Gli smartphone ci stanno spiando?

Gli smartphone in molti casi migliorano il nostro stile di vita, aiutandoci nelle molteplici attività quotidiane. Con uno smartphone disponiamo diu un navigatore, una fotocamera, un riproduttore audio/video, una console per giocare, oltre, ovviamente alle funzioni basilari quali telefonare ed inviare messaggi di testo.

Tutta questa tecnologia però ci espone ad un sacco di curiosoni, molto interessati alla nostra vita privata. Dalle agenzie governative alle aziende di marketing, i nostri dati sono molto appetibili, perché permettono di tracciare i nostri movimenti, gli acquisti, le chiamate effettuate, ed il più delle volte possono passare queste informazioni a degli estranei senza che ne siamo a conoscenza.

Esistono molte applicazioni che promettono di rendere sicuro il nostro smartphone, impedendo la trasmissione dei dati all’esterno e avvisandoci quando un’app tenta di farlo. Si tratta però di un compito difficile, visto che molti sono i modi in cui il nostro smartphone può spiarci.

Le applicazioni che scarichiamo condividono più dati di quello che crediamo

Spia B

Il nostro smartphone comunica con una rete composta da 300.000 celle e 600.000 micro siti (dati U.S.A.)

Spia D

Le vendite di dispositivi di sorveglianza e registrazione è in forte crescita

Spia E

È triplicato il numero di persone i cui terminali sono stati sottoposti a sorveglianza

Spia F

Le posizioni della gente sono molto diverse: dal menefreghista che non ha nulla da nascondere al paranoico che decide di vivere senza smartphone per non essere rintracciato.

Spia G

Il vostro terminale regiostra i vostri spostamenti e le vostre azioni, anche attraverso strumenti integrati nei sistemi operativi mobili.

Spia H

La maggior parte delle applicazioni negli Store presentano dei rischi sulla sicurezza: 90% Vin App Store, 83% in Play Store.

Spia I

Un’applicazione su quattro condivide i vostri dati con le reti di advertising e con le compagnie di analisi e statistiche.

Spia L

A questo punto  è chiaro come sia veramente complicato destreggiarsi tra tutte queste attività che avvengono più o meno a nostra insaputa. Starà al legislatore trovare una soluzione e riuscire a farla rispettare, cosa che sembra molto improbabile.

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Scusate ma a me, sarà che non parlo mai ( almeno al telefono) di segreti di stato, ma non me ne frega nulla se sanno dove sono stato o cosa cerco online.. Anzi ne sono felice perché così posso avere quello che voglio senza nemmeno cercarlo poi più di tanto, d altronde non serve a questo la tecnologia? Più informazioni di hanno sul cliente più si è in grado di soddisfarlo.. La tenologia deve facilitare la vita e senza sapere nulla sul cliente non può certo farlo al.meglio

  • EnricoD

    capita

  • Pingback: Gli smartphone ci stanno spiando? - RSS News.it()

Top