HiSilicon Kirin 985, con processo a 7 nanometri + EUV, potrebbe arrivare entro giugno

HiSilicon Kirin 985, con processo a 7 nanometri +  EUV, potrebbe arrivare entro giugno
{ "img": {"small":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/08\/Kirin-980-5.jpg","medium":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/08\/Kirin-980-5-460x259.jpg","large":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/08\/Kirin-980-5-635x357.jpg","full":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/08\/Kirin-980-5.jpg","retina":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/08\/Kirin-980-5.jpg"}, "title": "HiSilicon Kirin 985, con processo a 7 nanometri + EUV, potrebbe arrivare entro giugno" }

Huawei sarebbe quasi pronta al lancio di un nuovo chipset di fascia alta da destinare al settore mobile, sfruttando ancora una volta un processo produttivo TSMC a 7 nanometri abbinato alla tecnologia EUV (Extreme Ultraviolet Light).

Al momento il nuovo SoC viene indicato con nome di HiSilicon Kirin 985, anche se Huawei potrebbe optare per un nome diverso al momento del lancio. Utilizzando la nuova tecnologia EUV sarà possibile aumentare del 20% la densità dei transistor, migliorando la resa energetica e ottenendo componenti più performanti.

Secondo alcune indicazioni trovate da un team di esperti nel codice sorgente del Kirin 980, il nuovo chipset dovrebbe offrite una maggiore frequenza operativa per quanto riguarda CPU e GPU, mantenendo l’architettura Cortex-A76 di ARM. I primi dispositivi a utilizzare il nuovo chipset dovrebbero essere commercializzati solo nella seconda metà del 2019.

Difficile fare ipotesi attendibili su quali saranno i primi smartphone a utilizzare HiSilicon Kirin 985. Huawei potrebbe destinarlo alla prossima serie Huawei Mate 30 o farlo debuttare con uno smartphone HONOR in occasione di IFA 2019.

Fonte: Gizchina