Seguendo l’esempio di Google, che dettaglia il contenuto delle patch di sicurezza rilasciate ogni mese, anche Samsung ha pensato bene di rendere note le correzioni apportate nei propri OTA, che oltre ad integrare il codice di Google, va a risolvere i problemi specifici per i dispositivi Samsung. Questo mese sono cinque le vulnerabilit√† corrette dal produttore sud coreano, alcune delle quali molto serie.

Si va da una vulnerabilità nei dispositivi esterni OTG a problemi legati al SIM Lock, da errori di configurazione nella crittografia delle email a problemi legati al lettore di impronte digitali. Si tratta di problemi che vanno a colpire tutte le versioni di Android dalla 4.4 alla 6.0 ma, come accade troppo spesso, gli aggiornamenti saranno resi disponibili solamente per i modelli principali di Samsung.

Se i top di gamma possono considerarsi al sicuro, visto che le patch di sicurezza vengono rilasciate anche da Samsung con cadenza mensile o quasi, i possessori di smartphone di fascia medio bassa dovranno aspettare, se tutti va bene, qualche settimana o qualche mese, il tutto senza contare che in alcuni casi gli operatori telefonici dovranno certificare gli aggiornamenti.

Via