Come simulare Android P su qualsiasi smartphone con la personalizzazione (video)

Come simulare Android P su qualsiasi smartphone con la personalizzazione (video)
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/03\/Android-P-Essential-Phone-Personalizzazione-tta2.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/03\/Android-P-Essential-Phone-Personalizzazione-tta2-460x259.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/03\/Android-P-Essential-Phone-Personalizzazione-tta2-635x357.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/03\/Android-P-Essential-Phone-Personalizzazione-tta2.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/03\/Android-P-Essential-Phone-Personalizzazione-tta2.jpg"}, "title": "Come simulare Android P su qualsiasi smartphone con la personalizzazione (video)" }

Oggi il nostro consueto episodio sulla personalizzazione dei vostri smartphone Android è dedicato completamente alla simulazione di Android P, il nuovo sistema operativo di Google ufficializzato e lanciato in Developer Preview qualche giorno fa.

Cercheremo di riprodurre l’interfaccia di quella che dovrebbe essere la versione 9.0 di Android, grazie a un porting del Launcher ufficiale, wallpaper, funzioni come quella relativa agli screenshot, il tema globale e molto altro.

Android P su qualsiasi smartphone con la personalizzazione

Launcher di Android P

Fortunatamente grazie a un utente di XDA è stato eseguito un porting del launcher di Android P che dovrebbe funzionare correttamente anche su dispositivi che non hanno Android Oreo a bordo, con le dovute eccezioni, vi invitiamo a segnalarci eventuali malfunzionamenti nei commenti.

 

Qualora vogliate scaricarlo vi basterà recarvi al link alla fine di questo paragrafo, abilitare l’installazione da sorgenti sconosciute e installare l’apk corrispondente.

Download Launcher di Android P

Sfondi ufficiali di Android P

Anche gli sfondi sono stati estratti dalla prima versione di Android P: in tutto sono 18, alcuni risultano davvero molto carini pur essendo particolarmente minimal, quelli colorati potrebbero sembrare un po’ troppo giocattolosi.

Per scaricarli vi basterà recarvi al link alla fine del paragrafo, mentre potrete scaricare le suonerie ufficiali presenti sui Google Pixel 2 direttamente da qui.

Download sfondi Android P

Tema di Android P con Flux White

Incredibile ma vero, un tema quasi del tutto identico a quello utilizzato da Google su Android P è già disponibile da tempo con Substratum. In questo caso non si tratta di un porting ma di un’incredibile coincidenza, tranne per piccoli particolari, qualora installiate questo tema, vi sembrerà di usare un Pixel 2 con la developer preview di Android P.

Per procedere all’installazione dovrete installare Substratum, a tal proposito avete a disposizione diverse alternative:

  • Se avete un dispositivo con permessi di root abilitati, non dovrete far altro che installare Substratum (download) dal PlayStore
  • Se avete un device Samsung con Nougat potrete fare a meno del root installando un’app dedicata (download)
  • Se avete uno smartphone con Android Oreo potete utilizzare Substratum a patto di acquistare un’app chiamata Andromeda (download)

Una nostra guida completa all’utilizzo di Andromeda e degli altri metodi per Substratum è disponibile a questo link, vi consigliamo di seguire i passi attentamente se è la prima volta che usate questa potente applicazione per la personalizzazione.

Una volta installato correttamente Substratum ed eventuali plugin per renderlo funzionante, non dovrete far altro che installare dal PlayStore il tema Flux White. Anche in questo caso, purtroppo, si tratta di un’applicazione a pagamento, ma davvero ben fatta visto che vi consentirà di cambiare aspetto al centro notifiche, alle impostazioni e anche ad applicazioni di terze parti, tutto seguendo lo stile colorato di Android P.

Flux White

 

Google Markup di Android P

Un’altra funzione di Android P sui Pixel 2 riproducibile su qualsiasi altro smartphone Android è Google Markup: si tratta della nuova gestione degli screenshot con possibilità di modifica al volo, funzione già presente su alcune personalizzazioni dei produttori, ma ora integrata da Google a livello di sistema.

Per utilizzarla dovrete installare una versione modificata di Google Markup, estratta da un utente di XDA, tramite “.apk”, anche se purtroppo funziona in questo caso solo su smartphone con Android Oreo a bordo.

Una volta installata, quando andrete a effettuare uno screenshot, vi basterà aprire il centro notifiche e toccare su condividi scegliendo l’applicazione “Markup”: vi si aprirà la stessa app di modifica presente su Android P, con la possibilità di scrivere attraverso pennelli colorati, cambiare colore, usare un evidenziatore, ritagliare e eventualmente salvare e condividere l’immagine.

Download Google Markup

Android P volume slider

Per ultima la nuova grafica per la gestione del volume, in questo caso dovremo scendere a un compromesso. L’applicazione da scaricare è Android P Volume Slider, e avete due opzioni per procurarvela:

  • acquistarla sul PlayStore a pagamento da questo link
  • scaricarla in modo del tutto gratuito e legale su XDALab, semplicemente iscrivendovi al noto forum

Una volta installata l’app avrete a disposizione un widget nel centro notifiche con tutti i campi di gestione del volume, toccando su una funzione vi si aprirà lo slider per gestire l’audio di un determinato campo del sistema operativo, ad esempio per il telefono, il bluetooth, la sveglia e tutto il resto. Sarà possibile, inoltre, inserire anche questo widget direttamente sulla home.

La cosa fastidiosa, a nostro parere, è che non sarà possibile gestire il volume con questa grafica attraverso i tasti fisici ma solo usando il widget dedicato, in questo caso, quindi, siamo di fronte a un accorgimento estetico un po’ fine a se stesso.

Qualora vogliate recuperare tutti gli scorsi episodi sulla personalizzazione vi consigliamo di seguire la nostra pagina dedicata.