Tra le tante tappe che costellano il periodo che precede la commercializzazione di uno smartphone ci sono i vari passaggi presso gli enti di certificazione che hanno il compito di garantire che i nuovi dispositivi rispettino le normative vigenti.¬†Tra i pi√Ļ famosi troviamo il TENAA e l’FCC ma non va dimenticato il GCF (Global Certification Forum) presso il quale sono recentemente passati i due nuovi smartphone Google Pixel e Pixel XL, che saranno prodotti da HTC.

Il GCF non pubblica specifiche tecniche ma solamente le sigle identificative dei due dispositivi, due differenti codici per ogni modello, uno per la versione americana e uno per la versione internazionale. Le sigle G-2PW2100 e G-2PW2200 dovrebbero essere riferite a Google Pixel mentre le sigle G-2PW4100 e G-2PW4200 dovrebbero essere relative a Google Pixel XL. Nelle immagini sottostanti potete verificare tutte le bande supportate dai due smartphone tra le quali non manca, fortunatamente, la banda 20 tanto utile in Italia.

Nel frattempo un distributore di parti di ricambio a Hong Kong ha messo a listino quelli che dovrebbero essere i pannelli frontali di¬†Google Pixel e¬†Google Pixel XL, mostrandoci anche quello che dovrebbe essere il loro aspetto. Sembrano confermate le immagini trapelate finora con cornici tutt’altro che ottimizzate, soprattutto quella superiore e quella inferiore.

Ovviamente trattandosi di immagini non ufficiali vanno prese con il beneficio del dubbio visto che potrebbero essere riferite a prototipi o a esemplari di pre produzione e leggermente differenti dal modello finale. Per avere la certezza bisognerà attendere ancora qualche settimana.