Questo sito contribuisce alla audience di

Come installare le applicazioni Android tramite APK

Come installare APK Android – Uno degli aspetti di Android più amati dagli appassionati è senza dubbio l’apertura che fin dagli albori contraddistingue il sistema operativo sviluppato da Google. In particolare, la possibilità di installare APK manualmente a volte può essere davvero molto utile. Ma che cosa sono e come installare i file APK e come si usano? Andiamo a scoprirlo insieme con questa semplice guida.

Cosa sono i file APK?

Un file .APK non è altro che un pacchetto scaricabile che contiene i file di installazione delle applicazioni Android, similmente a quanto succede con gli eseguibili di Windows (che hanno estensione .exe) o di macOS (.app). Al termine dell’installazione, il file .APK non è più necessario e può essere tranquillamente rimosso dal dispositivo. Quando si installa un’applicazione dal Google Play Store, il processo avviene in modo automatico: basta un semplice tap sul pulsante dedicato e Google penserà a scaricare il file necessario e a installarlo nel dispositivo, senza che l’utente si accorga di nulla. La dicitura APK è dunque l’estensione di questi file installabili su Android.

A cosa servono i file APK?

Prima di rispondere alla domanda come installare APK su Android ci si potrebbe chiedere perché effettuare un’installazione manuale quando esiste la possibilità di automatizzare interamente il processo: dei motivi, ovviamente, ci sono. Tralasciando i casi in cui si decide di installare un APK per “piratare” un’applicazione a pagamento sul Play Store, pratica che vi sconsigliamo fortemente in quanto illegale e pericolosa per la sicurezza del dispositivo (oltre che poco etica, visto che gli sviluppatori spendono tempo e risorse per sviluppare applicazioni ed è giusto riconoscere un contributo al loro lavoro), a volte saper installare un APK può essere molto utile.

Ad esempio, capita frequentemente che alcune app Android siano compatibili solo ed esclusivamente con determinati modelli di smartphone e tablet; può succedere, quindi, di non poter installare un’applicazione Android sul proprio dispositivo mobile perché non compatibile con il device. Oppure, alcuni sviluppatori potrebbero non voler rendere disponibile sullo store ufficiale le loro applicazioni per svariati motivi: in questo caso, per poter installare queste app è necessario effettuare il download del file APK da siti specifici come XDA, o da store alternativi quali APKMirror. O, ancora, è possibile aggiornare un’app all’ultima versione disponibile tramite installazione dell’APK perchè non si vuole attendere il rilascio dell’aggiornamento tramite Play Store.

Vi consigliamo comunque di scaricare APK solo da fonti affidabili e di prestare in ogni caso particolare attenzione quando scaricate applicazioni da fonti non ufficiali: accanto a file sicuri e certificati, si nascondono virus e malware sempre in agguato.

Preparare il dispositivo per installare gli APK

Per motivi di sicurezza, la maggior parte dei dispositivi in commercio blocca automaticamente l’installazione di applicazioni provenienti da fonti sconosciute.
Per poter installare APK su Android, dunque, è necessario disabilitare questa funzionalità. Si tratta di una procedura piuttosto rapida: entriamo nelle Impostazioni, poi nella sezione chiamata Protezione, Privacy o Sicurezza (varia da dispositivo a dispositivo); ora troviamo la voce Origini sconosciute e mettiamo la spunta per consentire questa possibilità (potrebbe uscire un messaggio di avviso, in tal caso confermiamo).

A questo punto il dispositivo è pronto e non resta altro che cominciare l’installazione dell’APK.

Come installare APK su Android

Vediamo dunque adesso come installare APK su Android, sia che il dispositivo dove volete effettuare la procedura sia uno smartphone che un tablet. Innanzitutto bisogna aver ovviamente scaricato l’APK nel proprio dispositivo (va bene effettuare il download anche su un PC: in questo caso bisognerà poi trasferire il file nello smartphone o nel tablet).

Di solito gli APK scaricati da smartphone finiscono direttamente nella cartella Download; in ogni caso, se non riuscite a trovare il file potete utilizzare uno dei tanti file manager disponibili per Android per localizzarlo (qui vi consigliamo i migliori). Una volta individuato l’APK, basterà un tap per cominciare l’installazione; ci verrà chiesto di scegliere tra Annulla o Installa: scegliamo installa e poi il processo andrà avanti in automatico.

A installazione finita è possibile scegliere tra Chiudi per uscire dalla schermata o Apri per aprire subito l’applicazione appena installata.

L’icona dell’applicazione comparirà sulla schermata principale dello smartphone (la cosiddetta Homescreen), esattamente come se fosse stata installata dal Google Play Store. Le app installate manualmente possono essere rimosse come le app normali andando in Impostazioni e poi alla voce Applicazioni e, se presenti nel Google Play Store, continueranno a ricevere automaticamente aggiornamenti futuri. Semplice, no?

Abbiamo dunque visto come installare un APK su Android, se qualcosa nella procedura non vi è chiaro potete lasciare un commento.

Gentile utente, i commenti sono aperti a chiunque voglia esporre la propria opinione.
Ti preghiamo tuttavia di usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato; in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Manuela Maresca

    Buonasera, ho installato una app apk ma non riesce a partire, avete suggerimenti oltre alla procedura di sopra che ho seguito?

  • Danny “Wolf” Godhouse

    Ma questa cosa e’ una figata assurda!
    Dove l’avete scoperta?!

    • Ciao, Danny.
      La guida, chiaramente, è rivolta ai lettori meno esperti, che non sono a conoscenza della procedura, dei rischi e dell’utilità di installare gli APK.
      Tu e io sappiamo come fare, ma ci sono tanti altri che non sanno come muoversi.
      Siamo soliti realizzare guide di tutti i tipi per soddisfare le richieste di tutti, anche se all’apparenza possono sembrare banali.

      • Danny “Wolf” Godhouse

        Ciao Marco.
        Si scusa. Non mi sono messo nei vostri panni. Hai ragione ^^

    • Francesco Badini

      Ahahahah! Vabbè dai, considera anche chi è poco esperto, magari per loro questa guida è una manna dal cielo. Comunque bell’articolo (anche se per me poco utile in quanto uso Android da anni :D), complimenti

      • Danny “Wolf” Godhouse

        Eheheh si hai ragione. Sono stato troppo netto nel giudizio :D

        • Francesco Badini

          Capirai ahahah

      • xpy

        L’unica cosa è che almeno potevano rifare gli screen, quello è Android 4.4 mi sembra

Top