Migliori microSD per smartphone: come si classificano e quali acquistare

Migliori microSD per smartphone: come si classificano e quali acquistare
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/02\/Migliori-microSD_tta.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/02\/Migliori-microSD_tta-460x259.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/02\/Migliori-microSD_tta-635x357.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/02\/Migliori-microSD_tta.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/02\/Migliori-microSD_tta.jpg"}, "title": "Migliori microSD per smartphone: come si classificano e quali acquistare" }

Migliori microSD per smartphone – Al giorno d’oggi quasi tutti gli smartphone più moderni integrano memorie da almeno 16 GB, le quali dovrebbero garantire spazio d’archiviazione sufficiente per app e file multimediali. Tuttavia, può capitare di trovarsi “con la memoria corta”: in questo caso entrano in gioco le famose schede di memoria microSD, ovvero dei supporti esterni che permettono di espandere la capacità del device, sia esso uno smartphone o un tablet.

Attualmente sul mercato sono presenti tantissimi modelli diversi, il che potrebbe causare confusione agli utenti meno esperti: ecco dunque la nostra guida dedicata, in cui vi spieghiamo la classificazione delle schede microSD, la loro compatibilità e vi diamo consigli su quali sono le migliori microSD per smartphone da acquistare in base alle vostre esigenze.

Come scegliere la migliore microSD per il proprio smartphone

Classificazione

Partiamo col fare un po’ d’ordine, le schede MicroSD possono essere classificate in diversi modi:

  • velocità di scrittura minima sequenziale garantita
  • velocità di lettura e scrittura casuale minima garantita
  • capacità di memorizzazione

Consideriamo la classificazione mediante velocità di scrittura minima sequenziale garantita, in questo caso si classifica in base al BUS di memoria utilizzato. Il BUS di memoria non è altro che una sorta di canale di comunicazione identificabile con i pin posti al di sotto della scheda, più e grande il BUS, più sono i pin, più dati saranno trasferiti in un certo intervallo di tempo.

Inizialmente le microSD venivano classificate dalla classe 1 (1MB/s) a quella 10 (10MB/s), identificando le microSD che utilizzavano il BUS High Speed. Dopodiché si è passati all’utilizzo del BUS Ultra High Speed (UHS) di tipo UHS-I, UHS-II e UHS-III. Attualmente solo UHS-I è supportato dagli smartphone, tuttavia utilizzano questo BUS le classi U1 e U3, con velocità di scrittura sequenziale minima garantita rispettivamente di 10 MB/s e 30 MB/s.

Infine viene fatta una classificazione dedicata alla gestione dei video, con la cosiddetta Video Speed Class, con classi che vanno da V6 (6MB/s) a V90 (90MB/s), quest’ultima utile per la registrazione di video in 8K. Non ci soffermeremo particolarmente su questo tipo di classificazione per quanto riguarda gli smartphone.

Con la possibilità di utilizzare le microSD come memoria principale dello smartphone, è stata introdotta un’altra tipologia di classificazione chiamata Application Performance, con le classi A1 e A2 che fanno riferimento alla velocità di scrittura e lettura casuale garantita e non sequenziale.

Questo tipo di performance sono molto importanti per l’utilizzo di applicazioni sulla memoria, mentre lo sono meno per quanto riguarda l’archiviazione di dati quali foto e video.

Infine, come detto, bisogna tener presente anche la capacità della memoria esterna, che viene indicata in base alle due lettere successive alla parola microSD: le microSD HC (High Capacity) possono contenere da 4 GB fino a 32 GB di dati, mentre le XC (eXtended Capacity) raggiungono i 2 TB.

Compatibilità

Una volta individuato il quantitativo supplementare di memoria che ci interessa installare, dobbiamo verificare che il dispositivo in cui la microSD sarà montata sia effettivamente compatibile con la stessa. Ad esempio, se il nostro smartphone supporta fino a 32 GB di memoria esterna sarà inutile acquistare una scheda da 64 GB, poiché ne saranno disponibili solo 32.

Come scegliere la migliore microSD?

I motivi che spingono un utente a dotarsi di una scheda microSD sono molteplici. Consideriamo, però, che la resa delle stesse può variare a seconda dello scopo a cui sono destinate: ecco quindi l’analisi dei due principali utilizzi che possono aiutarci a scegliere la migliore microSD per il nostro smartphone.

  1. L’archiviazione di elementi multimediali è sicuramente l’impiego più popolare. Almeno una volta nella vita, infatti, ci siamo trovati a non poter più scattare foto o girare video per l’esaurimento della memoria interna. Con una microSD questo non accadrà più, ma dovremo saper scegliere con oculatezza il prodotto che meglio soddisfa le nostre esigenze. Se possediamo uno smartphone in grado di girare video in 4K (dunque molto pesanti), ci converrà scegliere una UHS-I U3 in modo da non avere problemi con la riproduzione video, mentre con immagini e video meno impegnativi in termini di spazio occupato potremo optare anche per una semplice classe 10 o U1: il nostro consiglio tuttavia, considerate anche le differenze di prezzo (quasi irrisorie), è quello di puntare decisamente sulle memorie di qualità più elevata.
  2. Utilizzo come memoria interna. Con l’avvento di Android Marshmallow è possibile sfruttare la memoria esterna per installare le applicazioni. Funzione comodissima per i dispositivi (fortunatamente sempre più rari) che nascono con soli 8 o addirittura 4 GB di memoria integrata. In questo caso la microSD può essere una vera manna dal cielo, a patto che il produttore del prodotto abbia deciso di mantenere la possibilità di installare le app sulla memoria esterna. In caso affermativo, ricordate che la velocità delle memorie eMMC (cioè le memorie integrate) è generalmente più elevata delle microSD, quindi potreste accorgervi di una minore reattività nell’utilizzo di alcune funzioni del vostro smartphone. Vi consigliamo quindi di avere nella microSD solamente le applicazioni più leggere, in modo tale da limitare i rallentamenti. Per maggior sicurezza vi invitiamo a testare la velocità della memoria interna del vostro smartphone con applicazioni come AndroBench (gratis sul Play Store ): nel caso essa sia simile a quella di una scheda di memoria non dovreste riscontrare problemi, in quanto il collo di bottiglia sarebbe praticamente inesistente. Vi anticipiamo però che questa situazione si verifica molto di rado.

Consigli: le migliori microSD per smartphone

Quotidianamente proviamo diverse microSD, all’interno di questo paragrafo vogliamo darvi dei consigli su quelle che sono le migliori microSD per prestazioni e rapporto qualità/prezzo.

Tutti i benchmark sono stati effettuati utilizzando un Samsung Galaxy S8 e AndroBench.

SanDisk Ultra UHS-I U1

La SanDisk Ultra che abbiamo provato è da 256 GB di spazio di archiviazione, ovviamente è disponibile anche in tagli inferiori. Si tratta di una delle migliori microSD perché adatta praticamente a tutti gli scopi, non a caso riesce ad avere valori abbastanza alti sia in lettura e scrittura sequenziale, che in lettura e scrittura casuale.

Non avrete molti problemi a memorizzare foto, video e applicazioni, tenendo sempre ben presente che installare app sulla microSD non è esattamente il massimo per le prestazioni del dispositivo, in nessun caso.

Acquista SanDisk Ultra UHS-I U1

SanDisk Extreme Pro UHS-II U3

La Extreme Pro è una delle migliori microSD che SanDisk ha attualmente sul mercato. L’unica del lotto che supporta il BUS UHS-II. Come detto, però, gli smartphone non supportano ancora questo tipo di canale, motivo per cui i benchmark effettuati con Galaxy S8 non hanno raggiunto i 275MB/s in lettura dichiarati dall’azienda.

Abbiamo provato la Extreme Pro nel taglio da 64 GB e visto il prezzo importante non la consigliamo per l’utilizzo su uno smartphone, tuttavia è una delle migliori scelte per action cam e fotocamere, vista la velocità di scrittura sequenziale piuttosto alta.

Le velocità di lettura e scrittura casuale, piuttosto basse invece, non la rendono una gran candidata per l’utilizzo da smartphone.

Acquista SanDisk Extreme Pro UHS-II U3

SanDisk Extreme UHS-I U3

La SanDisk Extreme è una delle migliori microSD per smartphone per quanto riguarda le prestazioni pure. Abbiamo provato la scheda nel taglio da 64GB, riscontrando ottimi valori di benchmark leggermente più bassi della Extreme Pro, ma più alti per quanto riguarda lettura e scrittura casuale, quindi adatta all’utilizzo come memoria principale e per l’installazione di applicazioni.

La microSD in questione è anche classificata V30, ottima per la registrazione in 4K.

Acquista SanDisk Extreme UHS-I U3

SanDisk Ultra UHS-I U1 200GB

Questa è stata la prima microSD con 200GB di capacità, di conseguenza non ha velocità elevatissime com’è possibile vedere dal benchmark, tuttavia ha un costo piuttosto contenuto se consideriamo lo storage. Consigliamo questa microSD a coloro i quali hanno bisogno di un grande quantitativo di memoria, ma a cui le prestazioni non interessano particolarmente.

Non è una microSD lenta, tuttavia paragonata alle altre non ha prestazioni incredibili in scrittura sia sequenziale che casuale.

Acquista SanDisk Ultra 200GB

 

Samsung EVO+ UHS-I U1

Si tratta probabilmente della migliore microSD per rapporto qualità/prezzo.

Abbiamo testato la versione da 64GB che costa solo 27 euro ma offre prestazioni ottime considerando il posizionamento, come potete vedere dal benchmark. Buone prestazioni in lettura e scrittura sia sequenziale che casuale, insomma l’ideale se non volete spendere somme esorbitanti per una microSD, ma siete attenti alle prestazioni.

 

Acquista Samsung Evo+ UHS-I U1

Samsung EVO UHS-I U1

La Samsung EVO è una buona alternativa alla EVO+, attualmente però su Amazon si trova a un prezzo praticamente identico alla EVO+, di conseguenza non conviene prenderla viste le prestazioni leggermente inferiori.

La segnaliamo visto che si tratta comunque di un’ottima microSD per rapporto qualità/prezzo, ed è disponibile in diversi tagli.

 

 

Acquista Samsung EVO UHS-I U1

Samsung Pro+ UHS-I U3

La Samsung Pro+ ha prestazioni paragonabili alla Extreme di SanDisk e si posiziona anche nella stessa fascia di prezzo, di conseguenza può risultare un’ottima alternativa, e di sicuro una delle migliori microSD per smartphone.

Acquista Samsung Pro+ UHS-I U3

Conclusioni

Nell’era del cloud storage e degli smartphone ad alta capacità, potrebbe sembrare che le schede microSD siano una tecnologia obsoleta. Tuttavia, esse possono rappresentare l’ancora di salvezza soprattutto per coloro che hanno necessità di scattare grandi quantità di foto e/o di girare video di parecchi minuti in qualità elevate. Per questo motivo è più che mai necessario conoscere i prodotti che si acquisteranno ed è per questo che speriamo che questa guida sulle migliori microSD per smartphone possa essere un valido strumento per districarsi tra le mille offerte sul mercato.