Qualcomm Snapdragon 830 utilizzerà un processo produttivo a 10 nanometri

Se MediaTek sta già pensando al futuro, come testimonia la presentazione del nuovo chipset Helio X30 avvenuta pochi giorni fa, la concorrenza non se ne sta certo con le mani in mano. Arrivano come sempre dalla Cina i rumor più interessanti che riguardano Snapdragon 830, il chipset che dovrebbe animare tutti i top di gamma del 2017.

L’annuncio ufficiale del nuovo chipset dovrebbe avvenire nel corso dell’autunno mentre la disponibilità sul mercato dovrebbe essere garantita già dai primi mesi del 2017, verosimilmente tra gennaio e febbraio, in modo da permettere ai principali brand di presentare i nuovi flagship. Sul fronte tecnico sembrano confermati l’utilizzo del processo produttivo FinFET a 10 nanometri, l’architettura Kyro 200, la nuova GPU Adreno 540 e il modem LTE X16 in grado di garantire velocità teoriche di download di 980Mbps.

Lo Snapdragon 830 dovrebbe inoltre supportare le RAM LPDDR4X e la registrazione 2K/4K a 60 frame al secondo garantendo dunque performance da favola. Il nuovo chipset dovrebbe ridurre ulteriormente i consumi rispetto alla generazione attuale, garantendo allo stesso tempo una ridotta produzione di calore.

Sarà interessante vedere se Qualcomm riuscirà a strabiliarci nuovamente come ha fatto con lo Snapdragon 820 o se i nuovi core Artemis di MediaTek Helio X30 saranno in grado di fornire una valida alternativa.

Fonte

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • JR

    Io sono ancora fermo a z3, cambierò solo se riuscirà Sony a fare di meglio

    • Fabrizio Catena

      La tua risposta non ha senso visto che si parlava di processori.

  • Mick&LOzzo

    Considerando che già adesso i top gamma sono velocissimi, più che l’incremento delle prestazioni mi interessano le ottimizzazioni dei consumi. Aspettiamo fiduciosi.

    • pgp

      Quotissimo! Già da SD810 a 820 il passo è stato positivo (più che altro, una pezza alla scarsissima efficienza del primo), ma se si riuscisse a continuare questo trend, allora le capienze delle batterie odierne diverrebbero davvero soddisfacenti! E magari si eviterebbe il throttling…

Top