Dopo Apple, che¬†ha dovuto versare al fisco italiano 318 milioni di euro¬†per sanare un’evasione fiscale di 880 milioni, il fisco italiano e la Guardia di Finanza presentano¬†il conto anche a Google: la verifica fiscale ha evidenziato che¬†tra il 2008 e il 2013, sono stati evasi 227 milioni di euro da parte del colosso di Mountain View.

La Guardia di Finanza ha redatto un processo verbale di constatazione, in cui sono delineati¬†due contesti di evasione fiscale per un totale di appunto 227 milioni euro: una presunta evasione di 27 milioni di euro per omessa dichiarazione IRES¬†su una base imponibile netta per 100 milioni di euro (NdR, l’IRES √® appunto del 27%) e un’altra presunta evasione per omessa applicazione e versamento di ritenute d’acconto relative a royalties non operate e non versate per 200 milioni di euro. L’attivit√† di verifica della GdF porter√† l’Agenzia delle Entrate a emanare a breve un avviso di accertamento nei confronti di Google.

L’avviso di accertamento da parte dell’Agenzia delle Entrate √® il primo passo¬†per un eventuale accordo tra Google¬†e il fisco italiano per chiudere il contenzioso tributario, accordo che quantomeno¬†potrebbe far discutere. Intanto, il colosso di Mountain View dichiara che¬†“rispetta le normative fiscali in tutti i Paesi in cui opera”. Sar√† cos√¨?

Via