LG Q6 passa dalla fascia media del mercato alla fascia bassa, basta spostare lo sguardo da un canale di vendita all’altro.

Nella nostra recensione di LG Q6 non potevamo esimerci dal criticare la scelta del brand sud-coreano di proporlo in Italia al prezzo di listino di 349 Euro (sceso subito a 299 Euro), risultando troppo alto rispetto a ciò che offriva il mercato. Certo, parliamo comunque del primo smartphone a sdoganare ufficialmente il display in formato 18:9 sulla fascia medio-bassa ma i difetti erano molti.

Al nuovo prezzo di 150 Euro circa a cui lo offrono però gli operatori quali TIM, Vodafone e Wind, LG Q6 diventa automaticamente una valida alternativa. Ogni operatore ha la sua proposta e la più conveniente è sicuramente quella di TIM: 0€ di contributo iniziale e 5 Euro al mese per 30 mesi con incluso nell’offerta 10 GB, Musica in Streaming e Studio+, per un totale di 150 Euro.

Vodafone invece prevede un contributo iniziale di 29,99 Euro e 5 Euro ogni 28 giorni per 30 rinnovi, per un totale di 179,99 Euro.
In ultimo c’è Wind che prevede un anticipo di 129,90 Euro e un contributo mensile di 1 Euro ogni 28 giorni per 30 rinnovi, per un totale di 159,90 Euro con 2GB in omaggio.

L’unica criticità da segnalare è l’obbligo contrattuale cui viene legata la SIM, infatti in caso di recesso anticipato, disattivazione della SIM o cambio operatore bisognerà pagare con un’unica soluzione le rate restanti più una penale in base al contratto e l’operatore.

Se LG Q6 vi ha incuriosito ecco alcune nostre risorse utili: