievo.

Fonti: Googleblog,
Condividimi!