Il Nexus S viene utilizzato nel PhoneSat 2.4

NASAphonesat

Benché dal design non sia riconoscibile, quello che vedete fotografato nell’immagine qui sopra è il primo googlefonino realizzato in collaborazione con Samsung, ovvero il Nexus S. I componenti interni del piccolo satellite denominato PhoneSat 2.4 sono, infatti, gli stessi del Nexus S.

La NASA ha lanciato in orbita il piccolo satellite da 7.500 $ circa due settimane fa, ma è solo il secondo di una serie di satelliti che fanno parte del progetto Edison Demonstration of Smallsat Networks. Il primo è stato, infatti, lanciato lo scorso Aprile ed era denominato PhoneSat 1.0, mentre durante il prossimo Febbraio sarà già lanciato il PhoneSat 2.5.

Il fine del PhoneSat è quello di consentire ai satelliti a cui è collegato di comunicare e operare utilizzando soluzione dal costo contenuto. La NASA fa sapere che è stato scelto uno smartphone proprio perché integra tutto ciò di cui si ha bisogno per operare con un satellite, dalle capacità di calcolo alle varie funzioni di comunicazione.

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • andrea

    A me piacerebbe sapere nello specifico cosa fa e come lo fa( che app usa una volta in orbita, dove prende energia ecc)

  • Bremb0

    Mitico e immortale il mio buon vecchio nexus s :D

Top