Meta ha lanciato un nuovo modo di concepire le chat di gruppo su Messenger, slegando di fatto le stesse dalle pagine Facebook.

I nuovi gruppi, battezzati Community dalla compagnia, permetteranno di aggiungere un numero enorme di utenti (fino a 5.000) senza particolari prerequisiti per l’accesso. Sarà dunque possibile utilizzare questa nuova funzione per creare chat relative a un evento, un istituto scolastico o persino per includere un intero quartiere di una città.

In realtà questa filosofia non è una novità assoluta per Meta. Qualcosa di simile era stato introdotto già nel 2022, con la possibilità da parte degli amministratori dei gruppi di creare chat room simili a quelle proposte da Discord.

Le chat di gruppo autonome presentano anche svantaggi per la privacy

Secondo quanto affermato da Meta, le Community non sono ancora disponibili per tutti, con un’introduzione graduale nei vari paesi. Allo stesso tempo, il colosso tecnologico ha voluto anche avvertire gli utenti dei potenziali criticità che questa implementazione comporta, soprattutto relative alla privacy.

Questa mossa avvicina ulteriormente Facebook Messenger ad altre piattaforme come il già citato Discord e WhatsApp che, ormai da tempo, puntano forte su chat con un numero elevato di partecipanti.

Adam Mosseri, capo di Instagram, ha affermato come i messaggi privati rappresentino un caposaldo per la piattaforma, visto il massiccio utilizzo degli stessi da parte dei più giovani.

Offerta

HONOR 200 8/256GB

Coupon: AHFANS10P + Sconto in pagina di 150€ + Sconto premuta, click in pagina (valido anche se non hai un usato)

359€ invece di 599€
-40%

Nonostante le preferenze degli utenti, i social stanno insistendo in una direzione opposta per un motivo semplice. Soluzioni come le chat di gruppo autonome di Facebook consentono di inviare con facilità messaggi a un numero enorme di utenti, con grandi vantaggi comunicativi e nel contesto commerciale.

Su Instagram, durante lo scorso anno, è stato applicato una soluzione ibrida, con la possibilità di mandare messaggi privati contemporaneamente a un numero elevato di utenti, così come avviene con i canali Telegram.