Recensione OnePlus 7T – OnePlus è una delle poche aziende che nel tempo sono cresciute e non si sono dimostrate semplici meteore, non è un colosso come Samsung o Huawei, ma sa fare le cose per bene, quando vuole.
Il 2019 è stato l’anno degli alti e bassi, dapprima un OnePlus 7 Pro che ha stupito per la cura del design ma non ha convinto per il prezzo e per dimensioni, a lui si è aggiunto un OnePlus 7 piuttosto anonimo, oscurato dal fratello maggiore e troppo simile al suo predecessore, infine si è cominciato a parlare senza troppo entusiasmo delle varianti con “T”.

Ed è così che proprio quando meno te lo aspetti, OnePlus tira fuori il coniglio dal cilindro, un OnePlus 7T concreto, convincente e agguerrito, uno smartphone che ci ha fatto tornare in mente i fasti di OnePlus One, finalmente!

Nella nostra recensione di OnePlus 7T vi sveliamo tutti i suoi segreti, sarà un nuovo flagship killer?

Video recensione di OnePlus 7T

Design & Ergonomia

OnePlus 7T è uno smartphone equilibrato, questo aggettivo tornerà spesso nei paragrafi di questa recensione, lo è già a partire dal design e dall’ergonomia, ben pensati e sapientemente ispirati ai passati modelli, mettendo insieme innovazione e praticità.

È così che nasce un OnePlus 7T con dimensioni ragionevoli (161 x 74,5 x 8,3 mm) e un peso di 190 grammi, non proprio piuma ma nemmeno esagerato, quanto basta per trasmettere quella piacevole sensazione di solidità.
Non fatevi ingannare dalla diagonale da ben 6,55 pollici del display, il formato 20:9 lo rende lungo e stretto, comodo per l’utilizzo di tutti i giorni, senza sacrificare la fruizione dei contenuti multimediali.

Vetro satinato sulla parte posteriore, allumino sul bordo, è costruito bene e assemblato in maniera impeccabile, è scivoloso ma in confezione troverete una cover in silicone per scacciare le ansie.
Le colorazioni sono due, Glacier Blue e Frosted Silver, la seconda molto più seriosa ed elegante, quella che invece potete vedere nelle immagini di questa recensione è la prima, decisamente più giovanile e audace, specialmente per il bordo con finitura lucida e gradiente di intensità dal grigio al blu.

Non è uno smartphone certificato per la resistenza ad acqua e polvere, non può quindi fregiarsi della sigla IP sulla scheda tecnica, in realtà da OP fanno sapere che è resistente all’acqua proprio come i passati modelli e che per una questione di riduzione dei costi, si è scelto di non certificare il prodotto.

La parte posteriore ha un grande oblò centrale leggermente in rilievo ed è davvero ben riuscita, dalle immagini probabilmente potreste avere un’impressione diversa, ma il vetro satinato, i bordi curvi e il contrasto con la finitura lucida del cerchio attorno al gruppo ottico, rendono l’impatto visivo appagante ed elegante.
Frontale invece meno ispirato e forse troppo simile al OnePlus 7 (che già era simile ai precedenti 2 modelli), ci sarebbe stato bene un bel foro nel display alla Note 10+, o perché no, una fotocamerina a scomparsa come sul OnePlus 7 Pro (recensione).

Novità inattesa è il display Fluid AMOLED da 6.55 pollici FullHD+, bellissimo e luminoso, ma soprattutto dotato di una frequenza di aggiornamento di 90 Hz.
Ottima scelta quella di differenziare OnePlus 7T dal resto della concorrenza, il risultato è quello già sperimentato qualche mese fa sul Pro, ovvero uno smartphone ancor più fluido e piacevole, davvero difficile tornare indietro dopo essersi abituati.

VEDI ANCHE

OnePlus 7T

Funzionalità

OnePlus 7T arriva sul mercato già aggiornato ad Android 10, porta quindi in dote tutti i miglioramenti apportati al robottino verde da Google, insieme ovviamente alle classiche funzioni della Oxygen OS, ancora migliorata con gli ultimi aggiornamenti.

Se siete estimatori della Zen Mode sarete contenti di sapere che è stata estesa fino a 60 minuti, si tratta di una modalità che disabilità completamente qualunque funzione dello smartphone ad esclusione della parte telefonica, per un periodo di tempo a discrezione dell’utente, un modo per disintossicarsi forzatamente dall’avere sempre lo smartphone in mano.

Non mancano poi la Gaming mode, la Reading Mode, tante possibilità di personalizzazione grafica e un launcher semplice e veloce ma ricco di funzionalità.
Il software di OnePlus è sempre molto apprezzato per la capacità di rimanere efficiente e sempre aggiornato nel tempo, non è un caso che i primi smartphone a ricevere Android 10 siano stati proprio gli ultimi nati dalla casa cinese.

Va anche detto che OnePlus conserva la buona pratica di portare tutte le funzionalità nuove anche sugli smartphone di generazioni precedenti, in questo senso OnePlus 7T potrebbe trovarsi tra un paio d’anni a ricevere tutte le novità di un ipotetico OnePlus 9T.

Ci piace menzionare alcune piccole finezze di questo smartphone, ad esempio il feedback aptico tra i migliori in assoluto, un buonissimo equilibrio nell’emissione dell’audio da altoparlante, una impeccabile gestione dei dispositivi Bluetooth con codec AptX HD, c’è come sempre lo slider fisico per azionare la modalità silenziosa, comodissimo, è molto veloce e preciso anche il lettore di impronte digitali sotto il display.

Tante piccole cose che riescono a creare una bella esperienza d’uso, sempre più il cavallo di battaglia degli smartphone OnePlus.

Su OnePlus 7T mancano comunque alcuni tecnicismi importanti, la memoria espandibile ad esempio, che stride con la discutibile scelta di portare in Italia la sola versione con 128 GB di spazio, non c’è la ricarica wireless e manca la porta jack audio da 3,5 mm, lacune non drammatiche considerando un posizionamento decisamente inferiore rispetto alla maggior parte dei prodotti premium, ma comunque importanti agli occhi degli utenti più attenti.

Prestazioni

Le performance di OnePlus 7T sono davvero ottime, l’equipaggiamento d’altra parte è di quelli che contano: Qualcomm Snapdragon 855+, 8 GB di RAM LPDDR4 e memoria UFS 3.0.
Il sistema è sempre reattivo in ogni situazione, le animazioni fluide e la frequenza a 90 Hz del display riescono a dare addirittura qualcosa in più, rendendo OnePlus 7T uno degli smartphone più gradevoli e pronti del panorama Android.

Non abbiamo incontrato la minima indecisione, tutto fila liscio anche nel gaming che è da riferimento grazie allo schermo e ai due potenti speaker stereo.
Insomma, è il solito OnePlus che sulle performance non transige e non tradisce mai le aspettative, bene così.

Fotocamera

OnePlus 7T propone una tripla fotocamera posteriore in una configurazione ormai classica: standard + grandangolare + teleobiettivo.
Il sensore principale è da 48 MP ed è un Sony IMX 586, l’ottica può sfruttare una stabilizzazione meccanica, è affiancato poi da un sensore da 16 MP con obiettivo ultra grandangolare con FOV di 117 gradi e apertura F/2.2, infine troviamo un teleobiettivo con ingrandimento 2X da 12 MP con apertura F/2.4, purtroppo non stabilizzato.

La qualità delle immagini è ottima, OP ha lavorato sodo per migliorare la modalità notturna e il risultato è soddisfacente, di giorno le tre fotocamere lavorano al meglio e si può anche sfruttare una notevole modalità Super Macro. Bene i colori, l’esposizione e la messa a fuoco, sempre rapida e accurata.
Ci è piaciuta l’uniformità di resa tra i tre obiettivi e la praticità di un software semplice da utilizzare e veloce nello scatto.

Bene i selfie, non sono stupefacenti ma si piazzano nella media della fascia alta di mercato, ottimi invece i video, che arrivano fino al 4K a 60 fps, potrebbe essere solo leggermente migliore la qualità dell’audio catturato.

Batteria & Autonomia

L’autonomia di OnePlus 7T è ottima, può sfruttare una batteria da 3800 mAh ma soprattutto si affida ad una efficace gestione energetica.
In standby il drain della batteria è quasi nullo e lo schermo con una risoluzione non esagerata aiuta mantenere sotto controllo i consumi.

Mediamente siamo riusciti a coprire 6 ore e 30 minuti di display attivo in una giornata e mezza di utilizzo, non è impossibile però andare oltre se usate poco il telefono.
In ogni caso vi porterà a fine giornata, anche tenendo tutte le funzionalità attive.

In conclusione

Non abbiamo ancora informazioni sulla disponibilità e sul prezzo di OnePlus 7 in Italia, in ogni caso è verosimile un posizionamento attorno ai 630 Euro, ed è questo il riferimento di cui abbiamo tenuto conto per la valutazione.

OnePlus 7T è uno smartphone che ci è piaciuto, è concreto, ben costruito e pratico per l’utilizzo di tutti i giorni, inizialmente non colpisce forse per il design, ma col passare del tempo si sa far apprezzare sempre di più a suon di autonomia, belle foto, performance stabili e un software snello.

Per noi è lo smartphone della maturità per OnePlus, quello che aggiusta un’annata così così e dona nuova linfa alla bella favola della start up cinese.

Pagella

8.5
Design
8.5
Funzionalità
9.3
Prestazioni
8.5
Fotocamera
8.0
Batteria
8.7