Il primo smartwatch ibrido di Xiaomi non è niente male: la nostra prova di Mijia Quartz Watch

Il primo smartwatch ibrido di Xiaomi non è niente male: la nostra prova di Mijia Quartz Watch
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/08\/Mijia-Quartz-Watch-460x345.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/08\/Mijia-Quartz-Watch-635x476.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/08\/Mijia-Quartz-Watch.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/08\/Mijia-Quartz-Watch.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/08\/Mijia-Quartz-Watch.jpg"}, "title": "Il primo smartwatch ibrido di Xiaomi non \u00e8 niente male: la nostra prova di Mijia Quartz Watch" }

Il mercato degli smartwatch ibridi è in ascesa da alcuni mesi e questo trend è riuscito a convincere Xiaomi a lanciare, tramite il suo sub-brand Mijia, Mijia Quartz Watch, il suo primo prodotto di questo tipo.

Mijia Quartz Watch è il primo smartwatch ibrido targato Xiaomi e si presenta con un rapporto qualità-prezzo molto elevato, aspetto comune alla maggior parte dei prodotti di Xiaomi. Noi lo abbiamo provato e ora vi raccontiamo come va.

Non si tratta di una vera e propria recensione perché non c’è molto da dire sul prodotto, però vi esporremo alcune considerazioni generali per aiutarvi a capire le sue possibilità e la sua qualità in relazione al prezzo, che è contenuto rispetto alla concorrenza.

Mijia Quartz Watch, essendo uno smartwatch ibrido, si presenta con un design da orologio classico, con le lancette (che non sono radioluminescenti e quindi non si illuminano al buio) e sprovvisto di display. La cassa è in acciaio e va bene, il vetro però sembra poco resistente e il cinturino in pelle, intercambiabile, è delicatissimo, tanto da mostrare pieghe e segni di usura dopo appena qualche giorno al polso. Detto questo, niente da dire: è costruito bene e mostra anche una certa eleganza nel complesso. Mijia Quartz Watch quindi sembra un orologio normalissimo, anche di un certo valore. Nasconde però un animo smart grazie al Bluetooth e ad alcuni sensori al suo interno.

E’ quindi capace di segnare l’ora, ovviamente, con la possibilità di impostare più città e di modificarla velocemente, di notificare a intervalli prestabiliti, di notificare chiamate, messaggi e altri eventi di sistema dello smartphone, di fare da sveglia e di contare i passi, la distanza percorsa e le calorie bruciate. Non avendo un display e un touchscreen, deve essere impostato necessariamente dallo smartphone con l’app Mi Home, gli eventi vengono notificati solo tramite vibrazione e l’unica informazione visibile nel suo quadrante è quella legata ai passi percorsi.

Al suo interno trova spazio una batteria piatta, CR2430, che gli dà un’autonomia dai 6 ai 12 mesi, in base all’utilizzo che se ne fa, e che va sostituita perché non ricaricabile. E’ resistente alle immersioni in acqua fino a 5 ATM, ma non include un cardiofrequenzimetro e non è capace di monitorare il sonno e le attività fisiche.

E’ quindi un vero e proprio smartwarch ibrido, cioè un orologio con qualcosa in più per chi cerca un design di un certo tipo senza rinunciare a qualche funzione smart. Mijia Quartz Watch è disponibile all’acquisto in nero, grigio scuro e blu a circa 65 euro su GearBest, che ci ha fornito il sample in prova.

Condividimi!