Android: il malware in aumento nel terzo trimestre 2013

android-malware

Sembra che alla costante crescita di popolarità e diffusione di Android faccia da contraltare un progressivo aumento del malware che affligge il sistema operativo mobile di Google.

Stando agli ultimi dati diffusi da F-Secure, infatti, sulle 259 famiglie di codice minaccioso scovate nel mondo mobile, ben 252 sarebbero quelle che riguardano Android, pari al 97%.

Le 7 minacce rimanenti sono relative a Symbian mentre iOS, BlackBerry e Windows Phone sembrerebbero essere le piattaforme più sicure da questo punto di vista.

Circa il 90% del malware che circola su Android sarebbe rappresentato da Trojan, con una grande percentuale dedicata al mobile banking (soprattutto sotto forma di SMSSpy, metodo che prova a carpire i messaggi inviati dalla banca con le credenziali di accesso ad un conto), probabilmente il settore di maggior interesse per chi si affanna a creare e diffondere questo genere di minaccia.

F-Secure ha anche individuato un crescente numero di PUA (Potentially Unwanted Applications), ossia applicazioni che contengono funzionalità non desiderate o mettono a rischio la sicurezza dei dati dell’utente.

I principali consigli di F-Scure per contrastare il fenomeno sono quelli di installare programmi anti-furto (impedendo così che dal device stesso possa essere dato accesso al malware), di scaricare applicazioni solo dal Play Store e di stare attenti ai permessi che ciascuna app richiede in sede di installazione.

Buona fortuna.

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Gabriele Profita

    Sì ok, ma la provenienza di queste app?
    Se uno installa da market non ufficiali per non pagare le app prendendole dal Play Store o si affida a market cinesi la cosa non mi stupisce.
    Il dato interessante sarebbe sapere quante di queste app infette sarebbero effettivamente diffuse tramite il Play Store ufficiale.
    Altrimenti è come dire ma guarda quanta gente si prende i virus scaricando roba piratata…insomma non ha senso.

    • Francesco

      I market non ufficiali non sono market cinesi. Ce ne sono anche cinesi ma i più importanti non lo sono.

      • Gabriele Profita

        Utilizzo anche io l’app shop di Amazon oltre al Play Store, ma sto parlando di ALTRI market non controllati e generalmente usati per pirateria. La diffusione nei market non ufficiali cinesi di malware é spaventosa e chi viene infetto se lo merita in quei casi essendosela cercata.

        • Francesco

          Aptoide è il market non ufficiale e “non controllato” più famoso e non è cinese manco per il c…

          • Gabriele Profita

            Lo so benissimo, ma la tua visione è molto occidentalocentrica.
            I Cinesi sono tantissimi e incidono in modo non indifferente su queste statistiche.
            Fatto sta che, market cinesi o meno, parlo di market non ufficiali e di roba pirata ed è lì che nel 99.99% dei casi si prendono malware.
            Questo articolo avrebbe avuto senso dicendo questa cosa ed analizzando anche quanto malware esista effettivamente sul Play Store.

          • Francesco

            Hai ragione a dire che sicuramente è nei market non controllati che si hanno maggiori minacce…

  • Andrea Benazzi

    Infatti molte app o giochi ho letto e vogliono i permessi alla rubrica ai messaggi app come la torcia ma come si possono bloccare ?

    • Riccardo Pozzati

      se non sbaglio dalla 4.3 in poi si possono revocare i permessi, ma non ne sono sicuro.

      • ffgtfr

        Si con Opp.Ap, ma non in 4.4

    • Mario

      I problemi sorgono quando si scaricano app non ufficiali e quando si fa un uso sconsiderato di alcuni permessi sul sistema. In un uso comune e sicuro il sistema non è meno sicuro di iOS o BB o WPhone. Spesso molte app sembrano richiedere accesso ad aree che non legano con il loro compito primario semplicemente perchè si fa uso di alcune librerie relative a quegli utilizzi. Lo store manifesta la possibilità del programmatore di poter usare quelle librerie per il loro scopo primario…

    • Federico Pierri

      Riguardo la torcia un mio amico ha un applicazione installata (Flashlight) nel suo Galaxy S2…ho cercato di rimuoverla ma nelle impostazioni non si può fare nulla, nè disinstallare, nè terminare.Ho cercato anche l’impostazione “ammistratore dispositivo” ma non è presente perchè ha ancora Android 4.0.4 come si può rimuovere senza un Hard Reset?

    • Sid Bradipao

      Non so come si possono bloccare. Però per cercare di controllare i permessi richiesti dalle app installate, mi sono creato un’app io stesso (GUARDIAN DROID di BRADIPAO su play store). Mi faccio un po’ di pubblicità, ma non ci guadagno niente, l’app è gratis, non ci sono pubblicità, e non richiede alcun permesso.

Top