Recensione Huawei Mediapad M5 e M5 Pro: finalmente qualcosa di nuovo sui tablet

Recensione Huawei Mediapad M5 e M5 Pro: finalmente qualcosa di nuovo sui tablet
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/03\/huawei_mediapad_m5_1_tta.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/03\/huawei_mediapad_m5_1_tta-460x259.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/03\/huawei_mediapad_m5_1_tta-635x357.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/03\/huawei_mediapad_m5_1_tta.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/03\/huawei_mediapad_m5_1_tta.jpg"}, "title": "Recensione Huawei Mediapad M5 e M5 Pro: finalmente qualcosa di nuovo sui tablet" }

Recensione Huawei Mediapad M5 e M5 Pro – Huawei è rimasta una delle poche case a investire ancora sui tablet con Android, tanto di cappello quindi perché anziché constatare i limiti del robottino verde e lanciare una proposta mediocre, ha deciso di scommettere realmente su questo segmento e provare a sfruttare le potenzialità di Android al meglio, ad esempio puntando sulla sua flessibilità.

Da questo importante assunto scaturisce Huawei Mediapad M5, proposto in diverse varianti, che prova a reinventare il mondo dei tablet portando all’estremo il comparto multimediale e arricchendo la dotazione di interessanti funzioni di produttività che lo avvicinano a un 2 in 1 con ambiente di lavoro desktop.

Un po’ sulla scia di Apple iPad Pro ma con nuove soluzioni software e un prezzo contenuto,ma soprattutto con Android che è stato trasformato da zavorra a valore aggiunto.
Vi raccontiamo tutto nella nostra recensione di Huawei Mediapad M5.

Video recensione di Huawei Mediapad M5

Hardware & Connettività

Huawei Mediapad M5 è disponibile in diverse varianti che si differenziano per dettagli tecnici, in particolare:

  • Huawei Mediapad M5 10.8″(standard): schermo da 10, 8 pollici 2K e processore Kirin 960s, una versione depotenziata dell’originale Kirin 960 con frequenza massima di 2,1 GHz, la memoria interna è da 32/64 GB mentre la RAM è da 3/4 GB.  Per questa versione è prevista la compatibilità con la stand cover con tastiera ma non con la M Pen.
    Il tablet è proposto in versione solo WiFi o Wifi + LTE (costa circa 50 Euro in più)
  • Huawei Mediapad M5 8.4″ : schermo da 8,4 pollici 2K e processore Kirin 960 con frequenze fino a 2,4 GHz. Memoria interna da 64 GB, RAM 4 GB. Non è prevista la compatibilità con la cover con tastiera e con la M Pen. Il tablet è proposto in versione solo WiFi o Wifi + LTE (costa circa 50 Euro in più)
  • Huawei Mediapad M5 PRO: schermo da 10,8 pollici 2K e processore Kirin 960 con frequenze fino a 2,4 GHz.
    La memoria interna è da 64/128 GB e RAM da 4 GB, è prevista la compatibilità con cover/tastiera e con la M Pen, una pennino capacitivo con 4096 livelli di pressione.
    Il tablet è proposto in versione solo WiFi o Wifi + LTE (costa circa 50 Euro in più)

Il resto delle specifiche tecniche sono identiche ma si differenziano in base alla variante solo WiFi o WiFi + LTE.
In quest’ultima troviamo anche il giroscopio e il GPS, oltre al modulo LTE di Cat. 6.

In entrambe sono presenti accelerometro, magnetometro, sensore di luminsoità, lettore di impronte digitali.

Prestazioni

Le prestazione di Mediapad M5 sono di buon livello, le animazioni talvolta non sono fluidissime ma il processore può sopportare carichi di lavoro pesanti, soprattutto in multitasking e in modalità desktop.

I vari programmi Office e le alternative free di Google girano senza intoppi, così come i giochi e i contenuti video ad alta risoluzione.

Ergonomia, Design & Materiali

L’aspetto estetico e la qualità costruttiva sono eccellenti, grazie a un design curato nei dettagli e materiali impiegati di primo livello.

La scocca è completamente in alluminio, spesso, che non flette assolutamente e trasmette una piacevole sensazione di qualità.
Il peso è un dato significativo: 498 grammi nella versione da 10,8 pollici, non pochi anche da maneggiare ma indicativi della solidità del prodotto.

Bello anche il design con grandi griglie per i 4 speaker posteriori e rifiniture precise.
Da segnalare che la superficie posteriore, nell’unica colorazione Space Grey, è trattata per non essere troppo scivola e quindi migliorare l’ergonomia, un dettaglio che chiude il cerchio e rende Mediapad M5 davvero convincente.

Display, Audio & Multimedia

Il display è in tutte le varianti un pannello LCD IPS con risoluzione 2560 x 1600 in 4:3, di ottimo livello nonostante non sia il meglio che si possa trovare (l’AMOLED di Samsung Galaxy Tap S3 è inarrivabile).

 

I colori sono accesi e la retroilluminazione di buon livello, qualche problemino in esterna dove con tanta luce emergono alcuni limiti, soprattutto per colpa di un trattamento olefobico non perfetto.
In ogni caso Mediapad M5 appartiene ai tablet di fascia alta e lo schermo è una delle sue buone carte da potersi giocare, di gran lunga superiore a molte proposte attualmente sul mercato.

Se il comparto multimediale è davvero il fiore all’occhiello di questo device, molto lo si deve allo straordinario pacchetto audio: 4 altoparlanti tuned by Harman Kardon e supporto HiRes via Bluetooth, il tutto gestito dal DAC HiFi AK4376 con cancellazione attiva del rumore in cuffia.

In tutto questo fiorire di specifiche manca solo una cosa: il jack audio, compensato solo in parte dalla possibilità del Bluetooth ad alta risoluzione e dalla porta Type C tuttofare.

Rimane comunque il miglior centro multimediale mai visto su un tablet, estremamente potente e di gran qualità, ideale per la visione dei contenuti multimediali sia locali che in streaming.
Unico neo la mancanza dei drm per Netflix in alta definizione, peccato, ma non è detto che la situazione si sblocchi.

Fotocamera

Il tablet è anche dotato di due fotocamere, da 13 MP posteriore e 8 MP anteriore, vanno bene per videochiamate e per foto saltuarie ma non pensate di poterlo usare come macchina fotografica (anche per evitare la triste scena di andare in giro con un tablet da 10 pollici facendo foto ndr.)

Batteria & Autonomia

La batteria è da 7500 mAh sulla versione da 10,8 pollici, solo 5100 in quella da 8,4 pollici.
Non siamo di fronte ad un campione di autonomia, questo è certo, anche a livello di capacità ci sono prodotti migliori.

Mediamente il tablet si scaricherà di circa il 20% all’ ora in gaming, 10% guardando una serie TV e 5% orario con utilizzo misto.
Ipotizzando di utilizzarlo un paio d’ore al giorno la batteria durerà poco meno una settimana.
Con utilizzo più massiccio potreste doverlo ricarcare ogni 2 giorni.

Software

Huawei ha cercato di cambiare le carte in tavola proprio sul software, equipaggiando il Mediapad M5 con la modalità desktop già vista sul Mate 10 Pro.

Unendo la cover con tastiera, un mouse Bluetooth, un HUB Type C e la “Desktop Mode” otterremo un piccolo e potente 2 in 1, molto simile a un Chrome Book ma con tutte le app Android disponibili e la possibilità di aprire in finestra i vari programmi, gestire comodamente un multitasking avanzato e sfruttare la suite mobile di Office o l’alternativa sempre più completa della suite Google (Fogli, Documenti, Presentazioni ecc).

Passare alla modalità desktop è semplicissimo, basta agire sul toggle dedicato nella tendina delle notifiche, tutte le applicazioni verranno terminate e ci ritroveremo in un ambiente molto molto simile a quello di Windows, potremmo definirlo un ambiente familiare.

C’è ancora qualcosa che non va, ad esempio non tutte le app si possono aprire in finestra e addirittura l’interfaccia non riconosce tutte quelle installate.
Tuttavia con una semplice trucchetto si può risolvere la situazione, basta infatti installare una delle diverse applicazioni che fanno semplicemente una lista di quelle che abbiamo installate e permettono di avviarle, My App List è forse l’esempio più semplice.

Per il resto invece Android è sempre lo stesso e la personalizzazione EMUI basata su Oreo non fa molto per migliorare la situazione.
Il problema è il solito: le applicazioni di terze parti ma anche il sistema stesso, non sfruttano a dovere le dimensioni dello schermo facendo semplicemente uno zoom dell’interfaccia che vediamo solitamente sugli smartphone.

Ci sono alcune eccezioni nelle app di Google ma sono puntini in una situazione generale piuttosto sconsolante.
Non che Android sui tablet sia inutilizzabile, però provando qualche giorno un iPad è facile intuire come ci siano davvero tanti margini di miglioramento.

In conclusione

Ci avviamo alla conclusione della recensione di Huawei Mediapad M5, proposto a differenti prezzi di listino in base alle versioni:

  • 549 Euro per Mediapad M5 PRO variante WiFi
  • 449 Euro per Mediapad M5 10,8″ LTE – 399 Euro nella variante solo WiFi
  • 399 Euro per Mediapad M5 8,4″ LTE – 349 Euro nella variante solo WiFi

Ci ha convinto fino in fondo, per quanto non sia perfetto è comunque un prodotto da premiare per la tenacia di Huawei e la voglia di portare qualcosa di diverso sul mercato.
Ci è piaciuto però non solo idealmente ma anche concretamente, prima di tutto per la grande qualità costruttiva e l’impeccabile comparto multimediale, a cui si aggiungono la suite di produttività e le possibilità di espansione tramite la porta Type C.

Se lo acquisterete e registrerete il modello entro il 23 Aprile avrete in regalo la stand-cover con tastiera, la M Pen invece è venduta separatamente e vi ricordiamo essere compatibile solo con la versione PRO.

Altre offerte
Condividimi!