Google Assistant diventa più semplice grazie a tante piccole novità

Il protagonista assoluto del Google I/O 2017 è senza dubbio Google Assistant che Big G ha portato ormai su tutte le sue piattaforme. Si passa quindi da un ecosistema in cui lo smartphone era il centro dell’azione a uno in cui tutto ruota intorno all’intelligenza artificiale creata dagli sviluppatori di Mountain View.

Sono tante le novità presentate in questi giorni da Google, alcune evidenti altre meno e proprio di queste novità nascoste vi parliamo oggi. Iniziamo dalla nuova schermata delle Impostazioni di Google Assistant su smartphone, ora molto più compatta con le informazioni dettagliate raccolte in alcune schermate dedicate.

Non ci sono nuove funzioni o impostazioni ma quelle esistenti sono state riorganizzate in modo da fornire un’interfaccia più pulita e funzionale. Nella stessa ottica possiamo inquadrare l’aggiornamento che è attualmente in fase di roll out, che permetterà di scoprire tutte le potenzialità di Google Assistant in maniera chiara.

Grazie a un nuovo pulsante blu sarà possibile accedere a una pagina con le applicazioni disponibili nell’assistente vocale insieme a una lista di comando che aiuteranno gli utenti a utilizzarlo al meglio. Selezionando un’applicazione si aprirà una schermata informativa che ne spiegherà il funzionamento anche attraverso alcuni esempi.

Una delle nuove funzioni di Google Assitant è l’arrivo dell’input tramite tastiera che porta alcune funzioni ad essa legata. Sarà infatti possibile modificare una domanda posta all’assistente e ottenere una risposta differente, oppure cancellare lo storico delle conversazioni avute. In questo caso però sarà visualizzato un avviso il quale ricorda che lo storico delle risposte consente all’assistente di fornire risposte personalizzate all’utente.

Chiudiamo con la notizia dell’integrazione di IFTTT, al momento solo sui Google Pixel, che consentirà agli utenti di creare delle piccole applet per eseguire alcune operazioni. Sarà possibile far eseguire alcune azioni a Google Assistant o fargli dire qualcosa a seconda del comando pronunciato. È possibile creare operazioni più complesse utilizzando la web app che verrà avviata premendo il pulsante “Create IFTTT Action”.

Siete ansiosi di scoprire tutte queste novità anche sui vostri smartphone? per avere l’assistente in italiano sarà però necessario attendere qualche mese, visto che Google Assistant dovrebbe imparare l’italiano entro fine anno.

 

Fonte, Fonte, Fonte

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Francesco

    Si può ottenere google Assistant su Lollipop senza root?

  • Alex Alban

    Tutte le piattaforme tranne Windows.

  • Davide

    tutto molto bello ma perchè non lo rilasciano in italia…non dico in italiano ma almeno rilasciatelo!

    • giuseppe

      cambia la lingua del telefono in inglese (USA)

    • JeSuisCrix

      Perché non avrebbe senso. Se non è in italiano non si attiverà mai sui dispositivi con lingua italiana, Si attiva solo in lingua inglese.
      Ti basta cambiare la lingua del telefono in inglese e basta.

    • Irven zanolla

      Arriva a fine anno, basta avere solo un po’di pazienza

  • giuseppe

    Ma se cambiassi da lingua dell’os in inglese lo avrei in automatico?

    • ACF05

      Si, inglese USA

      • giuseppe

        fantastico

        • Sandroja

          Funziona? Io ho messo tutto in inglese (us) ma non si attiva lo stesso

          • giuseppe

            sì, l’ho appena fatto e si è attivato

          • Sandroja

            Ma hai root o fatto qualche altra modifica?

          • giuseppe

            No!

Top