Yandex contro Google, guerra tra motori di ricerca!

Se pensavate di averle sentite tutte oggi vi ricrederete, senza ombra di dubbio. Yandex, un noto motore di ricerca russo, ha deciso di ingaggiare una lotta contro Android – e quindi Google – chiedendo nientedimeno l’intervento all’AntiTrust russa.

Il search engine accusa infatti il motore di ricerca californiano, così come gli altri prodotti Google Play, di essere eccessivamente integrati in Android e di dare quindi poco spazio a chi offre i medesimi servizi, mettendoli in secondo piano. Molto probabilmente questa dichiarazione da parte di Yandex vi avrà regalato sonore risate, ma è tutto vero. E’ naturale che un’azienda metta i suoi stessi servizi in primo piano: tanto per fare una similitudine, è come se qualcuno contestasse il fatto che la pagina principale di Bing, il motore di ricerca di Microsoft, contenga troppi riferimenti ai prodotti offerti dall’azienda di Redmond.

Non sappiamo per quanto tempo Yandex riuscirà a portare avanti questa situazione, ma staremo a vedere come si comporterà l’AntiTrust e se, nel caso, ci saranno contrattacchi da parte di Google. Voi cosa ne pensate di questa situazione assurda? Fatecelo sapere nei commenti!

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Pingback: Google rischia una nuova sanzione, questa volta in Russia - Tutto Android()

  • Pingback: Google esce indenne da una causa per pratiche anti concorrenziali - Tutto Android()

  • nicolò lino

    ma perchè dovrebbe essere sensata come cosa?!?
    Android è open source. se non ti piace qualcosa te la cambi…

    • Samuel

      Android si ma i servizi Google, quindi le GApps e Playstore no..

      • nicolò lino

        non vedo dove sia il problema…ci riprovo:
        Android è open source. se non ti piace qualcosa te la cambi…se non vuoi i servizi google, li togli (qualcuno ha detto cyano??).

        ovvio che poi, se vuoi fare a meno dei loro servizi, devi anche andar incontro alle conseguenze. Però questo non vuol dire che non si possa fare.

  • Edoardo Sossi

    Io reputo senza senso queste azioni legali: Microsoft venne multata per IE come browser di default ed ora Google per avere troppe app proprietarie? Nessuno obbliga l’utente ad utilizzare solamente ciò che viene preinstallato!
    Per coerenza bisognerebbe multare anche Apple per fornire Safari come browser di default e Linux per Firefox…
    Se molti utenti non sanno nemmeno cambiare un browser, non è colpa delle case produttrici!

  • ilmiocanestupido

    Non è così assurda. Microsoft è stata pesantemente sanzionata per explorer in posizione dominante all’interno di windows. Non è detto che non venga fatta la stessa cosa con Google e android. È diverso tempo che serpeggia la posizione monopolista di google in diversi campi. Il mercato ha delle regole poi bisogna vedere chi e come le fa rispettare…

    • MaxArt

      Il fatto è che Windows ha sempre avuto una posizione largamente predominante tra i sistemi operativi, e la stretta integrazione con Internet Explorer ha costituito una violazione della stessa secondo le leggi dell’UE. Android non gode della stessa posizione.

      Neppure in Russia, a dire il vero, ma non si sa mai con le leggi che possono esserci lì. Non mi stupirei se decidessero di “proteggere” Yandex, anche se la cosa non ha senso.

      • ilmiocanestupido

        Android è l’OS più diffuso e l’integrazione vincolata ai prodotti Google ripropone esattamente quanto avvenuto con Windows ed Explorer. In Russia Yandex in USA qualcuno da un po’ sta parlando della situazione dominante di Google.

        • MaxArt

          “Esattamente” proprio no: Android in Russia si spartisce equamente il mercato con Apple. Windows ai tempi della sanzione aveva oltre il 95% del mercato, Android non ha mai raggiunto questi livelli.

          Negli USA Google ha una posizione dominante, ma molto meno che in Europa, perché Yahoo e Bing si prendono una buona fetta di mercato.

          Insomma, di che stiamo parlando?

  • giacomofurlan

    Sinceramente mi sembra un’azione del tutto legittima…

    • MaxArt

      Non lo è.
      “Android” è un marchio che include i servizi di Google. Se qualcuno vuole sostituirli, ne fa un fork (e non lo chiama Android). È tutto open source, quindi non c’è problema di sorta – in Cina l’hanno fatto in maniera endemica.
      Yandex vuole sfruttare la notorietà di Android per promuovere la propria piattaforma, ma questo non può farlo.

      • giacomofurlan

        C’è un punto fondamentale: non c’entra poter o meno apportare le modifiche, ma non dare l’opportunità come azione predefinita di poter scegliere il provider di informazioni. Forse non ricordi, ma per una cosa del tutto simile, Microsoft è stata multata più volte per “posizione dominante” di Internet Explorer (2009, 2013…).

        • Windows non è open source quindi un’azienda che vuole vendere un computer senza Internet Explorer non poteva farlo.. Come hanno detto altri Android è Open Source, ne fai un fork e modifichi ciò che vuoi. Magari Yandex può anche farlo ma ne uscirebbe un OS UGUALE ad Android senza i servizi Google. Ti sfido a venderlo poi.

          Sono troppo comodi, vogliono tutti i pro senza nessun contro..

          • giacomofurlan

            Quindi sta all’utente (uno degli enne-mila utenti Android) a decidere di fare un fork ed installarsi un Android modificato?

          • Chi prende Android di solito non si pone il problema di cambiare motore di ricerca, basti vedere quanti fanno al root del telefono!
            Vedi in giro Android che assomigliano più ad Iron Man che all’OS stock.
            Dico solo che come fanno i produttori tipo Samsung, HTC e compagnia bella che cambiano completamente l’interfaccia, ecco che Yandex dovrebbe fare come loro se vuole una versione personalizzata.

          • MaxArt

            No. Sta ai *produttori* decidere di fare un fork, come hanno fatto in tanti in Cina.
            L’utente acquista il telefono con quel che ne viene. Se proprio vuole Yandex predefinito (e non solo a fianco di Google), si prende il telefono con il fork fatto da Yandex.
            Se tale fork non esiste, modda il suo telefono Android.

  • Antonio

    anche per apple con iOS vale lo stesso discorso allora .. no sense questa azione legale..

    • L G

      Veramente per Yandex di senso ce n’è eccome.Prendono Android,il sistema operativo più popolare al mondo,fanno levare Google e ci mettono Yandex.

      • Antonio

        può anche essere ma a quel punto non credo che Google rimarrebbe a guardare… in Spagna ha chiuso google news perchè non gli conveniva più dopo la tassa decisa dal governo. Se in qualche modo decidessero e riuscissero a fare una cosa analoga, e cioè non vendere più dispositivi android in Russia, Yandex avrebbe comunque in mano un bel niente… ps Xiaomi ha creato un suo ecosistema senza avviare azioni legali a quanto mi risulta (ma mi posso anche sbagliare); se l’obiettivo è quello si può fare, ma a parer mio un azione legale contro Google è un suicidio..

        • L G

          Concordo pienamente!Xiaomi si è attrezzata molto bene..Secondo me lo fanno perchè hanno paura di non riuscire a convincere nessuno a fare un telefono con servizi Yandex e così invece di chiedere ai produttori,li obbligherebbero…
          Secondo me questa storia non andrà avanti

          • Antonio

            come è normale che sia…per quello non capisco il senso di questa cosa, le possibilità che ne traggano un qualsiasi vantaggio alla fine di tutto sono veramente scarse secondo me..

          • L G

            Per Google,(e probabilmente buona parte della popolazione russa)sarebbe una fortuna.

            Quello che intendevo io col commento ancora sopra è che Yandex vuole comunque provarci e secondo loro ha senso,sentono che potrebbero riuscire a cambiare Android,ma che ce la facciano mi sembra impossibile.

          • Antonio

            sisi certo.. ;)

Top