Google ha reso l’app di gestione degli Appunti una proposta insostenibile in Android 10 con la riclassificazione di un’autorizzazione di sistema vitale per il suo funzionamento, tuttavia il creatore di Tasker e molte altre app di automazione ha aggiornato la versione beta del suo gestore di appunti Join, in modo da aggirare l’inconveniente.

L’applicazione dovrebbe raccogliere qualsiasi sezione di testo copiato e accedervi nell’app: se è installata su un altro dispositivo, dovreste essere in grado di copiare il testo dal primo dispositivo e incollarlo in qualsiasi cosa sul secondo.

Join sarebbe in grado di raccogliere il testo copiato mentre si opera in background, ma in Android 10 sono state apportate modifiche all’autorizzazione di sistema che consentiva alle app di leggere le informazioni sugli Appunti per impedire alle app in background di utilizzarle per motivi di privacy.

L’app ora richiede l’autorizzazione per avviare un servizio di notifica permanente in modo che possa essere eseguita in primo piano, pertanto dovrete eseguire un paio di comandi ADB per abilitare le autorizzazioni di sistema READ_LOGS e SYSTEM_ALERT_WINDOW.

Il primo permesso consente all’app di leggere e raccogliere testi copiati mentre il secondo consente di generare un’interfaccia utente visibile e quindi avviare un’attività in background. Nello specifico, appariranno le bolle per inviare il testo copiato agli altri dispositivi, ma al momento Join sembra non funzionare con alcuni dispositivi tra i quali OnePlus 7 Pro.

A seguire trovate il video dimostrativo e i badge per individuare le ultime versioni di Join e Tasker nel Play Store di Google.

Android app sul Google Play     Join

    Android app sul Google Play    Tasker