Studi recenti confermano che le microSD rallentano gli smartphone

Alcuni di voi a volte si saranno chiesti come mai, dopo aver speso tanti soldi per uno smartphone che si credeva super veloce, questo alla fine è risultato più lento di quanto si credesse? Vi è una risposta a tale quesito che ci viene fornito da Hyojun Kim, uno studente dottorando al College of  Computing al Georgia Tech, il quale ha condotto uno studio approfondito sulle microSD disponibili per gli smartphone, giungendo a conclusioni interessanti.

Con le microSD inserite negli smartphone, infatti, si perde una percentuale di prestazione altissima, che può oscillare tra il 100% ed il 300%, arrivando fino al 2000% in casi rarissimi. Kim ha analizzato memorie flash di diversa marca ed ha individuato qual è il problema che sta alla base di tutto, ovvero un’inadeguata ed ormai superata tecnologia con le quali sono fatte tali microSD, la cui tecnologia, appunto, non è al passo con quella dei dispositivi moderni, e questo lo si può osservare da come il software gestisce i dati di I/O (input/output).

Secondo Kim, una soluzione potrebbe essere rappresentata dall’adozione di altri tipi di memoria, le PRAM ad esempio, le quali sono delle memorie non volatili (cioè mantengono i dati anche se viene spegnto il cellulare) che possono essere scritte e riscritte teoricamente per un numero infinito di volte, a differenza delle attuali memorie flash, e possono offrire prestazioni superiori a queste ultime anche di 30 volte.

Tale ricerca, inoltre, mette alla luce come le microSD possano avere migliori prestazioni riorganizzandone il file subsystem, rendendolo “pulito ed ordinato”. A questo punto già vi starete chiedendo qual’è la marca di microSD che offre le migliori prestazioni. Secondo lo studio condotto da Kim, le schede di memoria flash Kingstone sono risultate le peggiori in assoluto, offrendo tempi di risposta molto più lunghi rispetto anche a schede di memoria di altre marche di rilevanza minore. Le migliori invece sono risultate le Trascend, ma comunque lo studio mette alla luce quello che è il male minore, ovvero qual’è quella memoria flash (che sicuramente rallenta lo smartphone) più veloce.

Quindi non è vero che tutte le schede di memoria sono uguali, bisogna sceglierle per bene poichè si può incorrere in spiacevoli inconvenienti.

 


 

Su cosa si è basato questo studio, e come Kim è riuscito a giungere a tali risultati? Per tale scopo sono stati testati i tempi di avvio di 8 applicazioni con schede microSD di 10 diverse marche, ed il diagramma di seguito illustra l’andamento del test:

Kim infine propone 4 accorgimenti che possono essere presi in considerazione al fine di migliorare le prestazioni delle schede di memoria sugli smartphone. I 4 suggerimenti che lo studente dottorando propone sono i seguenti:

  1. I dispositivi mobili devono aver bisogno di più supporti di memorizzazione;
  2. I Firmware e i driver di periferica devono essere scritti in maniera migliore, in modo da ottimizzare il più possibile l’utilizzo dei supporti di memorizzazione;
  3. I sistemi operativi devono essere ottimizzati per evitare i cosiddetti “colli di bottiglia” e devono offrire nuove funzionalità;
  4. Devono essere effettuati dei cambiamenti a livello di applicazione per poter utilizzare al meglio l’interfaccia di  collegamento del supporto di memorizzazione in dotazione.

Dunque, secondo tale studio, non basterebbero microSD di classe superiore, come quelle di classe 4, 6, 8, o 10, poichè si avrebbe comunque una cospicua perdita di prestazione dello smartphone rispetto all’utilizzo dello stesso senza alcun supporto di memorizzazione. Sicuramente questa non è una preoccupazione che assale i possessori di tutti quegli smartphone aventi sola memoria interna, come Nexus S, Galaxy Nexus, ed altri, e molto probabilmente proprio per questo Google ha deciso di non inserire il supporto alle microSD negli ultimi suoi due Nexus, proprio per non perdere in prestazioni.

Quello che potrebbe essere interessante osservare, se Kim vorrà continuare lo studio, sarebbe il confronto prestazionale tra tali dispositivi, ovvero tra quelli non dotati di supporto per memorie flash, mentre se ritenete che il vostro smartphone Android è molto più lento di quanto pensate, allora provare a cambiare marca di microSD potrebbe risultare una scelta giusta.

Voi come vi trovate con il vostro smartphone? Notate delle differenze nell’utilizzarlo con microSD e senza microSD?

[Via]

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Andrea Tajarol

    Poco tempo fa ho dovuto comprare una scheda sd , il mio telefono sembrava funzionare perfettamente, ma poi mi cascò.
    Dovetti cambiare lo schermo, poi notai che il telefono ogni tanto si bloccava.
    DOVEVA ESSERE LO SCHERMO, NE ERO SICURO!
    Poi tolsi la scheda sd e non mi dette più problemi!!!
    Non me lo aspettavo, mi ha tradito T.T

  • Pingback: [ KERNEL ][✔ICS✔JB] CastagnaIT v10.9 (OC/UV, Governors, I/O, ...) [05/04/2013] - Pagina 238 - Forum Android Italiano()

  • Mi sembra una scoperta un pò “ovvia”… Che la velocità di lettura/scrittura da SD sia più lenta di quella della memoria interna si sapeva da tanto, resta il fatto che se la versione 32 GB di un telefono ne aumenta il prezzo di 120€ allora preferisco la micro SD!!

  • Gionata Stante

    Io ho un Nexus s e senza microSD mi trovo benissimo!

  • Alessiomora93

    Ma le microsd non possono essere cancellate e riscritte un numero infinito di volte?

    • Mb22

      No, con l’uso si deteriorano, anche se comunque su una cella di memoria ci puoi scrivere dalle 10k al 1M di volte.

  • Allora; la prima domanda che mi sorge spontanea è: Il tizio in questione ha testato la velocità di avvio di alcune App (anche pesanti), ma qst Apps erano installate sulla memoria del telefono o sulla MicroSD?
    Direttamente, quindi, le MicroSD rallentano il dispositivo solo essendo introdotte nel terminale o solo le ci sono le App in questione sopra?
    Altra domanda è: Come fare a tenere tutto “pulito e in ordine” come descritto?
    Io per esempio sulla MicroSD ci tengo solo Foto e Mp3 e Video, il resto lo metto nella Memoria di massa. Motivo per cui sono convinto che sia meglio uno smartphone con meno memoria di massa, (per le Apps Basterebbero 4GB, 8 se proprio lo si vuole imbombare di Apps spesso inutili, o se si usa un navigatore Off line che quindi deve “memorizzare” le mappe) ma che magari possa leggere le MicroSD XC.
    Inoltre, cade proprio a fagiolo, il fatto che da poco ho portato il mio GSII in assistenza, quindi formattato, ed ho notato che pur senza MicroSD, il sistema operativo “pulito”, quindi senza Apps installate se non quelle di Default, era più reattivo e veloce, ma una volta reainstallate tutte le Apps che avevo prima (circa una 50ina) è cmq rallentato… Di poco ma è rallentato. Quindi, se è pur vero che la MicroSD rallenta il sistema c’è da capire se lo rallenta a prescindere, o solo nel caso incui ci si installino sopra le Apps. Io non ho notato particolari rallentamenti con o senza MicroSD.

    • Ivan

      Stesso mio pensiero.

  • belloni90

    e quindi l’iphone sembra più “veloce” perchè non ha la microsd ?

  • Le microSD rallentano se usate come memorie principali di immagazzinamento dati e programmi. Ma questa non è una novità.
    Nella microSD del mio ci tengo solo alcune foto ed mp3, per i quali la scrittura non è prevista e la velocità di lettura non è un fattore critico.

  • quindi dobbiamo smontarla?

  • Nicola

    ma non basterebbe installare le applicazioni sulla memoria del cellulare ed usare le microSD solo per i dati (tipo musica, video, e immagini)?

  • Max

    ma le 8 applicazioni avviate erano installate sulla microsd? questa cosa non l’ho capita..

  • Federico D’Amico

    be non è una novità cioè questo si riscontra anche coi pc se si hanno unità esterne..

  • d’accordissimo, e già lo pensavo da tempo senza alcuna prova o grafico. Per questo non capisco le persone che si lamentano quando uno smartphone non ha il supporto per schede microSD, quando magari hanno 16 GB di memoria interna, per me più che sufficiente, e soprattutto molto più performante. Spero in futuro questo venga preso come regola dai produttori, ovvero tutti gli smartphone, dal più economico al più costoso devono avere un buon quantitativo di memoria interna, di sicuro non meno di 8 GB. Io ad esempio ho il nexus One da appena uscito e a distanza di due anni è un cellulare perfetto e ci faccio di tutto, l’unica grande pecca è la memoria interna inesistente

    • Lorenzo R.

      per gli smartphone di fascia bassa dovrebbero imporre come minimo 750MB di memoria. PEr quelli di fascia alta 16GB. così sarebbe l’ideale secondo me :)

    • Consideriamo però che, a meno di non partizionare ulteriormente la memoria di massa, mettendo anche Foto, Musica e Video sulla stessa, si va ad usurarla di più. anche perchè spesso Foto, Mp3 e Video vengono cancellati e riscritti di continuo. Come ho già scritto forse sarebbe meglio una memoria di massa del telefono sufficiente a contenere anche un buon quantitativo di Apps e programmi (ed installarci solo quelli) e poi avere una MicroSD da “usurare” per Foto, video, E Musica che spesso sono i dati più volubili nell’utilizzo.
      Si avrebbero così, maggior spazio per le Apps e minor usura della memoria di massa del telefono.
      Per il resto non credo che la SD rallenti troppo il telefono se non ci vengono scritte (e quindi da cui vengono lette) le Apps.

      • Paino

        Non so negli altri, ma nel nexus s funziona cosi, dei 16GB decantati totali, uno è riservato esclusivamente per le app, i restanti 15 il telefono li riconosce come “memoria SD” pur essendo, anch’essi, all’interno del telefono

    • Gattestro_ridicolo

      ti dico io il perchè, perchè per te è sufficiente ma per altri ( me compreso) 16 gb sono assolutamente insufficienti. Tenendo conto che non sono 16gb effettivi, installando 4-5 giochi gameloft, facendo qualche video full-hd, mettendo qualche canzoncina da ascoltare… beh la memoria è già piena.

Top