WhatsApp non funziona: cosa fare, come risolvere e cause

WhatsApp non funziona: cosa fare, come risolvere e cause
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2022\/07\/whatsapp_down_non_funziona_malfunzionamento_tta_03.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2022\/07\/whatsapp_down_non_funziona_malfunzionamento_tta_03-460x345.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2022\/07\/whatsapp_down_non_funziona_malfunzionamento_tta_03-635x476.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2022\/07\/whatsapp_down_non_funziona_malfunzionamento_tta_03.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2022\/07\/whatsapp_down_non_funziona_malfunzionamento_tta_03.jpg"}, "title": "WhatsApp non funziona: cosa fare, come risolvere e cause" }

Quando WhatsApp non funziona o è in down come comportarsi e dunque cosa fare nello specifico per cercare di risolvere il malfunzionamento dell’applicazione di messaggistica istantanea più utilizzata in italia? Se WhatsApp non funziona possono essere differenti le cause e alcune non dipendono dall’utente ma da problemi legati ai server del software. Ma spesso e volentieri può capitare che qualcosa non vada proprio sullo smartphone personale, per questo abbiamo preparato una serie di indicazioni pronte all’uso.

Tutti conoscono WhatsApp, l’applicazione per tutti i sistemi operativi che permette di chattare, inviare foto e video, chiamare e videochiamare (anche in gruppo) e che presto potrebbe anche permettere di effettuare pagamenti. È di proprietà della costellazione Facebook e, dopo un inizio a pagamento, è diventata completamente gratuita.

Abbiamo diviso questa guida in varie casistiche con spiegazioni di causa ed effetto ed eventuali indicazioni per provare a risolvere – nel limite del possibile – i problemi di WhatsApp.

WhatsApp non funziona perché in down

Il caso forse più semplice da spiegare (e al contempo quello che non ha soluzioni per l’utente) è proprio il down di WhatsApp. Ci riferiamo a un problema che riguarda direttamente il software e che coinvolge milioni e milioni di utenti in una zona geografica localizzata oppure, come è successo diverse volte, a livello globale. Le cause possono essere differenti.

Se il down dura pochi minuti ed è localizzato in un’area geografica limitata, potrebbe essere dovuto ad alcuni lavori di manutenzione dei server o a problemi minori che spesso si risolvono in modo molto veloce.

Ma è capitato diverse volte che WhatsApp vada in down in modo massiccio e per lungo tempo, anche diverse ore. Qualsiasi sia il caso, l’utente non può fare altro che attendere che il problema venga risolto dalla società stessa. Va da sé che durante il down non sarà possibile inviare o ricevere messaggi, file né vocali. Per urgenze si possono utilizzare app alternative da Telegram a Facebook Messenger.

Per scoprire se il problema riguarda i server ci sono due risorse utili. La prima è Twitter, che da sempre fa da termometro in tempo reale sullo stato di salute dell’applicazione con l’hashtag #whatsappdown che è peraltro universale. La seconda è il portale DownDetector che informa in modo più approfondito su dove e per quanto i server hanno smesso di funzionare.

WhatsApp non funziona a causa della connessione

Escluso il down precedentemente illustrato, il problema di WhatsApp potrebbe riguardare lo smartphone specifico dell’utente. Cosa fare? Il più delle volte la causa sta in una connessione alla rete assente né tramite il wifi né tramite connessione alla rete dati. Insomma, WhatsApp non funziona perché non è in grado di collegarsi a Internet, un po’ come un’automobile che non ha più carburante.

Nel primo caso, quello del Wi-Fi, ci si dovrà assicurare che la rete casalinga funzioni. In primo luogo si dà un’occhiata al router e se ci sono tutte le spie accese e che non ce ne siano di rosse (di solito indicatore che qualcosa non va).

In tal caso, spegnere e riaccendere è la soluzione spesso più vantaggiosa. Ma se il problema persiste, telefonare all’assistenza del proprio operatore. Se le spie sono tutte verdi, dallo smartphone si può provare ad aprire una pagina dal browser interno. In caso ancora negativo, contattare l’assistenza è l’unica via.

Nel caso della connessione dati dallo smartphone, si può effettuare uno swipe (con il polpastrello) dall’alto verso il basso e controllare che sia accesa l’icona con le due frecce in alto e in basso. Se è accesa ma WhatsApp ancora non funziona, si può controllare che ci sia segnale telefonico (in alto a sinistra dello schermo) oppure che non ci siano errori di configurazione dell’APN. In questo senso, vi consigliamo di seguire le nostre guide su:

Infine, assicurarsi non sia terminato il traffico dati del proprio pacchetto. Ogni operatore ha un proprio numero per controllare oppure si può passare dall’applicazione ufficiale, se installata. Di solito, però, si è prima ricevuto un messaggio SMS che informa del credito esaurito.

WhatsApp non funziona a causa delle notifiche disattivate

Può capitare che WhatsApp funzioni, ma per qualche motivo non riusciamo a ricevere i messaggi. La causa sta nel fatto che le notifiche possono essere state disattivate. Senza notifiche, scopriremo la presenza di messaggi soltanto aprendo l’app. In questo caso bisogna seguire il percorso Impostazioni > Notifiche > WhatsApp e attivando le notifiche.

Ricordiamo che le notifiche sono quei messaggi che le applicazioni mostrano in alto nello schermo con alcune icone, quella di WhatsApp è una cornetta dentro circoletto. Con lo swipe con il polpastrello dall’alto verso il basso si aprirà una “tendina” con le notifiche più approfondite. Sempre nel caso di WhatsApp, si avrà un’anteprima con la prima frase del messaggio ricevuto (peraltro espandibile) e/o numero e anteprime di altre conversazioni. Se le notifiche sono disattivate, queste anteprime non arriveranno e dunque sembrerà che WhatsApp non funzioni.

WhatsApp non funziona in background

Spesso ci sono applicazioni che vanno in conflitto con WhatsApp come nel caso di alcuni task killer ossia software che ottimizzano le prestazioni di batteria e processore e che possono andare a inficiare il corretto funzionamento dell’app di messaggistica istantanea. E ne bloccano il funzionamento in background.

Questo significa che vanno ad individuare WhatsApp come sorgente di consumo energetico importante e, dunque, lo terminano. Seppur sia un caso minore, ci sono diverse segnalazioni a proposito e per questo motivo conviene disinstallare il programma per scoprire subito se è questa la causa.

WhatsApp non funziona a causa dell’hotspot Wi-Fi

C’è anche un’altra casistica che riguarda un conflitto con l’hotspot mobile ossia la condivisione della connessione con altri dispositivi, perché può capitare che molte volte questo vada a bloccare la sincronizzazione con alcune applicazioni, WhatsApp comprese. Quindi, un tentativo è quello di disattivare l’eventuale hotspot acceso sul proprio smartphone.

Per farlo, si dovrà effettuare col polpastrello uno swipe dall’alto verso il basso e cliccare sull’icona del pallino con due cerchi concentrici non chiusi (c’è anche la scritta hotspot). In alternativa, Impostazioni > Wireless e reti > Tethering / hotspot portatile > disattiva.

WhatsApp non funziona perché già in uso su un altro smartphone

Può capitare di aver installato WhatsApp su un altro smartphone utilizzando lo stesso numero personale. In questo caso l’utenza sul telefono originale non sarà più attiva perchè non è possibile avere una medesima utenza su due dispositivi, per politica dell’app.

Di conseguenza, bisogna ripetere da capo la configurazione andando a rimuovere la simcard dall’uno all’altro e, tramite il proprio numero di telefono, ricevere il codice di attivazione completando la procedura di installazione.

Non funziona l’audio di WhatsApp

Se non dovesse sentirsi correttamente l’audio, allora si deve controllare il valore del volume del telefono, dato che le impostazioni possono essere differenti per notifiche, riproduzione di media attraverso il vivavoce, per il volume del ricevitore o dell’auricolare. E spesso queste opzioni cambiano da modello a modello.

Per agire sul volume, si può premere sul tasto fisico al lato del dispositivo (bilanciere) con unico tasto o doppio tasto. Potrebbe esserci anche un’interferenza tra il sensore di prossimità dello smartphone con il dito o parte della mano e questo inficerebbe con la riproduzione audio tramite l’altoparlante ricevitore.

Se WhatsApp non funziona in microfono allora si può soffiare nel foro di solito posizionato nella parte inferiore del dispositivo. Nel caso il problema persista, portare in assistenza, potrebbe essere necessario un reset dello smartphone, con backup più che suggerito.

WhatsApp non funziona: altri suggerimenti

Abbiamo raggruppato in questo paragrafo una serie di consigli nel caso in cui i precedenti non siano andati a buon fine se WhatsApp non funziona. Spegnere e riaccendere lo smartphone può sembrare la soluzione ridicola, ma spesso e volentieri dimostra che i metodi empirici possono essere molto soddisfacenti.

Andare a disinstallare l’applicazione e reinstallarla è un altro metodo per cercare di riportare la situazione sotto controllo. In questo caso vi consigliamo di controllare che il backup sia attivo (Impostazioni interne a WhatsApp > Chat > Backup) per non perdere foto, conversazioni e altri elementi importanti.

Infine, si può provare a cancellare la cache di WhatsApp seguendo il percorso App > WhatsApp > Memoria > Cancella cache.

WhatsApp non funziona nel 2019

In ultima istanza, lo smartphone potrebbe essere troppo vecchio e, dunque, non più supportato da WhatsApp nel 2019. Nel caso di Android, parliamo di versioni assai vetuste del sistema operativo dalla 2.3.7 e precedente. Per quanto riguarda gli altri OS, iPhone con versione di iOS 7 o precedente, Nokia S40, Windows Phone 8.0, BlackBerry OS e 10.

Per controllare la versione di Android sul proprio dispositivo si va su Impostazioni > Sistema > Informazioni su. Se è troppo vecchio, l’unica soluzione per continuare a utilizzare Whatsapp è cambiare smartphone.

Condividimi!