HTC Jetstream: il Puccini che non sarà europeo

HTC Jetstream: il Puccini che non sarà europeo
{ "img": {"small":false,"medium":false,"large":false,"full":false,"retina":false}, "title": "HTC Jetstream: il Puccini che non sar\u00e0 europeo" }

Molte parole sono state spese nel passato recente nel cercare di definire una precisa forma ed un preciso carattere per il tablet da 10 pollici conosciuto come HTC Puccini. Con un processore dual core operante ad 1,5GHz di frequenza, supporto alla penna Scribe (come già il Flyer), una fotocamera posteriore da 8 megapixel ed una frontale da 1,3 megapixel, moduli radio HSPA+ e LTE – il tutto accompagnato da Android 3.x Honeycomb ed interfaccia Sense – il tablet che HTC ha sviluppato si preannunciava come il migliore della classe. L’annuncio ufficiale di presentazione del nuovo prodotto – ufficialmente chiamato Jetstream – ha tuttavia negato un possibile ingresso del tablet in Europa, poiché pare che l’unica destinataria sarà la statunitense AT&T. Non è dato sapere se in realtà HTC adotterà un meccanismo simile a quanto già visto con il T-Mobile G2/Desire Z, ma la presentazione come “esclusiva” di AT&T lascia presagire che le possibilità di tale avvenimento siano da considerarsi di scarsa rilevanza. Il tablet, con contratto biennale, costerà ben 700$, ovvero 500€: un prezzo carissimo, se consideriamo che molti smartphone del costo di 500€ in Italia vengono venduti addirittura a 0,01$ sotto contratto negli USA. Anche se al momento attuale la situazione si configura probabilmente come un’occasione persa per HTC per espandere le sue quote di mercato, ci auguriamo un cambio di rotta nelle strategie commerciali della compagnia taiwanese ed una commercializzazione del tablet anche nel Vecchio Continente.

[Via phandroid.com]