Ecco 5 motivi per (non) comprare Xiaomi Mi MIX 3 (in versione cinese)

Ecco 5 motivi per (non) comprare Xiaomi Mi MIX 3 (in versione cinese)
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/12\/xiaomi_mi_mix_3_china_tta_03.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/12\/xiaomi_mi_mix_3_china_tta_03-460x345.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/12\/xiaomi_mi_mix_3_china_tta_03-635x476.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/12\/xiaomi_mi_mix_3_china_tta_03.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/12\/xiaomi_mi_mix_3_china_tta_03.jpg"}, "title": "Ecco 5 motivi per (non) comprare Xiaomi Mi MIX 3 (in versione cinese)" }

Abbiamo avuto il piacere di testare nelle ultime settimane il top di gamma di casa Xiaomi che massimizza il rapporto schermo/dimensioni grazie ad uno slider manuale che nasconde le fotocamere frontali. Si tratta ovviamente di Xiaomi Mi MIX 3, il quale però è attualmente solo in versione cinese, con un software lotano da quello che arriverà in Italia il 9 gennaio 2019.

Ringraziando GearBest per averci fornito questo modello, abbiamo stilato in un video una lista di 5 motivi per acquistare fin da subito Xiaomi Mi MIX 3, ma anche di 5 motivi per cui non acquistarlo (almeno fino a che non ve ne parleremo meglio in una recensione della versione globale).

5 motivi per (non) comprare Xiaomi Mi MIX 3 (video)

[videoiol youtube=”ywRkCoxxh3E”]5982616804001[/videoiol]

5 motivi per comprare Xiaomi Mi MIX 3

Il punti di forza principale di Xiaomi Mi MIX 3 è senza dubbio il suo design: alluminio 7000 ai bordi, ceramica sul retro e un bellissimo pannello AMOLED (quasi) senza bordi sul fronte ne fanno un vero e proprio gioiellino, pronto ad attrarre molti sguardi.

Non c’è solo l’estetica però. Anche a livello di prestazioni Mi MIX 3 non teme qualsiasi altro top di gamma, dato il suo Snapdragon 845 in accoppiata a 6 o 8 GB di RAM e 128 o 256 GB di memoria interna. Anzi, in futuro arriverà anche in una variante con 10 GB di RAM e con il supporto al 5G, magari vi conviene aspettare quella?

Il terzo punto per acquistare Xiaomi Mi MIX 3 sono le sue fotocamere. Sul retro c’è l’accoppiata del Sony IMX363 da 12 megapixel f/1.8 con PDAF e OIS e di altro sensore da 12 megapixel per lo zoom 2x. Insomma, gli stessi sensori di Xiaomi Mi 8 e Xiaomi Mi MIX 2S.
Sul fronte invece c’è un Sony IMX576 da ben 24 megapixel, ma solamente f/2.2, accompagnato da un secondo sensore da 2 megapixel per le informazioni sulla profondità.
I risultati sono delle foto decisamente buone: non le migliori su qualsiasi smartphone, ma convincenti per colori e dettagli nella maggior parte delle occasioni, adeguate al prezzo dello smartphone. Abbastanza buoni anche i video, che si spingono fino al 4K 60fps, seppur con qualche artefatto.
Potete visionare alcuni scatti di Xiaomi Mi MIX 3 all’interno del video presente in cima all’articolo.

Il quarto punto da non sottovalutare di Mi MIX 3 è la completezza della sua dotazione accessoristica. In confezione sono infatti comprese sia una basetta di ricarica Wireless con erogazione massima di 9V e 2A, sia una cover di ottima fattura che consente di proteggere lo smartphone senza impedirne l’uso dello slider.

L’ultimo punto che spinge all’acquisto di un Mi MIX 3 è senza dubbio il suo slider: per alcuni anacronistico, nella realtà questa soluzione ha ancora molto da offrire al mondo degli smartphone.
La costruzione risulta robusta, grazie soprattutto a due magneti al neodimio che rendono l’uso dello slider molto netto e impediscono che possa allenatarsi nel tempo.
A livello software poi è possibile associare l’apertura della fotocamera frontale, di un pannello con delle utilità rapide o di un’app a scelta ogni volta che lo slider viene scoperto. Inoltre sono presenti vari suoni di sistema da utilizzare per l’animazione dello slider, un tocco gradito.
Infine lo slider rende molto naturale l’uso dello sblocco con il volto, che è velocissimo e funziona bene anche in condizioni di luce scarsa (nonostante non sia in 3D).

5 motivi per non comprare Xiaomi Mi MIX 3

Ciò che invece non convince è sicuramente il peso: 218 grammi sono tanti, troppi. Ancor di più considerando che di per sé Xiaomi Mi MIX 3 è parecchio scivoloso, per cui è una buona idea usarlo con la sua raffinata (ma non leggera) cover.

Risulta un po’ di troppo anche il pulsante AI. Posizionato simmetricamente rispetto al pulsante di accensione, spesso mi sono trovato a premerlo per sbaglio con lo smartphone in orizzontale, e altre volte l’ho scambiato per il pulsante del volume a schermo spento. Tanto più che – nella versione cinese – non c’è modo di associarlo a Google Assistant piuttosto che all’assistente cinese di MIUI, il che lo rende davvero inutile.

Il terzo motivo per cui non acquistare Xiaomi Mi MIX 3 è il suo comparto audio. Se siete soliti consumare molti contenuti con lo speaker dello smartphone vi troverete con un volume massimo un po’ deludente e una sonorità carente nei bassi. Se invece usate molto spesso delle cuffie cablate, purtroppo qui non è presente la porta per il jack da 3,5 mm.

Sembra poi scontato, ma il quarto motivo per cui non acquistarlo è la MIUI 10 cinese. Attualmente le lingue di sistema sono solamente inglese e cinese, e il Play Store di Google va installato tramite file apk dedicati, non alla portata di chiunque. Come non alla portata di chiunque è avventurarsi nel mondo delle ROM modificate per risolvere queste carenze. Se non volete aver a che fare con questo tipo di gatte da pelare, aspettate la versione globale fino al 9 gennaio!

Infine l’ultimo punto per cui non consiglio l’acquisto di Xiaomi Mi MIX 3 è proprio lo slider, che prima ho elogiato. Questa soluzione ingegneristica è un po’ un odi et amo.
Molto bella, ma a volte troppo dura per riuscire ad utilizzarla con una mano sola se non si ha una presa perfetta dello smartphone.
Robusta, ma comunque un po’ scricchiolante alle estremità se non si utilizza la cover per tenere il tutto perfettamente al suo posto.
Sensibile alla sporcizia, con la griglia auricolare interna che cattura sempre molta polvere nel corso della giornata e la possibilità che un granellino di sabbia o qualcosa di affine strisci il vetro delle fotocamere frontali durante l’apertura e la chiusura dello slider.

Ricordiamo comunque che tra la versione cinese e quella globale non c’è nessuna differenza a livello hardware, per cui se avete le conoscenze per passare da una versione di MIUI all’altra può essere conveniente comprare quella con l’offerta migliore.

Il consiglio è tuttavia di aspettare fino all’uscita di MIUI 10 Global per Xiaomi Mi MIX 3 prima di procedere per l’acquisto, dato che si tratta di un’attesa di poche settimane. E magari aspettate anche la nostra recensione definitiva una volta uscito il software globale, se avete ancora qualche dubbio.

Se invece volete procedere subito all’acquisto, potete attualmente trovare Xiaomi Mi MIX 3 su GearBest ai seguenti prezzi: