Google Now vs Siri vs Cortana: assistenti virtuali a confronto (video)

Gli assistenti virtuali sono ormai una realtà nel panorama mobile odierno e, nonostante ciò, sono in continua evoluzione.

L’intero panorama degli assistenti virtuali è stato per anni dominato da Google e Apple ma, negli ultimi mesi, ha fatto la sua comparsa anche Microsoft integrando Cortana all’interno della versione 8.1 di Windows Phone.

Tra i tre, Siri è l’assistente virtuale più anziano, integrato per la prima volta nell’iPhone 4S nel 2011, seguito subito dopo da Google Now, introdotto nel 2012. Ma la verità è che il vero veterano in in questo campo è Microsoft, che ha a che fare con sistemi per il riconoscimento vocale da oltre un decennio a questa parte. Certo, l’utenza e il campo d’azione erano diversi allora, ma la compagnia di Redmond dovrebbe essere quella con la maggiore conoscenza a riguardo. Infatti Cortana, seppur ancora in versione BETA, ha tutta l’aria di essere un ottimo avversario per Google Now e Siri.

Unica pecca di Google Now? Mentre gli altri due assistenti virtuali dispongono, per così dire, di “un’anima” e sono capaci di interagire con l’utente (ad esempio Cortana è in grado di cantare una canzone e Siri imparerà a pronunciare correttamente il vostro nome), Google Now si limita ad eseguire i comandi impartiti.

Siamo consapevoli di avervi già mostrato in passato confronti del genere, ma abbiamo deciso di proporvi comunque questo video, perché molto approfondito e con versioni aggiornate dei software di assistenza virtuale, perciò degno di attenzione. Perciò, ecco a voi la sfida tra Google Now, Siri e Cortana. Chi vincerà?

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • ptram

    Forse Siri è molto migliorato dal momento in cui è stato realizzato il test, ma le cose che non riesce a fare nel video da me (in italiano) le fa tranquillamente. Le risposte vocali ci sono, alcune domande vanno formulate in maniera diversa (per esempio, si deve dire “Cerca religione” e non “Definisci religione”, domanda alla quale dà una risposta scherzosa).

  • Gigi

    La superiorità di Google Now è quasi imbarazzante.

  • Studente occasionale

    La cosa che manca a Google Now è una maggior interazione con l’utente. Se si chiedeva come mi chiamo o fammi uno scherzo non sapeva rispondere a differenza degli altri, questo è un punto su cui secondo me Google dovrebbe lavorare un po di più

    • alexanderi96

      google now e’ un assistente vocale che ti aiuta nella vita di tutti i giorni , non un amico immaginario ;)

  • alexanderi96

    la cosa che mi da fastidio e’ : perchè per google now non usano un nexus ? l’ s5 ha s voice … potevano confrontare anche quello D:

    • Ayowa

      Sono d’accordo. Dovevamo usare il Nexus per Google Now! Come hanno fatto con l’iPhone per Siri e con il Lumia per Cortana.

      • Roberto Simonelli

        Vero! È risaputo che sui nexus Google Now funziona meglio

  • danitkd93

    sarebbe bello vederlo uno in italiano, i comandi in americano sono molti di piu rispetto di quelli in italiano.

  • Michele

    Certo però potevano fare il paragone con S-Voice, sarebbe stato puù completo il confronto :D

    • alexanderi96

      quello non se lo fila nessuno haha nessuno quelli con i samsung!

  • luigididom

    Siri a livelli imbarazzanti

  • luigididom

    Non c’è proprio paragone… Google Now è superiore

Top