Non sempre gli schemi utilizzati dai produttori di chipset rispecchiano il loro reale valore. Deve essersene resa conto anche Qualcomm che ha appena deciso di cambiare il nome dei due SoC destinati  alla fascia medio alta del mercato, vale a dire Snapdragon 618 e Snapdragon 620.

Ricordiamo che i due nuovi SoC utilizzano i core Cortex-A72, gli stessi che animano anche lo Snapdragon 810. Lo Snapdragon 618 ne monta due, oltre a quattro Cortex-A53, mentre Snapdragon 620 monta quattro Cortex-A72 e quattro Cortex-A53, la stessa configurazione del top di gamma di quest’anno.

SnaprenameQualcomm ha così deciso di dare il giusto risalto ai due SoC modificando le due sigle che li identificano. Ecco quindi che lo Snapdragon 618 diventa Snapdragon 650 mentre lo Snapdragon 620 diventa Snapdragon 652. Attualmente nessun dispositivo sul mercato utilizza uno dei due chipset ma viste le specifiche tecniche non dubitiamo del fatto che nel 2016 saranno utilizzati molto spesso.

Grazie alla GPU Adreno 510 Snapdragon 650 e Snapdragon 652 sono in grado di registrare video 4K, mentre tra le specifiche tecniche non vanno dimenticati il supporto al Quick Charge 2.0, fotocamere fino a 21MP, modem X8LTE, Hexagon DSP e supporto per display QHD.

Prepariamoci quindi a rivedere i rumor finora circolati ricordandoci che da oggi sentiremo parlare di Snapdragon 650 e Snapdragon 652 come SoC destinati ai dispositivi di fascia medio alta e, perché no, anche pr qualche flagship.

Via