Chainfire: disponibile il root per Android Lollipop LPX13D

Chainfire: disponibile il root per Android Lollipop LPX13D
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2014\/06\/android-l-root.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2014\/06\/android-l-root-460x259.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2014\/06\/android-l-root-620x349.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2014\/06\/android-l-root.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2014\/06\/android-l-root.jpg"}, "title": "Chainfire: disponibile il root per Android Lollipop LPX13D" }

Chainfire non ha certo perso tempo e in poco più di 24 ore ha reso disponibile un fix per SuperSU grazie al quale è possibile ottenere i privilegi di root anche sull’ultima Developer Preview di Android 5.0 Lollipop (build LPX13D) rilasciata da Google per Nexus 5 e Nexus 7 2013.

Il metodo di installazione è molto semplice e necessita unicamente di tre prerequisiti:

  • driver fastboot installati sul PC;
  • recovery TWRP;
  • Android 5.0 Lollipop (LPX13D) installato su Nexus 5 o Nexus 7 2013.

Di seguito la procedura:

  • scaricate il file relativo al vostro dispositivo. Nexus 5 (link), Nexus 7 2013 (link);
  • scompattare l’archivio ZIP, otterrete un file “boot.img“;
  • copiate il file “boot.img” all’interno della cartella che contiene fastboot;
  • scaricate il file di SuperSU (link);
  • collegate il device al PC, avviate un terminale e impartite il seguente comando: “fastboot flash boot boot.img“;
  • scollegate il device, entrate in recovery (TWRP, attenzione) ed installate lo ZIP di SuperSU;
  • riavviate.

Molto bene, la guida termina qui. Ora godetevi il root sull’ultimissima Developer Preview di Android Lollipop. Prima di procedere assicuratevi di aver ben compreso i possibili rischi derivanti da una operazione di modding di questo tipo.

Via