Honor annuncia GPU Turbo per rivoluzionare la grafica mobile

Honor annuncia GPU Turbo per rivoluzionare la grafica mobile
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/02\/honor-logo-2.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/02\/honor-logo-2-460x259.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/02\/honor-logo-2-635x357.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/02\/honor-logo-2.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/02\/honor-logo-2.jpg"}, "title": "Honor annuncia GPU Turbo per rivoluzionare la grafica mobile" }

Nella giornata di oggi, Honor – brand che come sappiamo è l’online brand del colosso cinese Huawei – ha annunciato quella che stando alle dichiarazioni si prospetta come una vera rivoluzione nel settore della grafica mobile: stiamo parlando di GPU Turbo.

In un settore come quello mobile che si sta evolvendo nella chiara direzione della AI, con interfacce sempre più curate, animazioni fluide e rapidissime e giochi che si evolvono a ritmi molto più veloci di quanto eravamo abituati su desktop e console, Honor ha focalizzato l’attenzione sul componente messo più sotto stress da tutte queste features: la GPU.

Il focus di Honor non è però quello della pura potenza di calcolo, anche nei chip Kirin sono infatti presenti GPU con capacità di elaborazione sufficienti anche per i giochi 3D più esosi, l’azienda cinese vuole puntare infatti l’attenzione sul giusto bilanciamento tra efficienza, consumi e forza bruta.
Questa tecnologia garantirà di migliorare sensibilmente la Graphics Processing Efficiency degli smartphone, garantendo quindi un mantenimento di prestazioni elevate senza influire sulla batteria: Honor promette un aumento dell’efficienza fino al 60% ed una riduzione dei consumi fino al 30%. Inoltre saranno consentiti framerate più elevati e stabili e miglioramenti nell’elaborazione fotografica soprattutto in campo HDR e, in futuro, una ottimizzazione anche in campo AR e VR.

Le migliorie saranno ottenute dalla completa riscrittura del software a partire dalle parti più elementari del sistema, ciò garantirà di implementare questa soluzione anche sui modelli già in commercio perché basate su aggiornamenti software.

Il debutto di questa tecnologia sarà sull’appena annunciato Honor Play e poi si potrà procedere all’implementazione (già confermata) sui più recenti Honor 10, Honor View 10, Honor 9 Lite e Honor 7X.

All’evento di oggi, il CEO Richard Yu ha affermato che, se equipaggiato con questa rivoluzionaria tecnologia, un medio-gamma Honor con GPU single thread può battere in scioltezza le performance di un top-gamma con GPU multi thread di questa generazione. Noi siamo sicuramente trepidanti per poter provare con mano questa tecnologia.

E voi: avete uno degli smartphone che sarà aggiornato? Fateci sapere le vostre impressioni e se l’incremento prestazionale sarà così importante come promesso da Honor.

Condividimi!