OnePlus 2 è ufficiale. Il nuovo flagship killer della casa cinese è stato finalmente svelato attraverso un particolare evento in streaming visibile con un visore a realtà aumentata (e non solo).

La casa vorrebbe replicare il successo del suo predecessore e per non lasciare niente al caso dice di aver curato nei minimi dettagli ogni processo della realizzazione di OnePlus 2.

Hardware di OnePlus 2

Partiamo dai materiali: il frame è composto da una lega di magnesio ed alluminio con inserti in acciaio Inox, il vetro protettivo del display è un Gorilla Glass mentre la cover posteriore StyleSwap ora permetterà di essere sostituita in semplicità. Le back cover saranno disponibili in diversi materiali come legno, kevlar e bamboo.
Le sue misure sono 151,8 x 74,9 x 9,85 mm mentre il peso ammonta a 175 grammi, non proprio una piuma. Il design riprende un po’ le linee del predecessore ma, a detta di OnePlus, è pensato appositamente per ottimizzare la ricezione telefonica e per migliorare la regolazione della temperatura.

Passando a parlare di hardware più nello specifico non possiamo che dare ragione a OnePlus quando dice che OnePlus 2 è il nuovo flagship killer. Le caratteristiche tecniche di OnePlus 2 sono le più recenti possibili: il display è da 5.5 pollici Full HD, il processore è un Qualcomm Snapdragon 810 octa-core da 1.8GHz, la memoria RAM da ben 4GB LPDDR4, la GPU una Adreno 430, la memoria interna è da 64GB eMMC 5.0 Storage ed è presente il supporto Dual-SIM.
Sul fronte, subito sotto il display, è stato posizionato ora un tasto home fisico centrale all’interno del quale è presente il sensore biometrico di impronte, mentre sul lato sinistro, idea leggermente ripresa da iPhone, è presente un cursore a 3 scatti attraverso il quale è possibile passare in semplicità fra i 3 profili di notifica tipici di Android Lollipop: Tutte le notifiche, Interruzioni prioritarie e Nessuna interruzione.


Anche il comparto fotografico di OnePlus 2 risulta essere ben curato seppur non riceva grandi cambiamenti: la fotocamera principale è composta da un sensore da 13 megapixel a 6 lenti con apertura focale 2.0 e pixel di 1.3µn. Ad affiancarla sono presenti uno stabilizzatore ottico, due flash led ed un sensore infrarossi che garantisce una messa a fuoco in 0,3 secondi. I video si potranno registrare fino alla risoluzione 4K a 30 fps oppure in TimeLapse o Slow Motion, mentre le foto anche nel formato RAW. A livello software saranno molte le personalizzazioni della fotocamera con la possibilità di attivare l’HDR e funzionalità di miglioramento immagine.
La fotocamera frontale invece è un sensore da 5 megapixel che poco è stato all’attenzione dell’evento, probabilmente perché invariato rispetto al precedente modello.

Sul fronte connettività OnePlus 2 sembra avere una sola lacuna: l’NFC. È però presente il connettore USB-type C (reversibile), il Bluetooth 4.1, Wifi Dual-band: 2,4 GHz 802.11b/g/n e 5 GHz 802.11a/n/ac, Antenna GPS interna + GLONASS, GSM: 850, 900, 1800, 1900MHz, WCDMA: 1/2/5/8 e FDD-LTE: 1/3/5/7/8/20.

Ultima caratteristica, ma non per meno importanza, la batteria che su OnePlus 2 sarà da ben 3.300 mAh e che, grazie ad un display non QHD (lo mettiamo nei pro), potrebbe offrire una buona autonomia.

VEDI ANCHE

Nokia 2

Software di OnePlus 2

Il software di OnePlus 2 sarà Oxygen OS, ovvero un Android 5.1 Lollipop Stock con alcune velate modifiche volte a migliorare l’esperienza utente.

La modalità a luminosità ridotta va a personalizzare nei colori l’interfaccia per renderla visivamente più leggera ma è anche possibile cambiarli all’interno del menu o organizzare le applicazioni in cartelle. Facendo poi uno swipe verso il basso, in qualsiasi punto dello schermo, si aprirà la tendina delle notifiche così facendo non rischieremo di allungare il pollice più di quanto abbiamo fatto fino ad oggi.

Con uno swipe orizzontale nella homescreen invece accederemo ad una sezione in Beta chiamata Shelf, ovvero un’area privata all’interno della quale potremmo racchiudere widget e applicazioni utilizzate più frequentemente. Se poi lo schermo si spegne, niente paura, OnePlus 2 supporta le gesture a schermo spento.

L’audio è ottimizzato attraverso la tecnologia MaxxAudio per ottenere le migliori prestazioni sonore sia in cuffia che attraverso l’altoparlante, posto in posizione strategica sulla parte inferiore dello smartphone e non sul retro.

La tastiera pre-installata è invece l’amata e odiata SwiftKey ma si sa, con Android cambiare tastiera è facile e intuitivo da sempre.

Disponibilità e prezzo di OnePlus 2

OnePlus 2 sarà disponibile a partire dall’11 Agosto 2015 al prezzo ufficiale di 399 euro nella versione di memoria interna da 64GB e memoria RAM da 4GB. Successivamente sarà disponibile anche una versione più economica da 339 euro con 16GB di memoria interna e 3GB di memoria RAM.

Vi lasciamo ora ad ulteriori immagini e ad un breve video di presentazione ma fateci sapere nei commenti qua sotto cosa ne pensate di questo nuovo OnePlus 2!

Immagini di Phandroid