Questo sito contribuisce alla audience di

HTC U12 Plus è ufficiale, curato in ogni dettaglio e ha potenza da vendere

HTC U12 Plus è stato presentato ufficialmente nella giornata di oggi, dopo lunghe settimane di rumor e indiscrezioni (più o meno affidabili) e qualche anticipazione dell’ultimo momento.

Dovrebbe trattarsi dell’unico top di gamma di quest’anno per il produttore taiwanese, che avrebbe deciso di concentrarsi esclusivamente su un modello soltanto evitando la variante “normale” del flagship: quest’anno infatti, rispetto a quello scorso, abbiamo a che vedere con la sola versione “Plus”.

Andiamo dunque a scoprire caratteristiche tecniche, design, immagini, prezzo e data di uscita di HTC U12 Plus.

Caratteristiche tecniche di HTC U12 Plus

HTC U12 Plus presenta specifiche tecniche da flagship, senza veri compromessi. Dispone di un generoso display Super LCD6 18:9 da 6 pollici a risoluzione 2880 x 1440 pixel (QHD+), con cornici ridotte ma dall’aspetto “classico” (leggasi senza notch); il vero cuore dello smartphone è ovviamente il SoC Qualcomm Snapdragon 845, il top della gamma 2018 dell’azienda californiana.

Lato memorie, HTC U12 Plus può contare su 6 GB di RAM e 64/128 GB di storage interno, naturalmente con la possibilità di espansione tramite microSD (fino a 2 TB), mentre dal punto di vista fotografico non manca la doppia fotocamera posteriore, ormai quasi imprescindibile per un dispositivo di questo livello. Quest’ultima, ad allineamento orizzontale, dispone di sensori da 12 e 16 MP con apertura f/1.75 e f/2.6, PDAF, stabilizzazione ottica, zoom 2X (10X quello digitale) sul sensore secondario e flash LED, e risulta accompagnata, nella parte frontale, da una doppia selfie-cam da 8 MP (apertura f/2.0) in grado di supportare gli adesivi AR.

La fotocamera posteriore è dotata di UltraSpeed Autofocus 2HDR Boost 2 per scatti rapidi con qualsiasi condizione di luminosità, oltre che di zoom video Sonic Zoom, che permette di “ingrandire” un particolare audio o video. Grazie alla stabilizzazione ottica (OIS) ed elettronica (EIS) HTC U12 Plus permette di catturare immagini chiare e stabili e registrare video a 1080p e 240 fps.

Gli esperti di DxOMark hanno premiato il comparto fotografico di HTC U12 Plus con un punteggio di 103 punti (106 per le foto e 95 per i video), posizionandolo al secondo posto dietro a Huawei P20 Pro (109).

Non mancano ovviamente connettività 4G LTE (Cat 18), Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac Dual Band, dual SIM, Bluetooth 5.0, NFC, GPS, GLONASS, i vari sensori di prossimità, luminosità, etc. etc. e la porta USB Type-C 3.1, anch’essa ormai uno standard sugli smartphone di ultima generazione. La casa taiwanese ha deciso inoltre di non sottovalutare il comparto audio, dotando il suo nuovo flagship di altoparlanti BoomSound Hi-Fi, auricolari USonic con cancellazione attiva del rumore e LDAC Qualcomm aptX HD, anche se purtroppo manca il jack audio da 3,5 mm.

Sappiamo che uno dei particolari più importanti per gli utenti risulta la batteria, e HTC ha deciso di montarne una piuttosto generosa (ma non esageratamente), da 3500 mAh: una simile capacità dovrebbe risultare più che sufficiente a coprire un’intera giornata tipo, ma non dovrebbe fare grossi miracoli tenendo conto di dimensione del display e hardware a disposizione.

Presente la certificazione IP68 contro acqua e polvere, già presente su HTC U11 (IP67 in quel caso) e HTC U11 Plus. Se siete preoccupati dalle dimensioni, sappiate che lo smartphone misura 156,6 x 73,9 x 8,7-9,7 mm, con un peso di 188 grammi.

Design di HTC U12 Plus

HTC U12 Plus può contare su materiali ormai tipici degli smartphone top di gamma di questo periodo, ossia vetro e metallo, con un display dalle cornici ridotte (ma non portate all’estremo) e niente notch: HTC ha deciso, sotto questo punto di vista, di rimanere con un display senza tagli, una scelta che molti utenti probabilmente apprezzeranno.

La doppia fotocamera è stata posizionata orizzontalmente, separata da flash LED e sensore di impronte digitali, inseriti via via più in basso nella parte centrale; ancora più in basso, praticamente al centro della scocca posteriore, il logo HTC. I bordi laterali del display sono ultrasottili e ognuna delle colorazioni presenta la sua “particolarità”: Translucent Blue esalta la bellezza del telefono lasciando un gradevole effetto di trasparenza, il nero Titanium Black gli dona un aspetto sofisticato e il rosso Flame Red offre un look più dinamico.

Software di HTC U12 Plus

HTC U12 Plus viene commercializzato con una HTC Sense basata su Android 8.0 Oreo, l’ultima major release stabile attualmente disponibile (Android P è ancora in beta e arriverà sicuramente più avanti anche su questo smartphone), con la “solita” personalizzazione non troppo pesante.

Tra le funzionalità aggiuntive offerte dal software HTC possiamo trovare, ad esempio, la Edge Sense 2, una nuova esperienza di feedback tattile che permette di utilizzare i bordi dello smartphone come modalità più semplice e intuitiva per interagire con il telefono.

Immagini di HTC U12 Plus

Prezzi e uscita di HTC U12 Plus

HTC U12 Plus è disponibile in preordine in Italia nelle tre colorazioni Titanium Black, Flame Red e Translucent Blue a partire da oggi, 23 maggio. Il prezzo è di 799 euro (variante da 6/64 GB di memoria) e le spedizioni sono previste per fine giugno.

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • XZtian

    Un mattone… 188gr !!!

  • Mobile Suit Gundam

    Smartphone assolutamente completo, direi globalmente il piu’ completo e equilibrato su piazza lato hardware e soprattutto features (IMHO), ma questo lo si sapeva gia’.

    Nessuna grossa novita’ rispetto U11+ (IMHO) e pure questo lo si sapeva gia’.

    Prezzo onesto in relazione a quanto offerto e ai top brand, ma resta il fatto che il top HTC non si svaluta di un cent se non dopo parecchi mesi quando ormai sta per uscire il successore…questo da un vantaggio – non indifferente – alla concorrenza, in particolare a Samsung e Huawei (dovrei includere anche LG che di solito dopo pochi mesi te lo regalano col Dixan ma tanto non vende lo stesso…)

    Ora pero’ bisogna valutare le possibili note dolenti:

    1) BATTERIA: ribadisco che la scelta di tagliare 500 mAh rispetto a U11+ resta PER ME censurabile e in ogni caso non e’ un bel biglietto da visita per i potenziali acquirenti. Il fatto che le 4 fotocamere e/o l’edge sense 2 possano aver tolto spazio non e’ PER ME un giustificativo, anche considerando le dimensioni a dir poco generose e lo spessore di quasi 1cm. In ogni caso PER ME meglio 4000 mAh di batteria o + anziche’ la doppia selfie cam, tanto per dire. E se devo rinunciare alla cam tele, rinuncio pure a quella. 3500 mAh saranno sufficienti ma nulla piu’. E per utenti esigenti e che fanno uso intenso e pesante (piu’ o meno sporadicamente) dello smartphone potrebbero risultare insufficienti.

    Dopo una vita che il “popolo” HTC (e non) invocava batterie capienti e finalmente l’azienda si era decisa a dare ascolto proponendo una quasi 4000 mAh con U11+, questo deciso passo indietro lascia l’amaro in bocca. E non venitemi a parlare delle solite ciance del nuovo Soc piu’ risparmioso e del software miracoloso, per favore, che poi ogni anno il rapporto prestazioni/batteria resta invariato, quando va bene.

    Aggiungo che per quanto riguarda U12+ le 4 fotocamere contribuiranno a consumare un botto, come del resto risaputo e già visto in altri device che fanno uso di doppia-tripla-quadrupla cam (in varie combinazioni).

    Inoltre i display SuperLCD di HTC sono quelli che mediamente consumano di piu’ nel panorama mobile e non credo che da questo punto di vista ci siano stati miglioramenti significativi come per es. fatto da LG con gli LCD montati su G7

    2) DISPLAY: apprezzo molto il fatto che HTC abbia ripudiato la demenziale tacca e abbia mantenuto un display “classico” senza orripilanti bordi edge e angoli stondati (che mi fanno ribrezzo, personalmente). Ottima la risoluzione e condivisibile anche la scelta, pur nel mio disprezzo personale per i nuovi formati, del 18:9 “legittimo” anziche’ le porcherie di format senza senso che stanno sfornando tutti gli altri (18,5:9 / 19:9 / 19,5:9 ecc.ecc.). Unico punto dolente – a parte il consumo notevole di batteria di cui gia’ ho parlato, comunque da ri-verificare nelle prossime rece, e’ ovviamente la nota e spinosa questione della luminosita’. Se il SLCD6 di U12 non risultera’ MOLTO migliore di quello montato su U11+ per me e’ un grosso punto negativo. E non parlo cosi’ per dire o per partito preso: su un ultra-top-di-gamma da 700+ Euro, come gia’ ho scritto, un display da 300 nits o poco piu’ NON E’ AMMISSIBILE. Punto.

    E se aggiungiamo il dichiarato supporto HDR poi…(tra l’altro, sara’ SUBITO disponibile su questo U12? Oppure un fantasma divenuto barzelletta come per il povero U11+?) Alle rece l’ardua sentenza…

    3) ROBUSTEZZA: un vero punto critico di U11/U11+. D’accordo che tutti questi device con retro in vetro sono fragili ma i top HTC dell’anno scorso si sono dimostrati realmente grissini…sara’ per colpa dell’edge sense e quello che si vuole, sta di fatto che non si puo’ pensare di disintegrare il device per una mezza caduta oppure di fasciarlo in 3 cm di cover di silicone… Spero vivamente che U12+ porti apprezzabili miglioramenti sotto questo profilo, magari il fatto che non ci sono piu’ tasti fisici puo’ aver permesso di rafforzare in qualche modo la struttura della scocca.

    4) GARANZIA e ASSISTENZA: altro grosso punto dolente. Da quanto ho letto in giro, soprattutto per noi Italiani, l’assistenza si e’ rivelata un incubo. D’altronde se non sei fisicamente presente sul territorio e se versi in pessime acque finanziariamente si tende a risparmiare e tagliare su tutto: assistenza e fattiva usabilita’ della garanzia sono tra i primi parametri che ne risentono, di solito.

    Mi sembra di aver fatto osservazioni oggettive e argomentate e confido in risposte/conversazioni costruttive ed altrettanto posate.

    Grazie

    • Gianluca Barbara

      Disamina perfetta non ho altro da aggiungere, complimenti.
      Mi dispiace e mi terrorizza sapere che u11 era così fragile calcolando quante volte a me cada un cellulare…

  • Gianluca Barbara

    Bellissima e completissima preview veramente molto bravo grazie. Amo spasmodicamente HTC e la Sense non esiste cellulare migliore da questo punto di vista. Per motivi di disoccupazione purtroppo non mi sono potuto permettere altri htc dopo m9 e huawei p10 lite che ancora ho al di là del basso prezzo di acquisto mi fa rivoltare lo stomaco, se penso al confronto, per la Emui
    Purtroppo htc fa di tutto e più di tutto per fallire e nonostante ‘invidierò’ chiunque potrà permettersi questo ultimo modello prevedo come tutti che questo sarà il finale per il reparto smartphones. Spero tantissimo che possano sviluppare la Sense anche a pagamento da mettere sul playstore e scaricabile da chiunque

  • Giuliano88

    Sembra davvero un gran telefono

  • Non male, aspetto recensione.

  • Ravenlord

    Ah sì?! Anche nel taglio di memoria? Almeno una versione da 128GB avrebbero potuto farla per il mercato Europeo come hanno fatto con l’U11 l’anno scorso. E perchè non anche i 256GB al giorno d’oggi?
    Ma la concorrenza la guardano

    • Fabio Solazzo

      Scusa ma che senso avrebbero tagli di memoria infiniti con il supporto alle sd esterne fino a 2tb?

      • kalabro

        beh’ è mq risaputo che la velocità di una memoria integrata non è paragonabile a quelle esterne e stiamo cmq parlando di un top proposto a 800 euro da un’azienda che deve recuperare rispetto alla concorrenza… cmq sì concordo che i 64 espandibili bastino ai più

        • Fabio Solazzo

          Riguardo allo stare al passo con la concorrenza hai perfettamente ragione. Ed hai ragione anche che ai piu basteranno i soliti 64gb… Magari per via Delle cattive condizioni finanziarie che attraversa HTC e probabile che facciano un solo taglo per risparmiare sulla produzione

      • Ravenlord

        Al di là della velocità rispetto alle microSD, all’affidabilità ed alla sicurezza dei dati (oltre al costo sicuramente maggiore di una sd di qualità dai 128GB in su) è importante avere tagli di memoria interna capienti perchè tutti gli aggiornamenti di sistema, tutte le app ed i dati delle app (vedi conversazioni di WhatsApp, Telegram, Messenger, Facebook, ecc ecc) scrivono ed occupano solo la memoria interna e non la microSD (usata solamente per foto e video fatti con la fotocamera e per altri dati spostati manualmente). Stanno facendo pagare a peso d’oro queste memorie e si ostinano a rifilare tagli da 8 e 16 GB (di cui disponibili meno della metà già al primo avvio). Al giorno d’oggi il taglio minimo dovrebbe essere quello da 32GB; e non è solamente da pensare al presente ma, dato che la vita media di uno smartphone è pari a 3-4 anni, il taglio di memoria acquistato oggi deve permettermi di far fronte all’intera durata del dispositivo per gli anni successivi sia per i costanti aggiornamenti delle app sia per i dati di queste. Se poi vengono fatte molte foto/video, allora si provvede ad aggiungere una microSD.
        Uno smartphone non è più un telefono, bensì dev’essere paragonato ad un computer. Puoi farci praticamente di tutto e, a mio avviso, è inutile dargli funzioni spettacolari e poi castrarlo a livello di memoria. È come avere un computer odierno con un hard disk da 32GB, di cui 20GB occupati solo dal sistema, senza contare gli aggiornamenti da fare, i propri programmi da installare ed i propri dati. È completamente inutile!
        E, viste le cifre a cui vengono venduti gli smartphone (soprattutto i top di gamma), di sicuro potrebbero far pagare lo stesso prezzo per un taglio di memoria almeno doppio; oppure far pagare 20-30€ in più all’utente finale per un taglio di memoria che abbia senso.
        Un esempio lo sono i Samsung serie S, che al momento dell’uscita costano mediamente 900€, dopo 6 mesi 300€ in meno e dopo 1 anno costano la metà. Con questa marginalità di guadagno credimi che si possono permettere anche il taglio da 512GB allo stesso prezzo e venderlo ad uno street price migliore, per poi far svalutare meno il dispositivo nel tempo, anzichè continuare a fo**ere la gente.

Top