ALLINMobile è una giovane azienda della provincia di Chieti che sta cercando un suo spazio nel mondo mobile e lo sta facendo con dispositivi dal buon rapporto qualità/prezzo il cui capofila è Asso64: un telefono con schermo da 5 pollici con caratteristiche interessanti e un prezzo tutto sommato competitivo.

Video recensione di ALLINMobile Asso64

Hardware e telefonia

ALLINMobile Asso64 rientra nel novero degli smartphone con processore MediaTek MT6752 octa-core a 1.7GHz: un processore molto potente ma, purtroppo, anche molto affamato di energia. Ad accompagnarlo sono presenti 3GB di memoria RAM e 16GB di memoria interna espandibile con microSD (una microSD da 16GB è inclusa nella confezione).

Il resto della dotazione hardware include uno schermo da 5 pollici con risoluzione Full-HD (1920×1080), una fotocamera postetiore da 13 megapixel e una anteriore da 8 megapixel. La connettività è garantita da un modem LTE, WiFi 802.11b/g/n, Bluetooth 4.0

ALLINMobile Asso64 2

Offerta

HONOR 200 Pro 12/512GB

Coupon: AHFANS10P + sconto in pagina di 150€ + Sconto premuta, click in pagina (valido anche se non hai un usato)

522€ invece di 799€
-35%

Parte telefonica e antenne

L’audio in capsula è, purtroppo, abbastanza povero; il suono non è chiaro e limpido, ma appare abbastanza gracchiante e confuso nonostante il volume sia buono. Lo stesso vale per il vivavoce. La ricezione è nella media, senza picchi positivi o negativi. Il GPS non è precisissimo ma il fix è abbastanza veloce.

Ergonomia, Design & Materiali

Asso64 è esteticamente identico a Elephone P3000S: sia ALLINMobile che Elephone si sono rivolte allo stesso ODM, dunque questo fatto non stupisce. Non ci sono state modifiche rilevanti nel design; gli unici cambiamenti sono, stando a quanto riferito dall’azienda, nei materiali di qualità superiore.

ALLINMobile Asso64 3

La qualità costruttiva è effettivamente elevata e i materiali appaiono resistenti e durevoli, anche se parliamo pur sempre di policarbonato. Molto carina la finitura della cover posteriore, un po’ tipo “baby skin”.

ALLINMobile Asso64 4

L’ergonomia è resa buona dalla presenza di uno “scalino” nella cover posteriore che migliora la presa sul dispositivo, ma che è assolutamente antiestetico – gli inglesi dicono “form follows function”, ovvero “la forma segue la funzione”. La dimensione complessiva del telefono di 145x72x8.9 mm rende l’Asso64 maneggevole e facilmente utilizzabile anche con una mano sola. Il peso di 160g lo rende abbastanza pesante, ma gestibile grazie alla buona distribuzione del peso.

ALLINMobile Asso64 5

Display, Audio & Multimedia

ALLINMobile ha uno schermo da 5 pollici con risoluzione Full-HD (1920×1080 pixel) e impiega un pannello IPS di qualità più che buona: i colori sono resi in maniera realistica e con una temperatura del bianco abbastanza equilibrata; i neri sono ottimi in rapporto al tipo di pannello.

La luminosità minima è, purtroppo, abbastanza elevata e questo può causare fastidi se la luce ambientale è poca. La luminosità massima, di contro, è molto buona e permette di godere appieno dei contenuti anche sotto la luce diretta del Sole.

ALLINMobile Asso64 6

Complessivamente è uno dei migliori schermi tra quelli visti fin qui sui prodotti di case minori: per nitidezza, luminosità e resa dei colori si posiziona sul podio dei migliori schermi montati su dispositivi “B-brand” nel 2015.

Il vetro appare poco oleofobico, purtroppo, e si riempie facilmente di ditate. Altrettanto fa la pellicola applicata di fabbrica sul dispositivo (una seconda è presente in confezione).

Fotocamera

La fotocamera di ALLINMobile Asso64 usa un sensore Sony IMX214 da 13 megapixel che abbiamo già avuto modo di vedere all’opera più volte. In questo caso specifico, però, la risoluzione nativa di 13 megapixel viene portata a 18 megapixel tramite interpolazione. Questo processo aumenta le dimensioni delle foto, ma ne diminuisce al contempo la qualità per via dei filtri applicati.

ALLINMobile Asso64 7

L’applicazione fotocamera integrata nel sistema crea qualche problema e rende visibile in maniera abbastanza evidente un alone rosso al centro delle foto (si vede particolarmente bene nelle foto con il gatto). La soluzione a questo problema è semplice: è sufficiente utilizzare Open Camera, preinstallata sul dispositivo; il risultato è accettabile, come evidenziato dalla foto della lavanda.

Il comportamento con poca luce ambientale è difficile da inquadrare: talvolta, come nella foto del tramonto o in quella con il gatto nel cassetto, il risultato è pessimo; altre volte, come nella foto con il gatto in primo piano, il sensore si comporta bene, evidenziando un buon lavoro di ottimizzazione sui driver da parte di ALLINMobile. Gli scatti non sono mai eccezionali e sono nella media per questo tipo di dispositivi.

I video sono girati in formato .mp4 alla risoluzione massima di 1920×1080 pixel (Full-HD). Usando Open Camera sono purtroppo presenti artefatti e problemi di fluidità abbastanza importanti, mentre usando l’app fotocamera di sistema è presente un forte alone rosso al centro della foto. In entrambi i casi l’audio catturato è di qualità insufficiente, con scoppiettii e incespicamenti. Potete vedere il video di prova qui sotto:

N.B.: il voto complessivo per la fotocamera è 6 a causa dei problemi nel girare i video, ma sarebbe di 6.5 considerando le sole foto che sono comunque di buona qualità.

Batteria

Non è purtroppo possibile aspettarsi miracoli: anche se ALLINMobile Asso64 monta una batteria più capiente della norma, con 3650mAh di capacità, i risultati sono pienamente in linea con quelli della maggior parte degli smartphone, con un utilizzo effettivo dello smartphone non in standby che si aggira intorno alle 3:30 ore di schermo acceso – con un utilizzo intenso che prevede email, navigazione, messaggistica istantanea, fotografie e anche un po’ di gioco.

ALLINMobile Asso64 8

Se con un utilizzo intenso lo smartphone arriva all’ora di cena, con un uso più rilassato riesce a coprire l’intera giornata abbastanza facilmente.

Software

ALLINMobile Asso64 è, purtroppo, fermo ad Android 4.4 KitKat senza notizie su se e quando arriverà un aggiornamento ad Android 5.x Lollipop. Il sistema comunque è stato ben ottimizzato per l’hardware e l’esperienza d’uso offerta dallo smartphone è veloce e fluida; non sono presenti modifiche rilevanti in quanto ad interfaccia grafica, ma solo in termini di funzionalità.

Gran parte delle modifiche è di derivazione MediaTek (profili audio, gesture a schermo spento, MiraVision, programmazione di accensione e spegnimento del terminale…), ma non c’è solo questo. Il software è stato tradotto integralmente in italiano e sono state inserite alcune aggiunte come l’eseguibile su pronto all’uso (è sufficiente installare SuperSU dal Play Store per utilizzare i permessi di root) e Xposed Framework già installato ma non attivato. È stato poi inserito un launcher leggermente modificato dall’azienda, con i contatori delle notifiche non lette sulle icone delle app.

Tra le app preinstallate abbiamo:

  • Juice Defender, per risparmiare batteria;
  • un file manager;
  • un’app per le note e una per le cose da fare;
  • un trasmettitore FM (ma manca l’app per la radio);
  • WPS Office.

Tutte le app sono disinstallabili.

Browser Web

Il browser predefinito è Chrome, le cui prestazioni sono di buon livello. Il rendering è abbastanza veloce, mentre scorrimento e zoom sono veloci e fluidi in pressoché qualunque occasione; bisogna avere un po’ di pazienza solo in caso di siti molto pesanti e con molte immagini.

Gaming

Il MediaTek MT6752 ha una GPU Mali-T760 che riesce a garantire ottime prestazioni, pur a discapito della produzione di calore; il risultato è uno smartphone di alto livello per il gaming. Non ci sono incertezze o rallentamenti nemmeno con effetti grafici impegnativi. La produzione di calore non è certo contenuta, ma non è tale da causare disagio o da destare preoccupazioni.

In conclusione

Esulando dalle classiche conclusioni sul prodotto, voglio spendere due parole sull’azienda e sulle persone che ne sono alla base. Ho avuto modo di parlare più volte con persone dell’azienda, incluso l’AD Alessandro Zulli, che si sono sempre mostrate disponibili e pronte a rispondere ai miei dubbi e anche alle mie critiche. Anche se può sembrarvi qualcosa di già sentito altrove, quello che ho notato è stata una grande passione e una grande voglia di fare – e di fare bene, senza grandi annunci e grandi promesse, ma semplicemente facendo del proprio meglio. Con umiltà – che forse è quello che troppo spesso manca in questo Paese. Alessandro, Daniele e gli altri di ALLINMobile mi hanno convinto anche e soprattutto per la cura nelle piccole cose, per l’attenzione a cose più “di nicchia” come l’eseguibile su già preinstallato e una versione compatibile di Xposed Framework installata di fabbrica sul dispositivo. L’approccio molto diretto e disponibile del team è una ventata di aria fresca che spero continui anche in futuro con la (augurabile) crescita del marchio.

Asso64 non è il classico prodotto cinese a cui è stato stampato sopra un nuovo marchio e basta; nel mese e mezzo circa in cui ho avuto modo di provarlo ha ricevuto più aggiornamenti che hanno sistemato alcuni piccoli problemi e hanno aggiunto funzionalità. L’azienda segue quindi attivamente il prodotto con uno sviluppo proprio; in più, il software è stato personalizzato specificamente per il dispositivo. Il paragone con i modelli equivalenti cinesi non può tenere conto solo del fattore prezzo e bisogna inserire nel computo anche il supporto e la garanzia di due anni italiana con centri di riparazione sul territorio; starà poi all’acquirente stabilire quale sia il valore di questi aspetti. Considerando che il prezzo è di 265€ sul sito ufficiale, si può dire che Asso64 si collochi in una fascia di prezzo giusta per quel che offre.

Pagella

7.2
Display
7
Ergonomia
7
Hardware
6.5
Software
6.8
Batteria
6
Fotocamera
7
Qualità/prezzo
7
Materiali
6
Audio
7.2
Esperienza Utente
6.7