Reflex e smartphone sempre più vicini grazie a una ricerca di Harvard

Lo sappiamo, il titolo di questo articolo potrebbe essere letto come pura blasfemia dai puristi della fotografia, pronti a difendere a spada tratta l’indiscutibile maggior qualità fotografica resa possibile dall’uso di una camera DSLR rispetto a quella ottenibile da un comune smartphone; c’è un ma, però, e arriva direttamente da Harvard e in particolare dalla School of Engineering and Applied Sciences (SEAS).

Proprio dalla rinomata Università d’oltreoceano arriva l’ultima ricerca nel campo fotografico, pronta a rivoluzionare quelli che sono i nostri standard per quanto riguarda la qualità. Come? Grazie all’utilizzo di una metalente piatta, ovverosia una lente realizzata con un metamateriale in grado di garantire le stesse funzionalità di una lente tradizionale senza l’utilizzo di vetro.

Realizzate in ossido di titanio, rendono possibile la riflessione della luce verso un singolo punto focale, il tutto con dimensioni estremamente contenute. Visto che uno dei principali limiti ai sensori che troviamo oggi montati sugli smartphone è la limitatezza delle dimensioni, è facile comprendere dove si voglia andare a parare.

Queste metalenti, grazie alle dimensioni estremamente ridotte, potrebbero permettere agli smartphone di ottenere risultati migliori di quelli odierni, avvicinando ancora un po’ il livello di qualità fotografica a quello (al momento irraggiungibile) di una reflex. Inoltre tali lenti permetterebbero di ridurre un fenomeno indesiderato conosciuto come aberrazione cromatica nelle piccole lenti.

Ovviamente, dobbiamo dare per buono quanto riportato dal team di ricerca, non essendo esperti nel campo dei metamateriali; al momento, comunque, la tecnologia non è in grado di coprire tutto lo spettro cromatico, e il lavoro per poter vedere tale tecnologia applicata agli smartphone commercialmente sarà sicuramente ancora lungo.

Fonte

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • E’ inutile, ci sono limiti fisici legati alla diffrazione.
    Finchè il sensore sarà molto più piccolo di un quarto di francobollo c’è poco da fare e questo indipendentemente dalle lenti. Insomma il collo di bottiglia non è nelle lenti quanto nei sensori e nelle loro dimensioni ecco perchè le reflex staranno sempre più avanti.

  • silvio

    Anni luce lontani gli smartphone dalle reflex, forse ancora per un decennio abbondante. Poi per un clicca e scatta, la fotocamera è ottima. Per fare altro tipo di foto, la reflex è in assoluto la migliore.

  • Taddeus

    Per quanto riguarda i sensori credo che i margini di miglioramento ci possano essere, più per gli smartphone che per le reflex (solo per una questione di budget). Per quanto riguarda l’ottica, la vedo dura, ci sono dei limiti fisici che non possono essere oltrepassati se non aumentando le dimensioni. Comunque, ben venga, ormai le foto si fanno al 90% con il cellulare, da possessore di Nikon d90 mi rendo conto di usarla sempre meno (per questione di tempo e comodità). Certo, le foto che contano si fanno con quella.

  • Il problema dell’irraggiungibilità della qualità di una reflex deriva dal fatto che, così come migliorano gli smartphone, anche le fotocamere professionali sono sottoposte a costanti miglioramenti. Il punto sta nel vedere come cresce nel tempo la qualità degli uni rispetto alle altre e, anche ammesso che crescano più in fretta le DSLR (ma dubito), quale sia quel punto in cui tutto sommato non sarà più possibile, se non per dei maniaci, distinguere le due foto.

  • gianluca cataldi

    Quando fotograferò un volto che non sia perfettamente centrato e non sembrerà un alieno deformato (distorsione grandangolare) allora io personalmente sarò soddisfatto

    • pietro

      maronna, le foto dei compleanni fatte con l’iphone…maledetti, ogni volta devo fare a gara per beccarmi un posto al centro per non uscire con la testa di Alien

      • gianluca cataldi

        Capisco!! Con snapseed o polar risolvo, ma modificandole… Vuoi mettere un punta e scatta preciso?! Quando esisterà allora cambierò il mio 6p
        Edit: nella mia ignoranza ho cercato senza successo un app fotocamera che in base alla camera fisica dello smartphone cambiasse proprio la forma intelligentemente, magari invece che quadrata viene tonda che ne se… se fossi uno sviluppatore sarei già a lavoro!!

Top