Samsung deposita i brevetti per il successore di Galaxy Home, che potrebbe arrivare con un display touchscreen

Samsung deposita i brevetti per il successore di Galaxy Home, che potrebbe arrivare con un display touchscreen
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/08\/Samsung-Galaxy-Home-D.png","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/08\/Samsung-Galaxy-Home-D-460x280.png","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/08\/Samsung-Galaxy-Home-D-635x387.png","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/08\/Samsung-Galaxy-Home-D.png","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/08\/Samsung-Galaxy-Home-D.png"}, "title": "Samsung deposita i brevetti per il successore di Galaxy Home, che potrebbe arrivare con un display touchscreen" }

Samsung Galaxy Home non è ancora arrivato sul mercato ed ecco che il colosso coreano deposita i brevetti di un presunto successore del suo primo speaker intelligente.

Galaxy Home è stato presentato ufficialmente da Samsung nel corso del Galaxy Unpacked 2018, lasciando spazio a molti dubbi circa la data di rilascio o le effettive caratteristiche tecniche, che non sono state ancora comunicate.

Mentre quindi attendiamo l’arrivo dello speaker intelligente prodotto da Samsung possiamo dare già uno sguardo alla direzione che potrebbe prendere l’azienda con un eventuale successore, grazie ai brevetti depositati in queste ore.

Il brevetto chiama il dispositivo con un generico “speaker con display touch” e, sebbene non mostri l’effettiva forma dello speaker, allude alla presenza di un display touchscreen posizionato sullo stesso asse dell’altoparlante. Non viene fatta allusione ad alcun tipo di riproduzione video o qualunque altro possibile uso di questo schermo, che dovrebbe dunque essere limitato a mostrare i controlli dell’interfaccia e/o i brani in riproduzione.

Pare inoltre che sia presente un sensore di vibrazione posto al di sotto del display, assieme ad una sorta di ghiera circolare che potrebbe essere utilizzata per navigare nei menu, restituendo un feedback tattile quando utilizzata.

Il deposito di questo brevetto è avvenuto appena un mese dopo l’annuncio del Samsung Galaxy Home, il quale avrà Bixby integrato nel sistema, quindi non c’è ragione di credere che questa volta Samsung possa optare per l’Assistente Google.

Al momento non sappiamo quando questo dispositivo verrà presentato, né se sarà effettivamente il successore del non ancora disponibile Galaxy Home o semplicemente una alternativa che andrà a competere con il più simile Amazon Echo Spot.

Fonte: Mysmartprice
Condividimi!