I giochi su dispositivi Android esistono ormai da diversi anni, ma si può dire che l’avvento di PlayerUnknow’s Battlegrounds sul Play Store ha aperto ufficialmente la strada all’arrivo di titoli estremamente complessi e che spesso richiedono particolari doti di gaming. Nonostante la presenza di smartphone sempre più potenti e con display con diagonali molto spesso superiori ai 6″, diventa piuttosto difficile riuscire a comandare per bene il personaggio del gioco tramite le mani.

A questo punto risulta particolarmente utile utilizzare il controller PS4 o Xbox One sul proprio smartphone Android, in modo da poter sfruttare l’intera diagonale del proprio smartphone evitando la presenza di comandi touch in overlay. Il vantaggio di questa operazione non è solo apprezzabile su giochi come PUBG o Call of Duty Mobile, ma anche su titoli molto più semplici e immediati.

Controller PS4: come attivare la modalità abbinamento

Per utilizzare un controller PS4 o Xbox One su smartphone Android bisogna entrare in modalità abbinamento. Nel caso in cui disponiate di un controller PS4, questa fase si attiva tenendo premuto prima il tasto “Share” seguito dal tasto “PlayStation”. Attenzione: è bene assicurarsi che il pad non sia già abbinato a nessun altro dispositivo, console compresa. L’operazione di abbinamento viene confermata con la barra laterale del pad che lampeggia; questa diventa poi fissa una volta completata la procedura.

Controller Xbox One: come attivare la modalità abbinamento

Passando invece al controller per Xbox One, una volta accertato che la periferica sia in grado di supportare una connessione Bluetooth, è necessario tenere premuto il tasto Xbox fin quando non si illumina e poi premere il tasto di abbinamento presente invece vicino al dorsale sinistro. La fase di abbinamento sarà conclusa positivamente se il pulsante Xbox lampeggia brevemente.

controller ps4 xbox one androidCome attivare la modalità abbinamento su smartphone Android

La controparte smartphone è invece decisamente più semplice da impostare. Android 10 garantisce un livello di abbinamento più semplice ma altrettanto granulare, ma anche le versioni precedenti di Android permettono di abbinare il controller in maniera piuttosto semplice. Sul proprio smartphone Android bisogna andare all’interno delle Impostazioni e poi nel menu Bluetooth; a questo punto bisogna attivare la ricerca di altri dispositivi Bluetooth e da lì scegliere “Wireless Controller” per quanto riguarda la PS4 o “Xbox Wireless Controller” per quanto riguarda la Xbox.

Considerazioni finali

Utilizzare uno dei due pad per giocare con il proprio smartphone Android non è considerato come comportamento sleale. È chiaro che avrete un certo vantaggio a giocare contro giocatori sprovvisti di pad. Volendo è un po’ la critica che molti gamers rivolgono alla funzionalità crossplay quando si trovano a giocare online contro giocatori su PC. In questo caso il pad ha una manovrabilità inferiore rispetto a quella garantita dal mouse e tastiera, ma di solito è un ostacolo di poco conto che può essere facilmente superato con un po’ di pratica.

Venendo all’utilizzo dei controller PS4 e Xbox One su smartphone Android, alcuni giochi come Fortnite non permettono di farvi giocare contro giocatori mobile sprovvisti sprovvisti di pad. In questo caso dovrete abilitare il matchmacking cross-platform, che inevitabilmente vi porterà a competere contro utenti che giocano su PC e console.