Android 4.0 Ice Cream Sandwich, conosciamolo!

Android 4.0 Ice Cream Sandwich, conosciamolo!
{ "img": {"small":false,"medium":false,"large":false,"full":false,"retina":false}, "title": "Android 4.0 Ice Cream Sandwich, conosciamolo!" }

Insieme alla presentazione del nuovissimo Samsung Galaxy Nexus, buona parte della conferenza è stata dedicata all’ultima release del sistema operativo mobile di google: Android 4.0 Ice Cream Sandwich.

Android Ice Cream Sandwich è stato annunciato come un prodotto “semplice e che semplifica la vita rendendola migliore” e possiamo dire che le caratteristiche ci sono tutte.

Un nuovo layout, nuove animazioni e decine di features, tutto questo è racchiuso in Android 4.0 e che ora vi andiamo a presentare:

1. Nuovo Layout e nuove animazioni

La somiglianza con Android Honeycomb c’è tutta, abbiamo una lock screen molto accurata con il cerchiolino lampeggiante che dovremmo spostare per accedere alla home screen. Il nero nella grafica è ora un colore predominante e questo può favorire una autonomia maggiore della batteria (che comunque è di 1750 mAh sul Galaxy Nexus). Multitasking, widget, lista delle apps sono praticamente le stesse di Honeycomb inserite in un device dalle dimensioni decisamente più contenute.

2. Speech-to-text in real time

Mentre ora lo speech-to-text è una funziona molto statica, ovvero bisogna parlare e successivamente aspettare una risposta del server di quello che si è detto, in Android 4.0 Ice Cream Sandwich tutto avviene in real-time.

Mentre parli Android scrive, questo è il motto a cui si potrebbe ispirare la nuova funzionalità.

3. Face Lock

Per consentire una privacy maggiore o comunque una sicurezza maggiore nell’accesso allo smartphone è stata inserita la funzionalità Face Lock. Ovvero un sistema di bloccaggio/sbloccaggio schermo inquadrando con la fotocamera la propria faccia. In alternativa c’è sempre il solito pin.


4. Browser migliorato

L’applicazione del browser è stata decisamente migliorata, abbiamo una gestione più semplice delle varie finestre aperte e la possibilità di salvare le pagine web in modo da visualizzarle anche in un secondo momento in modalità offline.

Con un particolare bottone inoltre possiamo vedere un sito in modalità desktop (probabilmente cambiando al volo l’user-agent del browser).

5. App Gmail e Calendar migliorate

Entrambe le applicazioni Gmail e Calendar sono state anch’esse migliorate sia da un punto di vista estetico che di funzionalità. Mentre Calendar si avvicina molto alla versione web dell’app, Gmail ha alcune nuove visualizzazioni delle email e chat.

6. Multimedia

Riguardo la multimedialità abbiamo diverse novità: la Gallery è stata rinnovata con una visualizzazione più statica e meno 3D, mentre l’App della fotocamera ha inclusa la funzionalità “Panorama” che abbiamo già visto sui Sony Ericsson ovvero ci permette di creare foto in modalità panoramica.

Supportata inoltra la registrazione oltre che alla riproduzione di video alla qualità di 1080p e quindi in full-HD.

Per finire, come dicevano i rumors, è presente anche una accurata funzionalità di Editor delle immagini presenti in galleria.

7. Notifiche

Anche il reparto tendina delle notifiche è stato aggiornato e reso migliore sempre con un layout molto black-style.

8. People App

Introdotta poi una nuova applicazione: People App. La sua funzione è quella di Rubrica avanzata, registra infatti tutte le informazioni di ogni singolo contatto della tua rubrica collegandolo agli account Gmail e tutti i vari Social Network.

9. Android Beam

I chip NFC diventeranno presto uno standard nei dispositivi mobili, allora perchè non ampliare la loro funzione? Android beam sfrutta proprio questo wifi a corto raggio per condividere informazioni tra uno smartphone e l’altro semplicemente avvicinando le cover.

Non avete ancora capito? Semplicemente basta caricare una mappa, una pagina di internet, un gioco o qualsiasi contenuto si voglia, poggiare i due dispositivi uno contro l’altro e confermare lo scambio dei dati.. dopo 1 o 2 secondi… “Beam!” lo scambio è avvenuto.

L’SDK di Android 4.0 sarà disponibile a Novembre per tutti gli sviluppatori e ovviamente verranno aggiunte le API per sfruttare questo Android Beam.

A grandi linee queste sono tutte le caratteristiche di Android Ice Cream Sandwich presentate ma siamo sicuri che quando avremo in mano la release ne scopriremo tante altre sempre interessanti. Fateci sapere ora voi nei commenti se siete rimasti soddisfatti o meno dell’operato di Google di questi ultimi mesi :-)

Condividimi!