Motorola continua a scommettere forte sul mercato degli smartphone e ad aprile 2023 presenta il suo nuovo prodotto di punta. Il nome è Motorola Edge 40 Pro e punta tutto su completezza hardware e software ma soprattutto su un rapporto qualità prezzo concorrenziale, per lo meno rispetto a un mercato che guarda sempre più in alto. Vediamo nel dettaglio cosa c’è da sapere in questa recensione.

Accessori in confezione di Motorola Edge 40 Pro

La confezione è ricchissima: oltre allo smartphone sono presenti il cavo di ricarica a trasferimento file USB Type-C, l’alimentatore da ben 125W, la spilla per rimuovere il carrellino della SIM e una cover in plastica dura di qualità.

Video recensione di Motorola Edge 40 Pro

Design & Ergonomia

Motorola Edge 40 Pro, successore di fatto di Motorola Edge 30 Ultra ed Edge 30 Pro, esteticamente non è per niente banale: in mano è molto piacevole ma è molto scivoloso essendo tutte le superfici molto lisce. Il motivo è anche legato al fatto che ogni lato di questo smartphone è stondato: il display è stondato su tutti e 4 i lati, il retro è stondato e persino il modulo fotografico. Mossa audace in quanto nel mentre, il mercato, sta andando proprio nella direzione opposta con bordi squadrati e linee dure. A rendere il tutto sufficientemente gestibile anche con una sola mano comunque sono le misure e il peso: 161.2 x 74 x 8.6 mm e 199 grammi. Sia sul fronte che sul retro è in vetro con certificazione Gorilla Glass Victus ma il grosso passo in avanti è stato fatto nella qualità costruttiva raggiungendo la certificazione contro acqua e polvere IP68, cosa che ancora mancava nei modelli dello scorso anno.

Frontalmente il display è di tipo P-OLED con supporto HDR10+ da 6,67”, con picco massimo di luminosità pari a 1250 nit e refresh rate che arriva fino a 165 Hz. Una bella unità con colori brillanti e diversi profili colore disponibili nelle impostazioni per adattarlo alle proprie esigenze o preferenze. Le uniche due lacune su questo fronte, rispetto alla concorrenza, sono la risoluzione solo FullHD+ (ma poco male) e il fatto di non essere LTPO, quindi sì può variare dinamicamente il refresh rate su 60, 120 e 165 Hz ma non può farlo su valori intermedi o inferiori.

L’audio è di qualità con supporto Dolby Atmos, è ad effetto stereo grazie a due grandi altoparlanti stereo e la nuova tecnologia Moto Spatial Sound, che rende il suono proveniente dagli altoparlanti del dispositivo o dalle cuffie ancora più coinvolgente, un filo debole sui bassi ma comunque molto piacevole anche per sessioni di musica.

Sotto al display c’è il sensore biometrico per lo sblocco con l’impronta digitale mentre internamente c’è un buon motorino di vibrazione che fornisce più feedback durante le varie operazioni, molto piacevole.

Funzionalità

Il software di Motorola Edge 40 Pro è costituito da Android 13 con patch di sicurezza aggiornate a febbraio 2023 (nel momento in cui scriviamo questa recensione, aprile 2022), gli aggiornamenti Motorola garantiti per questo prodotto sono di 3 anni per il sistema operativo e 4 anni per le patch di sicurezza.

Si tratta di un software al solito molto simile ad Android Stock ma con ulteriori implementazioni rispetto ai precedenti modelli. La lockscreen ad esempio è molto più ricca con la possibilità di fare una personalizzazione rapida oppure di consultare direttamente il contenuto delle notifiche con una pressione prolungata sulla relativa icona. L’applicazione fotocamera poi è tutta completamente personalizzata e c’è sempre l’immancabile applicazione Moto che racchiude una serie di facilitazioni nell’utilizzo dello smartphone tramite gesti o impostazioni, come ad esempio l’attivazione della fotocamera semplicemente scuotendo lo smartphone.

Interessante anche l’area dedicata alla personalizzazione dove è possibile modificare il font, i colori, la forma delle icone, il layout della homescreen, la dimensione del testo, l’animazione del sensore di impronte e persino Luci sui bordi, ovvero l’illuminazione dei bordi dello schermo per evidenziare la ricezione di notifiche o chiamate.

Non manca anche Ready For ovvero la modalità Desktop che si attiva collegando lo smartphone al PC o a un monitor, sia tramite cavo che wireless. L’interfaccia si adatta al grande schermo e possiamo accedere velocemente ai nostri file o guardare contenuti multimediali.

Prestazioni

Tutto ciò viene fatto girare dal processore mobile più potente in circolazione sul mondo Android: il Qualcomm Snapdragon 8+ Gen 2, affiancato da 12 GB di memoria RAM e 256 GB di memoria interna UFS 4.0 (non è presente uno slot per espandere la memoria). Tutto l’hardware è ciò che meglio si può trovare sul mercato e questo significa prestazioni al vertice e mai un rallentamento o una indecisione, l’esperienza d’uso è più che appagante.

Un aspetto dove sorprende in positivo poi è la ricezione, fra i più validi in circolazione. Riesce ad agganciare il segnale anche dove altri smartphone faticano e ovviamente dispone di tutte le tecnologie di connettività più recenti: WiFi 6e con supporto futuro a WiFi 7, Bluetooth 5.3, 5G.

Fotocamera

Il nuovo flagship 2023 della casa alata dispone di un comparto fotografico molto ricco:

  • sensore principale 50 mpx, stabilizzato otticamente con dual pixel autofocus;
  • sensore ultra grandangolare da 50 mpx con autofocus;
  • tele-obiettivo 2X ottico da 12 mpx, non stabilizzato;
  • fotocamera frontale da 60 mpx.

La resa fotografica di Motorola Edge 40 Pro non è ancora all’altezza dei migliori camera phone 2023 tuttavia l’azienda ha fatto un bel balzo in avanti rispetto ai precedenti modelli. I sensori fotografici sono di qualità e la resa è molto buona soprattutto in buone condizioni di luce. Di notte la modalità dedicata fa un buon risultato, allungando i tempi di esposizione e cercando di catturare quanta più luce possibile e solo il sensore ultra grandangolare soffre un po’ di più presentando del rumore d’immagine. Buona la fotocamera per i ritratti con ingrandimento ottico 2x che realizza un buon effetto sfocato.

Buoni anche i selfie seppur siano perfettibili, soprattutto nell’incarnato che ancora non convince a pieno.

In ambito video può registrare fino all’8K a 30 fps, uno dei pochi a offrire questo framerate a questa risoluzione. Durante la registrazione si può passare da un sensore all’altro solo in 4K a 30 fps oppure a risoluzioni inferiori. Qualità comunque molto buona e soddisfacente per la fascia di prezzo.

Batteria & Autonomia

Motorola Edge 40 Pro è fornito di una batteria da 4600 mAh che risulta un buon compromesso proprio per contenere il peso dello smartphone. L’autonomia si attesa all’incirca sopra le 5 ore e mezza di display (ovvero di utilizzo attivo) lungo la tipica giornata lavorativa. Se però si utilizza veramente a lungo lo smartphone c’è una sorta di salvagente ovvero la ricarica veloce a 125W, che ricarica lo smartphone da 0 a 100 in circa 25 minuti. Supporta poi la ricarica wireless a 15 W e la ricarica wireless inversa.

In conclusione

Motorola Edge 40 Pro è un vero e proprio smartphone top di gamma offrendo tutto ciò che ci si aspetterebbe nel 2023 da un prodotto di questo calibro. A sottolinearlo è ovviamente anche il prezzo: 999 Euro, proposto in promozione lancio a 939 Euro fino a metà aprile 2023. Cifra comunque competitiva se si guarda a un mercato che, causa inflazione e non solo, ha visto un continuo rialzo dei prezzi.

Rispetto alla concorrenza non ha alcuna lacuna e anzi, per chi vuole farne un utilizzo anche lavorativo o di svago la modalità Ready For può rappresentare il motivo di preferenza, non resta che sperare che l’azienda si confermi seria e tempestiva nel rilascio degli aggiornamenti.

Pagella

8.6
Design
8.6
Funzionalità
9.0
Prestazioni
8.4
Fotocamera
8.0
Batteria
8.8